LA ROSEA E IL FANTA-FLOP CASSANO

foto 2 (5)(gmajo) Pietro “Oscar Wilde” Leonardi direbbe: “Bene o male, l’importante è che se ne parli”.  Non aveva forse fatto buon viso a cattivo gioco così dopo il duro attacco del Daily Mail al suo frenetico mercato estivo, definito dal columnist Samuel “del bestiame”, per via di quei 300 trasferimenti tra entrate e uscite? E allora non tanto bene, ma anzi piuttosto male, del Parma, o meglio, del suo calciatore più rappresentativo, Antonio Cassano, il regalo del Ghiro alla Comunità crociata per il Centenario, si è parlato ieri sulla Gazzetta dello Sport di ieri, nella sezione dedicata al Magic-Campionato, il loro fantacalcio, in un pezzo firmato anche dal imagecorrispondente parmigiano Sandro Piovani (in tandem con Marco Belloro). Il titolo gridato dal foglio rosa non è lusinghiero: “18 milioni e un solo gol. Cassano guida i flop”. Chissà cosa avrà pensato il noto caratterista parmigiano Andrea Giorgi, il quale, invece, sostiene che sia un bleff… Forse non ha tutti i torti il Saltimbanco quando argomenta che c’è gente, nelle redazioni, che non vede l’ora di sparare contro il Discolo di Bari Vecchia. Certo, se poi viene sostituito dal suo allenatore all’intervallo, o se è autore di prove incolori, si facilita il compito a costoroBoni, a Calcio & Calcio, l’altra sera DSC02077era persino andato oltre paventando un complotto in città anche dei poteri forti, forse per via di quel 4 comminato da Paolo Grossi in pagella: “Ditemi, espulsi a parte, quale altro calciatore ha mai preso 4 sulla Gazzetta di Parma negli ultimi anni”. Cuore di un Variopinto: guai chi gli tocca il suo FantAntonio, a Cagliari tutt’altro che SantAntonio: mentre per Donadoni è tutto un crucifige… Chissà se anche alla Folletto la pensano come Pietro Oscar Wilde Leonardi, sul fatto che bene o male l’importante è che se ne parli: in effetti sul giornale rosa, proprio come Biabiany una settimana fa (per via della fantomatica pista di mercato che porterebbe il Fulmine Biondo in bianconero) c’è finita una foto del logo del noto prodotto della Vorwerk sul petto crociato, stavolta, di Cassano, ma credo che loro aspirino (aspirare, verbo che ben si addice al Folletto…) ad essere accostati a qualcosa di vincente, imagenon a un flop. Ma lo stesso Plenipotenziario sa bene quanto sarebbe importante per gli sponsor ricevere dalla squadra che sostengono – peraltro in tempi difficili – maggiori soddisfazioni: lo aveva detto lui stesso dopo la presentazione di un altro importante partner, Meta Energia. Insomma, un motivo in più per cercare di cavar fuori stasera i primi tre punti e spazzar via quel clima di delusione che aleggia attorno alla squadra. E per far sì che, fantacalcio o meno, non si finisca sulla Gazzetta dello Sport come dei flop… Ma, a proposito di Cassano al  Fantacalcio, il nostro esperto Emanuele Muto di fantapazz.com invita ad avere pazienza: “Diamo ancora un paio di chance a Fantantonio…”.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LEONARDI RISPONDE A SAMUEL: “BENE O MALE L’IMPORTANTE E’ CHE SE NE PARLI, MA NON CI HA CAPITO NULLA…” E A ZAZZARONI: “NON ASPETTARE CHE RETROCEDIAMO, DICCI PRIMA COSA NON VA”

L’ELEMOSINA JUVENTINA PER BIABIANY: 2-3 MILIONI PIU’ UNO TRA PADOIN E DE CEGLIE

IL PARMA E’ GIU’ COME IL PETROLIO? NIENTE PAURA, CI PENSA “META ENERGIA”. LEONARDI E LA QUESTIONE ARBITRALE: “NIENTE ALIBI, NON SONO PER NULLA CONTENTO DELLA PRESTAZIONE DI UDINE”

FANTAIMPAZZIAMO CON IL PARMA /FANTAPAZZ.COM SUGGERISCE DI SCHIERARE BIABIANY E SANSONE, MA NON PAROLO

CALCIO & CALCIO / TULLO BARONI: “CAPITAN LUCARELLI, A INIZIO RIPRESA, HA RADUNATO IN CAMPO I SUOI COMPAGNI PER SPRORNARLI. MA NELLO SPOGLIATOIO NON SI PUO’ PARLARE?”

CALCIO & CALCIO – Il video integrale della puntata di ieri sera del talk show di Teleducato, e la fotogallery amatoriale dal backstage con Francesca Goni

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

4 pensieri riguardo “LA ROSEA E IL FANTA-FLOP CASSANO

  • 25 Settembre 2013 in 13:34
    Permalink

    bè è il destino dei giocatori importanti far parlare di sè nel bene e nel male……certo poi bisognerebbe disquisire sul rendimento del giocatore valutando quanto di suo ci sia nella negatività delle sue apparizioni./(che poi …solo a catania le altre si è visto che è ancora presente anche se un pò indietro di “gamba”) e quanto influisca un modulo non adeguato,composto da uomini inadeguati figlio di un mercato illogico che come rimanrco sempre è stato impreziosito si dall arrivo di cassano ma che poi non ha seguito un filo logico per favorirne l innesto in squadra e poter beneficiare del suo estro….solite cose la squadra aveva bsogno di altro e non di cassano per essere miglioartas IN TUTTI I SUOI REPARTI…..ora invece si pretende da Cassano di prendere per mano il parma e tirarlo fuori dai bassifondi ma….il parma è “cassanocentrico2 a parole ma non con i fatti……..ora l unica e ultima variante che si può provare è il cambiamento del modulo dal 3 5 2 che la rosea ha indicato oggi sulle sue pagine al tanto invocato da majo 4 2 3 1 MODULO MAGARI UN Pò RISCHIOSO PER UNA SQUADRA DELLA DIMENSIONE DEL PARMA …( forse cassano byabia e sansone contemporanamente in campo può causare problemi d equilibrio chiaramente è un modulo che non adotterei contro juve milan fiorentina roma in trasferta)PERò è IL MOMENTO DI OSARE…..perchè cassano ora ce l abbiamo e bisogna ragionare intorno a lui ….può ancora dare questo giocatore quindi cerchiamo di attingere……certo se anche cambiando modulo dovesse andare male…….non abbiamo nessuno a cui poterci attacare .

  • 25 Settembre 2013 in 14:16
    Permalink

    e paletta ? esiste ancora ? no perche’ qualcuno pensava di rivederlo contro l’udinese,va be che ci giochiamo contro anche al ritorno…..

  • 25 Settembre 2013 in 19:36
    Permalink

    Io penso che Antonio Cassano possa dare molto al Parma. fantacalcisticamente parlando nei suoi anni migliori ha fornito ottime prove nella prima parte di campionato….va comunque detto che dopo tante stagioni quest’anno Fantantonio ha fatto per bene la preparazione e quindi io sono certo che il entrerà a breve in forma per la gioia dei tifosi gialloblù e dei fantallenatori che hanno investito su di lui.

    • 25 Settembre 2013 in 21:37
      Permalink

      stasera sta giocando benissimo 🙂

I commenti sono chiusi.