IL COMMERCIALISTA MAROTTA E IL MONTE STIPENDI DEL PARMA: “ANDREBBE FATTO UN MONUMENTO A CHI SE N’E’ OCCUPATO: 12.860.000 NETTI MI SEMBRANO DAVVERO POCHI PER UNA ROSA COSI’…”

image(gmajo) – Con una perfetta identità di tempi la  Gazzetta dello Sport e la  Gazzetta di Parma hanno oggi pubblicato il monte stipendi rispettivamente della intera serie A e del Parma Calcio: del resto Sandro Piovani, autore dell’inchiesta del giornale locale è pure corrispondente di quello nazionale. Le fonti per i dati diffusi sono i singoli club: sotto la tabella riportata dal quotidiano di Via Mantova è ben evidenziato, appunto, che la fonte è il Parma FC. Come i più attenti tra i nostri lettori hanno già rilevato, appuntandolo nello spazio commenti di stadotardini.it, la DSC00868società di Ghirardi si piazza al 10° posto a livello nazionale – lo scorso anno, allo stesso check, era 14°, con 21,1 milioni: la differenza rispetto agli attuali 29,5 milioni è di 8,4 milioni in uscita in più – ma è un ottimo piazzamento se si considera che è arrivato un  top player come Cassano, assieme a calciatori piuttosto ben remunerati come Gargano e Cassani. Forse anche per via delle  infelici cinguettate di ieri non è passato inosservato che in cima alla hit parade dei meglio retribuiti calciatori crociati, c’è anche Jonathan Biabiany che con 900 mila euro netti precede Amauri (750).

marotta_lucaPer avere un giudizio su questi numeri stadiotardini.it ha chiesto consulenza al dottore commercialista Luca Marotta, esperto analista di bilanci di società di calcio, il quale, come avvertenza, ci ha subito invitato a non confondere il netto, cioè quanto effettivamente finisce nelle tasche dei calciatori, dal lordo, dove sono aggiunte tasse ed oneri (e rappresenta in totale il costo lavoro). Gli emolumenti pubblicati dai due giornali, come specificato da entrambi, sono quelli “netti”: “Se fosse vero quanto comunicato al giornalista della Gazzetta di Parma dalla società e quindi riportato leonardi-slidenell’articolo, a Parma dovreste fare un monumento a chi si occupa degli stipendi dei calciatori della squadra crociata, perché il costo del personale si sarebbe quasi dimezzato rispetto a quanto iscritto come ‘costo del personale’  (voce, però, che comprende anche il costo dello staff tecnico e quello degli altri dipendenti, oltre gli eventuali bonus) nel bilancio 2011-12 del Parma FC, di cui a seguire trovate il dettaglio:

a) salari e stipendi 40.874.162

b) oneri sociali 1.803.390

c) trattamento di fine rapporto 77.573

d) altri costi 250.176

Totale 43.005.300

Dai bilanci che ho a disposizione non è possibile avere il dettaglio degli emolumenti netti dei singoli calciatori: nei bilanci, infatti, non si forniscono mai notizie circa gli emolumenti netti del personale, ma solo il totale complessivo lordo. Se Cassano prende 1,1 milioni netti – bonus a parte – ne consegue che il suo costo incide sul club per circa 2,2 milioni lordi. Il relativo costo sarà destinato a salire in caso di raggiungimento degli obiettivi, come accaduto con l‘Inter”.

Partendo dagli stessi dati la Gazzetta di Parma ha titolato che il Parma spende 21 milioni di euro in stipendi (lordi), mentre la Rosea ha scritto 29,5…

DSC00870“Il lordo del Parma evidenziato dalla Gazzetta dello Sport è comprensivo anche di bonus (infatti la somma dei lordi di tutte le squadre arriva a 912 e nello specchietto è specificato che l’importo di 912 è "con bonus"), e riguarda esclusivamente la rosa dei calciatori della prima squadra. La Gazzetta di Parma, indica come costo totale lordo della rosa la cifra di 21 milioni, evidentemente senza bonus. Forse o  il costo totale lordo è sottostimato oppure ci sono 8,5 milioni di bonus; propendo per la prima ipotesi. Infatti, la sommatoria degli stipendi base, coincide con la Gazzetta dello Sport, e porta a un totale netto di 12.860.000 euro, come da tabella sotto riportata, che per una rosa come quella del Parma mi sembrano davvero pochi, forse frutto dell’abilità contrattuale dei dirigenti del Parma”. 
 

