IN GRAN BRETAGNA SI PARLA ANCORA DEL RECORD DEL PARMA AL CALCIOMERCATO: IL MAGAZINE “WSC” RIFERISCE DI MOLTE CRITICHE SUL PIANO ETICO E DI ASSENZA DI LEGGI RESTRITTIVE

image(gmajo) – Pietro Leonardi, nei panni di Oscar Wilde (“Bene o male, l’importante è che se ne parli…”), la settimana scorsa aveva fatto buon viso a cattivo gioco dopo il duro articolo dei Daily Mail che, a proposito del record stabilito dal club crociato con circa 300 transazioni tra entrate e uscite, (di cui per primo aveva parlato stadiotardini.it, seguito a ruota da Repubblica) aveva chiosato: “Siamo passati dal mercato dei trasferimenti dei giocatori al mercato del bestiame”. Ma in Gran Bretagna non si è smorzato l’interesse per la pesca a strascico crociata, wsc articolooggetto di un nuovo articolo apparso ieri sul When Staurday Comes, (WSC), probabilmente la fanzine calcistica più letta tra i britannici. Il pezzo firmato da Scott Johnson, in realtà, non aggiunge nulla di più – ed è decisamente meno caustico – rispetto a quello di Martin Samuel, però testimonia come non si sia abbassata l’attenzione sul singolare fenomeno che “ha generato molte critiche anche a livello etico, ma fino a che nessun’autorità interverrà con leggi restrittive il club continuerà con le sue operazioni.”

WSC HOME PAGE(di Scott Johnson, da WSC, traduzione di Simona Terzi) – In questi giorni il Parma riesce appena a sfiorare l’interesse degli osservatori occasionali della serie A attirati dal potere della Champions League. Ma negli anni ’90 la squadra del Parma era temuta in Italia ed all’estero, quando poteva annoverare nelle imagesue fila giocatori quali Buffon, Thuram, Chiesa, Crespo, Ortega e Veron; vincendo titoli prestigiosi tra i quali la Coppa Uefa 2 volte – e la Coppa delle Coppe. Nel 2004 la società Parma venne, poi a seguito delle peripezie che tutti conosciamo, dichiarata miseramente fallita per tornare poi a militare nella massima serie qualche anno dopo. Ora il Parma è al centro dell’attenzione non per le sue gesta sui campi da calcio ma per una ragione diversa. Per cercare di ovviare alla scarsità di fondi (ed alla poca partecipazione di pubblico sugli spalti), il Parma ha stabilito una drastica politica di trasferimenti che sta generando grande interesse. Il club ha creato un complesso network di squadre, accordi di comproprietà e prestiti vantaggiosi che permettono numerosi reclutamenti. Il quotidiano La Repubblica valuta che il Parma, durante la scorsa estate, abbia dato vita a circa 300 movimenti di calciatori sia in entrata che in uscita: il risultato di tali operazioni è che ora il club si trova a gestire un team con 200 giocatori in eccesso.

Naturalmente non tutti questi atleti sono in lizza per essere selezionati; il Parma mantiene il nucleo della prima squadra a circa 30 giocatori, alcuni dei quali di alto profilo tecnico come Cassano, Obi e Gargano. Circa 100 giocatori sono stati mandati a giocare in prestito a diverse squadre minori (per esempio al Gubbio in serie C1 ed al Gorica nel campionato sloveno). I giocatori sono reclutati per essere fatti crescere, se il progetto funziona il club si prende i dividendi, se invece nulla si concretizza, non si perde niente; infatti se solo l’operazione ha una percentuale di successo del 30-40%  – e perciò porta profitti –  si è colpito nel segno. Questo permette al processo operativo del Parma di continuare, fino a che ci sarà disponibilità di talenti e volontà di scambiare giocatori come fossero scorte o giacenze. Questo sistema sembra essere un prodotto del calcio italiano dove agevolazioni e affiliazioni giocano un ruolo importante nelle operazioni di trasferimento dei calciatori. Questo modus operandi del Parma ha generato molte critiche anche a livello etico, ma fino a che nessun’autorità interverrà con leggi restrittive il club continuerà con le sue operazioni.”

