SANTACROCE E’ GIA’ A PADOVA, MUSACCI QUASI…

santacroce padova goal(gmajo) – Grazie ai colleghi di Padova Goal possiamo gustarci la prima istantanea di un sorridente Fabiano Santacroce in arrivo al campo di allenamento di Brasseo con in mano la sporta con gli scarpini. Secondo l’aggiornatissimo portale biancoscudato diretto da Dimitri Canello l’ex difensore del Parma, approdato al Padova con la formula del prestito, ha sostenuto a tempo di record le visite mediche. Successivamente è stato sul campo 2 a salutare Mister Marcolin e lo staff tecnico, quindi è rientrato negli spogliatoi recandosi in palestra. E’ così accontentato Ampuero, pure prestato da Ghirardi a Penocchio, che nei giorni scorsi in conferenza stampa aveva espresso l’auspicio che presto potesse arrivare nella città del Santo il suo ex compagno al Parma Santacroce. Sono dunque  tre, al momento, i giocatori ceduti dalla società biancocrociata a quella biancoscudata: chi sicuramente non rivedremo più era, a mio giudizio, il migliore dei tre, Francesco Modesto, ceduto a titolo definitivo. Un quarto elemento potrebbe aggiungersi a breve, vale a dire Gianluca Musacci, sul quale ci sarebbe pure il Pescara (in svantaggio) e il possibile outsider Empoli, squadra dal quale il Parma lo aveva prelevato qualche anno fa. A Santacroce, però, non era stato assegnato un numero di maglia (o per lo meno il sito ufficiale fcparma.com che oggi ha diffuso la lista completa non lo aveva inserito), mentre Musacci figura in elenco con il numero 20.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

12 pensieri riguardo “SANTACROCE E’ GIA’ A PADOVA, MUSACCI QUASI…

  • 6 Agosto 2013 in 19:24
    Permalink

    Sempre x il mercato si parla dell arrivo quasi fatto di cassani.operazione strana avendo gia rosi e biabiany. Secondo me se arriva cassani e’ perche’ certamente a fine mercato biabiany va alla juve e noi prenderemo l ottimo marrone.dubito parta rosi..

  • 6 Agosto 2013 in 21:34
    Permalink

    Sono d’accordo con gio e chissene di Santacroce ai patavini di Valentini

  • 6 Agosto 2013 in 22:07
    Permalink

    Certo che il Padova ci fa’ un gran piacere.
    Porta via da Parma la marmaglia che avevamo in casa.
    Grazie

    • 7 Agosto 2013 in 16:36
      Permalink

      Del resto quando si è costretti ad agire sulla quantità può anche darsi di capiti della “marmaglia”. Direi, comunque, che a parte Santacroce (rivelatosi marmaglia, ma che era arrivato con ben altre aspettative) gli altri che abbiamo sinora rifilato al Padova non siano proprio scarsi. Pur dovendo ancora dimostrare tutto, Ampuero si era rivelato come una delle note più positive del pessimo finale della scorsa stagione, mentre il rendimento di Modesto, a mio avviso, quando arrivò fu eccellente (veniva equamente alternato con Gobbi), poi già non capii l’impellenza di doversene forzatamente disfare un anno fa (con un vistoso buco sulla mancina, fino al mercato invernale, quando con Mesbah, si cercò di tappare la falla rimasta aperta aperta un girone, anche se poi la resa dell’ex Milan non fu certo eccellente, anche perché limitato da infortuni), né tanto meno ora. Tra l’altro è l’unico andato via a titolo definitivo.
      Su Musacci, poi, bisogna cercare di capirsi: due anni fa tra i tifosi del parma c’era la Musaccimania e Colomba, nell’immaginario collettivo, era un coglione perché non lo faceva giocare (a parte che fu lui a farlo debuttare e a utilizzarlo, mentre Donadoni lo schierò titolare alla prima occasione, per via della squalifica di un suo compagno, ma poi piuttosto che optare su di lui si inventò Valdes regista); adesso, invece, si ringrazia Penocchio perché è tra la marmaglia che ci porta via…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 7 Agosto 2013 in 15:22
    Permalink

    Auguro al Santa tanta fortuna che non ha avuto al Napoli e al Parma. Così se gioca bene ci facciamo una plusvalenza, perchè se gioca male a fine prestito … che famo ?

  • 7 Agosto 2013 in 17:15
    Permalink

    musacci ha fatto panchina pure allo spezia. modesto ormai è fritto,lo dimostrano le poche partite al pescara.sono semplicemente giocatori da serie B. ampuero invece giocando 30 partite in B si formerà ancora di piu dopo gia le buone cose fatte vedere. mesbah è un signor giocatore.a gennaio è arrivato infortunato, adesso vedrete che bel giocatore. ora mancano ninis rispoli e okaka e poi arriverà qualcuno..

