L’ “INFELICE” INCIDENTE DIPLOMTICO CON LA GAZZETTA DI PARMA SI E’ CHIUSO FELICEMENTE. GRAZIE DI CUORE

gabriele majo per slide(gmajo) – L’ “infelice”  incidente diplomatico con la Gazzetta di Parma (che nell’edizione di ieri mi aveva definito “uno che di solito non risparmia valutazioni poco felici nei confronti della società del presidente Ghirardi”, nell’articolo dedicato al reportage sul dibattito sul Parma Calcio a Ravadese) si è chiuso felicemente: e io desidero dire grazie di cuore al direttore del quotidiano Giuliano Molossi che immediatamente, dopo la mia segnalazione, aveva manifestato la disponibilità ad ospitare una mia lettera di rettifica; il capo redattore Luigi Alfieri, il quale, per scusarsi dell’accaduto, non solo mi imageaveva più volte cercato ieri al telefono mentre mi recavo ad Udine, ma, non trovandomi subito, mi aveva inviato anche una e-mail; e pure Beppe Facchini, il giovane cronista che mi aveva tratteggiato “infelicemente” nel servizio, ma che non ha avuto difficoltà, in un messaggio personale che mi ha inviato e che ho particolarmente gradito, ad ammettere lo sbaglio, commesso in buona fede (“non avrei nessun motivo o interesse per ledere la tua immagine”, “volevo solo rimarcare che tra i giornalisti locali sei quello senza più peli sulla lingua”, dichiarandosi pronto ad accettare da uomo l’inevitabile lavata di testa dei suoi capi, che “essendo opportuna me la becco”). La mia lettera, oggi, è stata regolarmente pubblicata e corredata da queste imageparole, a cura della redazione cronaca: “Ovviamente non c’era nessun intento lesivo nei confronti del collega Gabriele Majo, al quale vanno le nostre scuse per le affermazioni, queste sì poco felici, contenute nel servizio”. Come hanno giustamente titolato si è trattato solo di “Uno spiacevole equivoco”, che ora può dirsi davvero chiuso, nel migliore dei modi. Ancora grazie. Ammettere un errore e chiedere venia a testa alta è dote solo dei più grandi. Gabriele Majo

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

A RAVADESE PIOVANI PROFETIZZA L’ULTIMO COLPO: QUAGLIARELLA AL POSTO DI BIABIANY. LE PREVISIONI SUL PIAZZAMENTO FINALE DEL PARMA (video e foto)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

2 pensieri riguardo “L’ “INFELICE” INCIDENTE DIPLOMTICO CON LA GAZZETTA DI PARMA SI E’ CHIUSO FELICEMENTE. GRAZIE DI CUORE

  • 2 Settembre 2013 in 21:38
    Permalink

    Onore al merito, ma gli articoli li leggono prima di pubblicarli ????

    • 3 Settembre 2013 in 10:20
      Permalink

      c’hai ragione…

I commenti sono chiusi.