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

IL DAILY MAIL STRONCA IL RECORD DEL PARMA: “DAL MERCATO DEI TRASFERIMENTI DEI GIOCATORI AL MERCATO DEL BESTIAME. E LA UEFA, CHE DOVREBBE REGOLAMENTARE, NON FA NIENTE”

NEL TG DI TELEDUCATO MICHELE ANGELLA HA SPIEGATO CHI E’ MARTIN SAMUEL, IL COLUMNIST DEL DAILY MAIL CHE IERI AVEVA STRONCATO IL MERCATO DA RECORD DEL PARMA

LEONARDI RISPONDE A SAMUEL: “BENE O MALE L’IMPORTANTE E’ CHE SE NE PARLI, MA NON CI HA CAPITO NULLA…”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI RISPONDE A MAJO SUL MERCATO DA RECORD

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E IL MERCATO MINORE DA RECORD DEL PARMA: “E’ LA LEGGE DEI GRANDI NUMERI APPLICATA AL CALCIO: NON VEDO RISCHI SULLA GESTIONE ECONOMICA”

GHIRARDI PROMETTE LA TETTOIA DEI DISABILI, SVELA CHE BARILLA FORNISCE LA PASTA AL PARMA E SPIEGA LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE DA RECORD

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE CROCIATO DA RECORD

IL RECORD DEL PARMA: E’ LA SQUADRA CHE STA MOVIMENTANDO PIU’ CALCIATORI AL MERCATO. MA ALLA FINE QUANTI NE AVRA’ A LIBRO PAGA?

IL “SUPERMARKET PARMA” BENEDETTO DA REPUBBLICA: “CHI PIU’ COMPRA MENO SPENDE: UN SISTEMA SCIENTIFICO PER ANDARE AVANTI SENZA SOLDI, PUNTANDO TUTTO SUGLI SVINCOLATI”

ECCO UNA GIORNATA TIPO DELL’ATTIVISSIMO PARMA AL MERCATO MINORE

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI PARTE SECONDA. LA JUVE STABIA CI SCRIVE: “CONFERMIAMO DI AVERLO CEDUTO AL PARMA”, MA IL DS DEL LATINA INSISTE: “PRESO DALLE VESPE”

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI: LA JUVE STABIA SCRIVE DI AVERLO CEDUTO A TITOLO DEFINITIVO AL PARMA, MA E’ IL LATINA AD UFFICIALIZZARNE L’ACQUISTO DALLE VESPE…

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E LE STRANE PLUSVALENZE NEL CALCIO: “PRASSI DIFFUSA, MA SENZA DOLO SPECIFICO NON C’E’ FALSO IN BILANCIO”

IL PARMA SCEGLIERA’ DS E ALLENATORE DEL GUBBIO, CHE DIVENTERA’ LA “CANTERA” GIALLOBLU’

SATELLITE GUBBIO: NEL TG DI TELEDUCATO ANGELLA FA I NOMI DEI POSSIBILI DS E ALLENATORE SCELTI DAL PARMA (guarda il video)

SATELLITE GUBBIO / GLI UMBRI HANNO FRETTA, MA IL PARMA NICCHIA…

SATELLITE GUBBIO / LA GAZZETTA DELLO SPORT ANNUNCIA: RAGGIUNTA L’INTESA PER UN RAPPORTO BIENNALE COL PARMA. MA IL GIORNALE DELL’UMBRIA FRENA: “I TEMPI SI ALLUNGANO”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI, RISPONDE A MAJO SUL GUBBIO

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT I PROGETTI GUBBIO E NOVA GORICA: “SE TUTTO ANDRA’ IN PORTO GLI SLOVENI SI ALLENERANNO A COLLECCHIO DAL 15 GIUGNO AGLI ORDINI DI APOLLONI” – video