    • 8 Agosto 2013 in 01:30
      Permalink

      Salve gio,

      avevo già composto un commento in risposta nel pomeriggio, ma poi un crash mi ha spento il pc senza che si salvasse lo scritto. E allora, piuttosto inalberato, mi sono disintossicato un paio d’ore lontano dalla tastiera… Vediamo di recuperare ora…

      Lo so anch’io che Musacci ha fatto panchina allo Spezia, eppure si tratta dello stesso centrocampista che aveva fatto scattare la “musaccimania” tra diversi supporter crociati, anche se, a mio modesto avviso, egli non è che fosse poi molto più dotato di un onesto Lunardini. Ciò non toglie che non ne avessi condiviso la cessione a gennaio: con Valdes con la pubalgia cedere la sua prima alternativa a stagione in corso non mi era sembrato geniale da subito. A maggior ragione col senno di poi: capita, infatti, che indipendentemente dal valore di un singolo calciatore ci siano anche altre componenti da valutare, e cioè le idee o le fisse di un allenatore, oltre alla generalizzata tendenza dei club a preferire l’impiego di giocatori di proprietà piuttosto di quelli arrivati a titolo temporaneo. Per me Musacci era un onesto comprimario che non ha mai sfigurato quando è stato impiegato, risultando sostanzialmente sempre sufficiente. Anzi, ricordo anche sue prestazioni di personalità come quella contro il Milan. Ricordo anche dichiarazioni di Donadoni e Leonardi che esprimevano fiducia in questo giocatore: tuttavia non stiamo parlando di un ragazzino che deve maturare, perché come lui stesso orgogliosamente ha rivendicato lo scorso anno in conferenza stampa uno dell’87 non è più un ragazzino. E dunque perché tutti questi prestiti? Se non c’è fiducia – e mi pare piuttosto palese – lo si ceda così oltre ad alleggerirsi dell’ingaggio (sempre ammesso che il Parma non ne paghi una parte) uno inizia ad avere un po’ meno quantità in organico.
      Su Modesto non sono d’accordo: non lo reputo fritto, e penso sarebbe meglio che noi parmigiani lo giudicassimo per quello che di buono aveva fatto qui due stagioni fa, quando aveva dimostrato di valere quanto Gobbi (non a caso Donadoni, dopo ave rilevato Colomba, li alternava costantemente). Non credo ci si debba rifare al prestito di Pescara, prestito che peraltro non avevo proprio capito, visto che per un girone intero eravamo rimasti sguarniti di ricambi per il povero Gobbi.
      Poi è arrivato Mesbah, il cui rendimento è stato penalizzato da un infortunio. Ma se ci fosse stato Modesto non sarebbe stato necessario il suo arrivo. anche perché non lo reputo un “signor giocatore”, o perlomeno non lo vedo così inferiore a Modesto.
      Vedremo se alla fine saranno ceduti gli altri tre che lei menziona (Ninis, Rispoli e Okaka): ma c’è da augurarsi che non si tratti solo di prestiti, ma di cessioni definitive…
      Cordialmente
      Gmajo

  • 7 Agosto 2013 in 17:20
    Permalink

    ufficiale Musacci al padova in prestito, i prossimi credo saranno rispoli, okaka che ha ricevuto un’offerta dal colonia (che culo) e forse rosi e benalouane

    • 7 Agosto 2013 in 17:55
      Permalink

      Penso anch’io, Federico, che il Parma debba “dismettere” altri calciatori: il problema della quantità (che secondo Leonardi servirebbe a supplire alla carenza di qualità che non ci possiamo permettere) è che poi ti trovi a libro paga un imprecisato numero di calciatori, ovviamente non tutti di qualità, ma appunto di quantità, cui devi garantire uno stipendio, e semmai una destinazione. Non so se quelli che lei ha menzionato sono effettivamente tutti quelli in lista di uscita, ma credo si sbagli di poco.
      Vedo che lei ha inserito il nome di Rosi (magari perché c’è in vista Cassani in entrata) e mi viene da riflettere come possa esser un peccato, dal momento che lo scorso anno, fino a quando non si era fatto male, aveva fatto vedere delle buone cose e sembrava un bel colpo.
      Benalouane, da “conservatore”, lo terrei (penso che la difesa in generale sia un settore da ritoccare sempre il meno possibile, e lui aveva già fatto un po’ di pratica nella stagione passata, e in questa, potrebbe raccogliere i frutti), però credo che non piaccia molto all’allenatore, che alle volte, in conferenza stampa, ha spiegato come fosse più bravo a rimediare alle castronerie, più che a prevenirle…

      Cordialmente

      Gmajo

  • 7 Agosto 2013 in 19:03
    Permalink

    Non partono ne’ rosi ne’ benalouane..cassani fara’ il terzo a dx di difesa..o nell eventualita’ il quarto a dx..

  • 8 Agosto 2013 in 09:04
    Permalink

    su okaka ho cambiato idea..forse lo terrei..alle spalle di cassano amauri sansone e palladino..sta dimostrando molto impegno e sembra anche in palla..

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI