DOPO CASSANO, CASSANI

image(gmajo) – Con una nota stampa apparsa nel tardo pomeriggio sul proprio sito web ufficiale “Il Parma Fc comunica di aver acquisito dalla Fiorentina a titolo temporaneo con opzione di riscatto il difensore Mattia Cassani. Il giocatore, nato a Borgomanero il 26 agosto 1983, vestirà la maglia numero 2 ed  è atteso in serata nel ritiro di Gubbio”. Come noterete nella squadra ad alto tasso di maturità arriva un altro indubbio elemento di valore prossimo ai trent’anni (che compirà tra 18 giorni). Nello spazio commenti di stadiotardini.it abbondano le ipotesi su chi potrà essere il possibile partente…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

16 pensieri riguardo “DOPO CASSANO, CASSANI

  • 8 Agosto 2013 in 18:44
    Permalink

    Biabiany… ha il bollino rosso del fucile a raggi infrarossi sulla fronte da più di un mese ormai !!! Anche se non comprendo bene cosa ci faccia Rosi in questa squadra !!!
    Luca

  • 8 Agosto 2013 in 19:04
    Permalink

    Come già detto secondo me partirà Rosi con conseguente plusvalenza.L’ex-romanista nel 3-5-2 di Donadoni fa soltanto da alternativa a Biabiany,quando si giocherà con il 4-3-3 da terzino basso non da garanzie ed infatti nel girone di ritorno della scorsa stagione gli è stato preferito più volte l’adattato Benalouane.

  • 8 Agosto 2013 in 19:18
    Permalink

    cassani……ce ne vogliono due uno corre l’altro no

  • 8 Agosto 2013 in 19:35
    Permalink

    A fine mercato byebye a Babiany per svariati motivi: la juve avra’ ancora bisogno di un esterno, le sue pissibilita’ di crescita tecnico tattica sono pari a zero; nella posizione scelta per lui dal mister e’ chiaramente un adattato inadatto

  • 8 Agosto 2013 in 19:40
    Permalink

    Secondo me ha ragione Andrea. E la soluzione – proprio per le ragioni sopra espresse – sarebbe la più intelligente. Del resto Cassani va bene tanto nel 3-5-2 che nella difesa a 4, Rosi invece va bene solo con il primo modulo

  • 8 Agosto 2013 in 21:56
    Permalink

    Biabiany non parte. Partirà Sansone, secondo me. È una convinzione che ho maturato dopo aver letto ciò che oggi Donadoni ha riferito in conferenza stampa.

    Mettere Biabiany a sinistra può essere un modo per cercare di fargli fare più gol?
    “No, semplicemente mi sembra una possibilità in più. Ho voluto vederlo, così come ho già fatto in passato. E’ vero che rientrando si ritroverebbe il pallone sul suo piede più importante, però lui ha veramente la possibilità di giocare da una parte e dall’altra. Sapendo che Antonio (Cassano, ndr) predilige più partire in quella zona, volevo capire meglio i meccanismi che si innescavano tra loro due”.

    Studiare posizioni diverse per un giocatore, non credo sia il modo migliore per piazzarlo sul mercato. Semmai è quello per metterlo al centro del progetto e cercare di sfruttarne pienamente le potenzialità, senza circoscriverle ad una sola zona del campo. Se a questo si aggiunge l’arrivo di Cassani, uno che può giocare da centrale di una difesa a tre, laterale destro di un reparto arretrato a quattro e esterno destro di un centrocampo a cinque, si capisce perché il tecnico stia provando il francese a sinistra e perché stia insistendo col 3-5-2 della passata stagione: posto che Sansone vada via e che Biabiany finisca per essere dirottato a sinistra, non credo che Cassani o in alternativa Rosi abbiano le caratteristiche necessarie per essere utilizzati nel 4-2-3-1 che io, e non solo io, vedrei assai bene addosso al Parma. O meglio, ce le avrebbe il solo Cassani, visto che Rosi sta meglio in mezzo al campo. Però poi, ceduto Sansone, chi completerebbe il tridente alle spalle dell’unica punta? Rebus dalla soluzione piuttosto complicata. Ecco perché ci toccherà rassegnarci all’idea di vedere il Parma giocare con lo stesso modulo dell’anno passato. Sempre che dal mercato non arrivi qualche aiutino.

    • 8 Agosto 2013 in 23:42
      Permalink

      Gentile Luca,

      quello che asserisce in conferenza stampa Donadoni non è detto che sia sempre il Vangelo. Ad esempio, nel caso specifico, tutta questa voglia di sperimentare Biabiany a sinistra poteva derivare dall’assenza dell’infortunato Gobbi. Altro che vedere le potenzialità che può offrire il fulmine a sinistra, dove peraltro Donadoni l’aveva già più volte impiegato… Quindi non sono assolutamente convinto che Biabiany sia al centro del progetto.

      Saluti

      gmajo

  • 8 Agosto 2013 in 23:16
    Permalink

    Cassani è una garanzia, la difesa non si inventa, vediamo Felipe, poi c’è il Benny e Rosi sulla destra, col Benny che sta anche da terzo centrale di dx. Li siamo a posto, ma dietro Gobbi faccio fatica a vedere qualcuno. la fascia sinistra aveva poche alternative ma tolto il Biabia spostato che ha un solo piede (l’unico cross da quella posizione lo ha fatto di esterno dx) la vedo debole di lì. Comunque siam messi meglio dell’anno scorso, peccato aver ceduto il Santa. Ma per fare plusvalenza era il sacrificio che ci è toccato.