PARMA E GUBBIO: L’AMORE APPENA NATO E’ GIA’ FINITO? AGLI UMBRI NON E’ PIACIUTO CHE IL GIA’ PROMESSO LUCARELLI ANDASSE AL PERUGIA, E NON SONO CONTENTI DEL ‘RIMEDIO’ DI CHIARA…

IL PIANETA PARMA E I SUOI SATELLITI / CRISTIAN BUCCHI, NUOVO ALLENATORE DEL GUBBIO, HA FIRMATO IERI SERA A COLLECCHIO

CELEBRATO IL FIDANZAMENTO GUBBIO/PARMA. LEONARDI: “VORREMMO ARRIVARE A SPOSARCI E A MANTENERE l’UNIONE”. SU CHIBSAH: “IL SASSUOLO INSISTE, MA NOI NON MOLLIAMO…”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “IN GRAN BRETAGNA SI PARLA ANCORA DEL RECORD DEL PARMA AL CALCIOMERCATO: IL MAGAZINE “WSC” RIFERISCE DI MOLTE CRITICHE SUL PIANO ETICO E DI ASSENZA DI LEGGI RESTRITTIVE

  • 20 Settembre 2013 in 18:30
    Permalink

    questo sara’ l’anno dei record

  • 21 Settembre 2013 in 00:54
    Permalink

    Pur che se ne parli…..un caz…
    Non può essere che il Parma torni sulla bocca e sui giornali degli appassionati di calcio di tutta europa per questo motivo. mentre la squadra sta andando giù a picco. Leonardi oggi c’è, domani no ma il fango intorno al Parma, quello rimane.
    Una bella conferenza stampa con invitata tutta (TUTTA, anche DM e WSC) la stampa e spiegare bene, MOLTO BENE tutta la politica trasferimenti e non solo a Majo. Forse così smetteranno di scrivere questi articoli contro il Parma e magari ci si potrebbe concentrare a discutere sul fatto che sia legittimo o no avere tutti quei giocatori.

    Quello che mi incuriosisce sapere è che tipo di regola dovrebbe mettere la fifa. Max 100 giocatori over 18 di proprietà? Ok può
    funzionare. Ma sapete come si può aggirarlo? Gli altri 100 li si possono vendere con una clausola, così da avere la precedenza nel ricomprarlo.

  • 21 Settembre 2013 in 15:21
    Permalink

    Ciao Gabriele sempre attento ad ogni commento sul parma anche da fuori confine. Io credo che tutto il parlare che si sta facendo in Inghilterra non possa che intristire sempre più la situazione in cui già ci troviamo. Brutta classifica, brutto gioco, poche idee e ora anche – secondo me giuste – critiche sulla gestione dei giocatori. Trattati proprio come merce in magazzino…soprattutto x i giovani è una cosa deleteria!!! Diciamo sempre che vanno fatti crescere x avere vivai da cui pescare e poi invece senti ste cose che invece di coltivare giovani li fanno disperdere chissà dove per poi finire nel dimenticatoio se non fruttano profitti…mah!! tristezza..
    Comunque sempre complimenti al tuo blog e ai tuoi articli.
    P.s. ma Simona Terzi è la tua amica altissima…e bellissima vero?? :))))
    ciao
    Alex Ferrari

    • 21 Settembre 2013 in 15:47
      Permalink

      Esatto, Alex, Simona Terzi è la “perticona”…

  • 21 Settembre 2013 in 22:32
    Permalink

    Ma parlano gli stessi inglesi che hanno sterminato nazioni e popoli? Magari io giocassi in una squadra affiliata del Parma, certo è che di questo passo un giorno compreranno anche me… Comunque questa politica non mi piace per niente, fatto tutto a caso, senza idee, senza soldi. Diciamo che al piccolo Ghirardi jr è stato dato un giocatolo per tenerlo fuori dagli affari di famiglia, evidentemente pretendo troppo se qualche anno si comprasse anzichè vendere sempre.

I commenti sono chiusi.