Nicola Pavarini

250

   

Antonio Mirante

600

   

Pavol Bajza

100

950

portieri

Djamel Mesbah

450

   

Alessandro Lucarelli

300

   

Gobbi

450

   

Felipe

450

   

Pedro Mendes

180

   

Yohan Benalouane

350

   

Gabriel Paletta

550

   

Mattia Cassani

400

3130

difesa

Jonathan Biabiany

900

   

Daniele Galloppa

600

   

Jaime Valdés

550

   

Marco Parolo

350

   

Filip Jankovic

80

   

Gianni Munari

500

   

Afriyie Acquah

200

   

Marco Marchionni

350

   

Aleandro Rosi

600

   

Obi

450

   

Gargano

900

5480

centrocampo

Amauri

750

   

Stefano Okaka

500

   

Raffaele Palladino

500

   

Nicola Sansone

450

   

Antonio Cassano

1100

3300

attacco

Totale

12860

12860

 

DSC00873Inoltre bisognerebbe sapere se eventuali calciatori dati in prestito restino o meno a libro paga del Parma:  in quest’ultima sessione ci sono state transazioni in entrata e in uscita per un totale record di circa 300 movimenti e i relativi ingaggi potrebbero contribuire ad aumentare la voce costi del personale in bilancio, ma bisognerebbe conoscere i contratti singoli, e cioè, in particolare, se trattasi di prestito oneroso, prestito gratuito secco o prestito gratuito con partecipazione all’ingaggio. Certo, però, potremo verificare quanto riportato oggi dagli organi di stampa, ovviamente come dato complessivo, solo leggendo il bilancio 2013/14”.

DSC00872Interessante un’altra annotazione, di merito, postaci all’attenzione dal dottor Marotta: “Non è un caso che l’articolo di oggi l’abbia scritto Carlo Laudisa che si occupa di calciomercato (è uno dei massimi esperti italiani) e non Marco Iaria che di solito, sulla Gazzetta dello Sport, si occupa dei bilanci, perché la materia è strettamente connessa al calciomercato. Infatti, i giornalisti del calciomercato lavorando a stretto contatto con i procuratori conoscono "ufficiosamente" le cifre percepite dai propri assistiti”. Anche se nel caso del Parma è stata la stessa società a mettere a disposizione i dati richiesti. Gabriele Majo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E IL MERCATO MINORE DA RECORD DEL PARMA: “E’ LA LEGGE DEI GRANDI NUMERI APPLICATA AL CALCIO: NON VEDO RISCHI SULLA GESTIONE ECONOMICA”

GHIRARDI PROMETTE LA TETTOIA DEI DISABILI, SVELA CHE BARILLA FORNISCE LA PASTA AL PARMA E SPIEGA LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE DA RECORD

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE CROCIATO DA RECORD

IL RECORD DEL PARMA: E’ LA SQUADRA CHE STA MOVIMENTANDO PIU’ CALCIATORI AL MERCATO. MA ALLA FINE QUANTI NE AVRA’ A LIBRO PAGA?

IL “SUPERMARKET PARMA” BENEDETTO DA REPUBBLICA: “CHI PIU’ COMPRA MENO SPENDE: UN SISTEMA SCIENTIFICO PER ANDARE AVANTI SENZA SOLDI, PUNTANDO TUTTO SUGLI SVINCOLATI”

ECCO UNA GIORNATA TIPO DELL’ATTIVISSIMO PARMA AL MERCATO MINORE

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI PARTE SECONDA. LA JUVE STABIA CI SCRIVE: “CONFERMIAMO DI AVERLO CEDUTO AL PARMA”, MA IL DS DEL LATINA INSISTE: “PRESO DALLE VESPE”

