OGGI A RAVADESE IL CENTENARIO POPOLARE NIGHT & DAY. ALLE 18 E’ ATTESO GHIRARDI, IN SERATA LA SFILATA DEI PRESIDENTI CHE L’HANNO PRECEDUTO

DSC09904(gmajo) – Anche noi di stadiotardini.it volentieri esercitiamo il dovere di reclamizzare la Festa popolare del Secolo, alias quella del Centenario del Parma, che dalle 15 a notte fonda di oggi, sabato 6 luglio 2013, si terrà nell’area attrezzata di Ravadese, nella periferia Nord della città, con protagonisti tutti quelli che la maglia crociata ce l’hanno nel cuore. Parliamo di tifosi e di sportivi, soprattutto, giacché di attori del presente mi sa che non se ne presenterà neppure uno, in compenso imagece ne saranno diversi dal passato più o meno glorioso, a seconda delle generazioni. Il sogno di Manfredini di avere Cassano mi sa che resterà davvero incompiuto – nonostante i millantati buoni uffici del Saltimbanco – e neanche ci sarà qualche rincalzo a sostituirlo. Non dovrebbe esserci Pietro Leonardi, che secondo i suoi biografi dell’ultima ora avrebbe ricevuto la consacrazione DSC_6652crociata l’altro giorno all’Ennio, essendo stato acclamato quasi come Cassano, in compenso, però, come  stadiotardini.it  aveva anticipato ieri, una fugace apparizione dovrebbe farla Tommaso Ghirardi, atteso a Ravadese per le 18, circa tre ore prima del momento clou previsto alle 21,00 con le premiazioni a giocatori e dirigenti del Parma dal 1913 ad oggi. Ci saranno tutti i suoi predecessori, sul palco: ma non lui, giacché impegnato altrove. E così sia. Il presentatore sarà Carlo Chiesa, conduttore di Pronto chi Parma, e soprattutto voce narrante del mitico “gol definitivo” di Hernan Crespo, laureatosi ieri con F. Cannavaro e A. Benarrivo, G. Galli e F.Inzaghi  allenatore di 1^ categoria, avendo sostenuto e superato gli esami. Bocciato Stramaccioni. Non solo sul DSC09956campo, nella pratica, ma anche nella teoria delle aule di Coverciano che poco ha frequentato: dunque per troppe assenze è stato respinto. Ma torniamo alla festa popolare e comunitaria, reclamizzata, nei giorni scorsi, da tanti lenzuoli gialli, spruzzati di vernice blu: 6 luglio, Ravadese, Festa del Centenario, affissi soprattutto nelle rotonde – ottima strategia, considerato il transito – ma anche in altri punti chiave della città (incluso il Tardini, durante la presentazione di FantAntonio), al fine di stimolarla a DSC09991rispondere all’invito degli organizzatori – Coordinamento e Boys, soprattutto, che per l’occasione hanno fuso le proprie feste individuali in una, ma anche altre minori espressioni – ad esser presenti all’evento. Gli stand eno-gastronomici serviranno piatti della tradizione parmigiana come tortelli, salumi del territorio (prosciutto crudo di Parma su tutti) e torta fritta, quella che Boni, impropriamente o reggianamente definisce “gnocco”, che non è riuscito a convincere a far assaggiare al suo amico Cassano

IL PROGRAMMA DELLA FESTA POPOLARE DEL CENTENARIO A RAVADESE

Ore 15,00: Apertura stand espositivi

Ore 15,30: Inizio “Coppa centenario” torneo di calcio Under 11

Ore 16,00: Inizio spazio Writer, con i migliori rappresentanti del panorama Writers parmigiano

Ore 17,00: Aperitivo con Radio Bruno

Ore 18,00: Raduno Nazionale Tifosi fuori provincia

Ore 18,30: Apertura stand enogatronomici

Ore 19,30: Finale “Coppa centenario”

Ore 20,30: Premiazioni “Coppa centenario”

Ore 21,00: Premiazioni a giocatori e dirigenti del Parma,  dal 1913 ad oggi

Ore 22,00: Concerto “Fratelli Skaribelli”

Ore 23,30: Concerto “Hardblues Band”

Ore 1,30: DJ set Masso & Prince

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.