    • 8 Agosto 2013 in 23:39
      Permalink

      Plusvalenza per il Santa? Mi risulta, China, che sia andato via in prestito…

  • 9 Agosto 2013 in 09:04
    Permalink

    e se partisse lucarelli? cmq sn convinto che la juve ha detto al parma di attendere. loro proveranno a prendere zuniga,nn dovessero riuscire il 2 settembre prendono biabiany con marrone che passerà da noi.
    rosi resta.

    • 9 Agosto 2013 in 09:16
      Permalink

      Se dovesse arrivare Marrone non ci sarebbe da rimpiangere Biabiany. Personalmente, però, preferisco gli arrivi per tempo e non dell’ultimo secondo, in quanto i nuovi debbono avere il fisiologico tempo di inserirsi in squadra. Uno degli aspetti positivi della passata stagione era stato che al 90% la squadra era pronta per inizio ritiro. Si sarebbero aggiunto successivamente Rosi e Marchionni. Ormai il periodo di preparazione si può quasi considerare ultimato. Oggi, a Gubbio, è l’ultimo giorno della fase 2 (la 0 fu ad Ostuni, la 1 a Collecchio): di ritorno dall’Inghilterra (dove prevedo si giocherà con la casacca verdiana gialloblù a scacchi, molto british) sarà già calcio da tre punti.

      Lucarelli è stato molto chiacchierato e nelle ultime ore le voci si sono ulteriormente amplificate: mi pare, tuttavia, che l’allenatore lo abbia considerato titolarissimo o almeno prima scelta nelle amichevoli sino ad ora disputate. D’accordo che Donadoni è un conservatore, ma che senso avrebbe avuto insistere su un over 35, dandogli la preferenza, in tutto il precampionato per poi cederlo alla fine? Come scrive spesso il buon China65 in difesa non vanno fatti troppi cambiamenti ed è bene insistere sugli stessi: “testare” un vecchietto come Lucarelli così a lungo per poi darlo via a fine ritiro mi parrebbe controproducente.

      Sul discorso di Rosi non saprei: non a caso non ho ancora formulato ipotesi su chi possa essere il partente dopo l’arrivo di Cassani. Anche se reputo piuttosto sagge le considerazioni di Andrea.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 9 Agosto 2013 in 09:34
    Permalink

    penso che lucarelli abbia carta bianca per decidere se andare al livorno o meno. abbiamo felipe e mendes come sosttituti eventualmente, quindi se lucarelli trova l accordo con il livorno si riavvicinerà a casa(sembra abbia chiesto anche 3 anni da dirigente).

    • 9 Agosto 2013 in 09:47
      Permalink

      Sì, certo abbiamo Felipe e Mendes, ma se per tutta l’estate si prova un asse titolare Paletta+Lucarelli+Uno dei due nuovi (o Benalouane, altro che sembra sul piede di partenza) vuol dire che la preferenza del tecnico conservativo è di insistere sui soliti, cioè con Lucarelli. Cambiare uno dei tre centrali è un conto, cambiarne due un po’ meno. Al di là delle eventuali legittime ambizioni del giocatore.
      Il ricambio difensivo va preparato con grande attenzione. E finora, al di là dei demeriti degli avversari, la difesa del Parma ha il grande merito di essere immacolata.
      Cordialmente
      Gmajo

  • 9 Agosto 2013 in 10:16
    Permalink

    chiaramente o esce lucarelli o esce benaluane.senza dimenticare che cassani potrà fare il terzo a dx di una difesa a 3. vedremo cmq. io credo arriverà ancora un centrocampista, marrone se va via biabiany o guarente per sostituire galloppa. credo stiano valutando okaka come vice amauri,se nn convince arriverà una punta fisicamente simile ad amauri.

  • 9 Agosto 2013 in 10:24
    Permalink

    Per quanto riguarda Cassani penso che sara’ sperimentato a destra in una difesa a tre(al mister piacciono i piedi vuoni) anche se personalmente ho qlc perplessita’. A mio modesto parere Russo ha toppato di brutto; in societa’ non vedono l’ora di disfarsi di Babiany ma da ottimi giocatoridi poker le carte le tengono altissime

  • 9 Agosto 2013 in 11:49
    Permalink

    Non credo sia una mossa intelligente vendere Biabiany in questa sessione di mercato. Due stagioni fa fece 6 gol e un campionato sorprendente, quest’anno è calato ma secondo me ha fatto comunque bene.Se lo vendi adesso ci guadagni poco.Io credo possa essere il giocatore (anche più di Amauri ) che trarrà più benefici dalla presenza di un rifinitore offensivo DOC come Cassano.L’anno scorso avevamo una manovra lentissima causa un Valdès spesso sottotono (per non dire inguardabile nel ritorno), la mancanza di Galloppa e nessuno che sapeva fare un cambio campo per mettere Biabiany a fare l’1vs1 opppure andare in porta.Il Francese si è trovato spesso a dover saltare 2-3 avversari e presentarsi poco lucido davanti alla porta e sbagliare clamnorosamente.Secondo me ha molto più senso tenerlo quest’anno avendo buone possibilità che torni a livelli importanti per poi venderlo il prox anno. A centrocampo secondo me siamo a posto, anzi bisognerà vendere Ninis che ha floppato e farci 2/3 mln x rimpinguare le casse.

    Lucarelli secondo me resta.La difesa titolare credo sarà Cassani-Paletta-Lucarelli con Benalouane -Mendes – Felipe le alternative

I commenti sono chiusi.