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI: LA JUVE STABIA SCRIVE DI AVERLO CEDUTO A TITOLO DEFINITIVO AL PARMA, MA E’ IL LATINA AD UFFICIALIZZARNE L’ACQUISTO DALLE VESPE…

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E LE STRANE PLUSVALENZE NEL CALCIO: “PRASSI DIFFUSA, MA SENZA DOLO SPECIFICO NON C’E’ FALSO IN BILANCIO”

IL PARMA SCEGLIERA’ DS E ALLENATORE DEL GUBBIO, CHE DIVENTERA’ LA “CANTERA” GIALLOBLU’

SATELLITE GUBBIO: NEL TG DI TELEDUCATO ANGELLA FA I NOMI DEI POSSIBILI DS E ALLENATORE SCELTI DAL PARMA (guarda il video)

SATELLITE GUBBIO / GLI UMBRI HANNO FRETTA, MA IL PARMA NICCHIA…

SATELLITE GUBBIO / LA GAZZETTA DELLO SPORT ANNUNCIA: RAGGIUNTA L’INTESA PER UN RAPPORTO BIENNALE COL PARMA. MA IL GIORNALE DELL’UMBRIA FRENA: “I TEMPI SI ALLUNGANO”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI, RISPONDE A MAJO SUL GUBBIO

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT I PROGETTI GUBBIO E NOVA GORICA: “SE TUTTO ANDRA’ IN PORTO GLI SLOVENI SI ALLENERANNO A COLLECCHIO DAL 15 GIUGNO AGLI ORDINI DI APOLLONI” – video

PARMA E GUBBIO: L’AMORE APPENA NATO E’ GIA’ FINITO? AGLI UMBRI NON E’ PIACIUTO CHE IL GIA’ PROMESSO LUCARELLI ANDASSE AL PERUGIA, E NON SONO CONTENTI DEL ‘RIMEDIO’ DI CHIARA…

IL PIANETA PARMA E I SUOI SATELLITI / CRISTIAN BUCCHI, NUOVO ALLENATORE DEL GUBBIO, HA FIRMATO IERI SERA A COLLECCHIO

CELEBRATO IL FIDANZAMENTO GUBBIO/PARMA. LEONARDI: “VORREMMO ARRIVARE A SPOSARCI E A MANTENERE l’UNIONE”. SU CHIBSAH: “IL SASSUOLO INSISTE, MA NOI NON MOLLIAMO…”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

4 pensieri riguardo “IL COMMERCIALISTA MAROTTA E IL MONTE STIPENDI DEL PARMA: “ANDREBBE FATTO UN MONUMENTO A CHI SE N’E’ OCCUPATO: 12.860.000 NETTI MI SEMBRANO DAVVERO POCHI PER UNA ROSA COSI’…”

  • 9 Settembre 2013 in 19:58
    Permalink

    CONSIGLIO : perchè Marotta in una operazione dinsuper trasparenza 2013 Lei e Leonardi e gli altri amministrativi non pubblicate anche gli stipendi dei dipendenti e dei collaboratori e dei terzisti che lavorano per voi. Magari anche i fornitori son contenti.
    Grazie

    • 9 Settembre 2013 in 20:46
      Permalink

      Marotta non lavora al parma calcio…. che tono astioso che ha….

  • 10 Settembre 2013 in 22:41
    Permalink

    Astioso? Lo chieda ai fornitori sig. federico se son contenti. Se le diranno di si scriveremo un bel commento ma il realismo non è astio. Meditate

    • 10 Settembre 2013 in 22:46
      Permalink

      Però, Alessio, c’è anche da dire una sacrosanta verità: i fornitori scontenti del trattamento economico che ricevono dal Parma FC, per via di ritardi o peggio, si lamentano sempre sotto traccia, senza mai metterci la faccia. Ed è troppo comodo. Bisogna anche che si assumano le proprie responsabilità, senza rifuggerle.

      Detto questo: di ritardi o peggio ne ho sentito parlare parecchio anch’io e trovo che non sia affatto corretto, anche se, purtroppo, prassi assai abituale.

      saluti

      Gmajo

I commenti sono chiusi.