MANFREDINI SOGNA CASSANO ALLA FESTA COMUNITARIA DEL CENTENARIO A RAVADESE (SABATO 6 LUGLIO)…

cassano novella 2000(gmajo) – Da Punta Ala a Ravadese, area feste. Questa è la speranza – pur con la consapevolezza che di pura speranza o sogno trattasi – di Angelo Manfredini, presidente del CCPC, a proposito dei movimenti di Antonio Cassano, neo acquisto del Parma FC. Beh, in mezzo ci sarà pure l’atto ufficiale, la vestizione Crociata, per dirla alla sacerdotale, del Discolo, che la stampa amica ha già calendarizzato, prima dell’annunzio ufficiale, per le 18,30 di domani, giovedì, 04.07.2013 A.D. Laddove per A.D. intendiamo l’antica imageespressione Anno Domini, non la carica sociale di Amministratore Delegato, anche se pure in questo caso di dominus si tratta. Durante la video intervista che sotto vi proponiamo, Angelo Manfredini, stuzzicato da Jonathan Belletti di Radio Bruno (emittente non solo partner del Parma FC, ma anche curatrice dell’animazione e della colonna sonora musicale della Festa Comunitaria del Centenario, in programma appunto a Ravadese sabato 6 luglio 2013), non ha nascosto il desiderio di poter avere FantAntonio (protagonista, con mafredini e iotti a ravadesela moglie Carolina Marcialis e i figlioletti di alcuni foto-reportage dalle vacanze sui rotocalchi come Oggi e Novella 2000, da cui abbiamo tratto l’immagine per la slide) quale guest star tra gli stand: “Se Cassano facesse un salto a Ravadese sarebbe un bel regalo per la tifoseria. Portare Cassano la sera prima del ritiro alla nostra festa vorrebbe dire riempire riempire l’area feste di Ravadese Sognare non è mai peccato, per cui noi sogniamo di avere Cassano anche da noi. Se poi ci vorranno fare questo regalo… Anche se è una cosa difficile, angelo manfrediniperché capisco il momento, capisco la situazione: non so neppure se la sera prima del ritiro Cassano sarà a Parma o dove. Per cui se viene dovremo solo dire grazie al Parma”. La conversazione sarebbe proseguita con un nostro divertissement: visto che Enrico Boni – che non è che sia proprio al vertice nell’indice di gradimento del Coordinamento – si è candidato a fare coppia fissa con Cassano (“Il Saltimbanco e il Discolo”), abbiamo suggerito a Manfredini di chiedere la sua intercessione per avere FantAntonio: “Mah, guarda, di Enrico Boni non voglio pependire niente…”, ha tagliato corto il Baffo, ridendo sotto il baffo. “Dai, è l’anno del Centenario, fate pace…”, abbiamo suggerito noi, vestendo i panni dei pacieri: “Ma noi non siamo in guerra con nessuno, assolutamente! – ha replicato il leader del CoordinamentoPoi non voglio fare polemiche: lasciamo perdere il discorso Enrico Boni. DSC09811Diciamo che l’importante è che ci sia rispetto da ambo le parti: poi uno la pensa in un modo, uno la pensa in un altro. Ripeto: l’importante è avere rispetto…”. Successivamente abbiamo provato a consolarlo: “Pensa tu che io ho a che fare con lui tutte le settimane…” (a proposito: stasera alle 21 su Teleducato nuova puntata di Calcio & Calcio Estate). E Angelo: “E’ una fortuna che non tutti possono avere: beato te, Gabriele, che tutti i lunedì sei con Enrico”. Il lunedì d’inverno e il mercoledì d’estate, per SAM_8395la precisione. Dopo questo teatrino siamo tornati sui binari più consoni per una intervista, parlando della edizione speciale della Festa a Ravadese, che quest’anno, per la prima volta, in occasione del Centenario, vede unita l’intera tifoseria organizzata, mente, negli anni scorsi c’erano due date distinte per Coordinamento e Boys, che stavolta, invece, hanno collaborato insieme per una migliore riuscita dell’evento. L’aspettativa è quella di avere almeno un migliaio di persone: ovviamente, qualora dovesse fare capolino Cassano si SAM_8410 (1)moltiplicherebbero i numeri a dismisura. Ma è meglio non sognare o alimentare aspettative inutili. Piuttosto ci saranno le vecchie glorie del Parma di diverse stagioni. Negli anni scorsi il CCPC si era distinto per la cucina a base di pesce: quest’anno però, il menù verterà più sulla tradizione culinaria nostrana: “Non è perché la organizziamo assieme ad altri – ci ha spiegato Manfredinipurtroppo, però, abbiamo i nostri cuochi in ferie…”. Gabriele Majo

GUARDA LA VIDEO INTERVISTA AD ANGELO MANFREDINI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.