PARMA-SASSUOLO DEDICATA ALLA TRAVERSATA IN HANDBIKE DELLA TANZANIA DI NORBERTO DE ANGELIS. Il video della conferenza stampa di presentazione

 

Il Parma FC ha sposato lo spirito dell’impresa di Norberto De Angelis e il prossimo 6 ottobre 2013 dedicherà la partita di campionato contro il Sassuolo a LESS IN MORE, il progetto per cui Norberto partirà per la Tanzania a metà ottobre per attraversarla in handbike. Il video della conferenza stampa della presentazione alla quale sono intervenuti: Pietro Leonardi (Amm. Del. Parma FC), Mirco Levati (Resp. Rel. Esterne Parma FC), Giovanni Marani (assessore allo sport del Comune di Parma), Patrizia Farolini (Presidente CEFA Onlus), Norberto De Angelis, handbiker, testimone CEFA Onlus.

WWW.NORBERTODEANGELIS.COM

image

 www.cefaonlus.it

image

 www.cefaonlus.it/come-aiutarci/less-is-more-iii.asp

image

www.facebook.com/LessIsMoreLaTraversataInHandbikeDellaTanzania?fref=t

image

IL COMUNICATO STAMPA DEL COMUNE DI PARMA

IL PARMA CALCIO E IL COMUNE DI PARMA CON NORBERTO DE ANGELIS PER LESS IS MORE

L’impresa in handbike di un disabile per i disabili

Il PARMA FC ha sposato lo spirito dell’impresa di Norberto De Angelis e il prossimo 6 ottobre dedicherà la partita di campionato contro il Sassuolo a LESS IS MORE, il progetto per cui Norberto partirà per la Tanzania a metà ottobre per attraversarla in handbike.

Il progetto è patrocinato dal Comune di Parma, Assessorato allo sport.

LESS IS MORE è un progetto di CEFA Onlus – il seme della solidarietà, che dal 2009 si occupa di disabili in Tanzania intervenendo su molteplici aspetti: dall’istruzione all’assistenza fisioterapica, dalla formazione e l’inserimento professionale alla sensibilizzazione e informazione.

La prossima impresa di Norberto sarà ancora una volta dedicata alla solidarietà in favore dei disabili: al suo fianco avrà idealmente il Comune di Parma e il Parma Calcio, che dedicherà al sostegno di De Angelis la prossima sfida casalinga di campionato di domenica con il Sassuolo.

L’iniziativa è stata presentata al Centro Sportivo del Parma a Collecchio dall’amministratore delegato del Parma Calcio Pietro Leonardi e dal responsabile relazioni esterne Mirco Levati, insieme all’assessore allo sport del Comune di Parma Giovanni Marani, allo stesso Norberto de Angelis e alla presidente di CEFA onlus Patrizia Farolini.

“Norberto è un testimonial di Parma nel mondo – ha affermato l’assessore Marani – e incarna perfettamente i tanti progetti della nostra città legati allo sport per i diversamente abili”. “In Tanzania farà da ponte con il nostro mondo “, ha rilevato a sua volta la Farolini, mentre Mirco Levati ha detto che “ la domenica allo stadio sarà dedicata a questa iniziativa, con il video che scorrerà sul maxi schermo, tutta la società coinvolta e Norberto presente come ospite d’onore”.

La storia di Norberto

Norberto De Angelis percorrerà 800 km da sud a nord per esprimere solidarietà alla sua maniera: con lo spirito sportivo. Infatti, all’apice della sua carriera nella nazionale italiana di football americano partì per la Tanzania per svolgere un periodo di volontariato. Lì rimase vittime di un incidente stradale che gli causò la perdita dell’uso delle gambe.

Da quel momento vive una nuova vita: se le gambe non potevano offrirgli ancora strada da percorrere e placcaggi in Nazionale, le sue braccia invece sì: ecco allora la passione per lo sport e le sfide sulla sua handbike.

Norberto De Angelis è un “recordman”: è l’unico handbiker al mondo ad aver percorso la route66, provando a se stesso nuove possibilità e adesso le stesse possibilità vuole offrirle a tutti e per questo la prossima strada da percorrere in handbike sarà quella tanzaniana: contro un pregiudizio che immobilizza molto più di una mancanza fisica.

In Tanzania, infatti, i disabili non affrontano solo la difficoltà della loro condizione ma si devono confrontare con una società che li ostacola, che li emargina per superstizione o, più cinicamente, perché li considera inabili a contribuire al proprio sostentamento e degli altri, in un contesto dove la fame e la malnutrizione sono problemi che non sono ancora dimenticabili.

Norberto De Angelis ha deciso di sfidare i tabù attraverso la sua impresa in handbike: chi, lungo il tragitto, assisterà al suo passaggio non potrà che constatare che si è egualmente capaci di vivere per se stessi e anche per gli altri, come sta facendo lui.

La missione di “Less is more”

Consci degli importanti risultati che il progetto LESS IS MORE ha ottenuto, Norberto vuole aiutarci a portarlo avanti: ogni anno 110 persone ricevono assistenza fisioterapica; 65 ricevono visite mediche domiciliari; 45 persone non vedenti frequentano training di orientamento; 100 bambini frequentano lezioni in classi di supporto e partecipano ad attività ricreative e didattiche, mentre oltre 100 adulti possono incrementare le loro opportunità di reddito seguendo corsi di formazione professionale che gli consentono di trovare un impiego. L’inserimento nel mondo del lavoro, infatti, non significa soltanto reddito ma rappresenta soprattutto autonomia.

“La nostra iniziativa – ha rilevato Patrizia Farolini – è piaciuta al Comitato Italiano Paralimpico che ha voluto sposarla decidendo di patrocinarla per abbracciare un concetto di solidarietà che coinvolga tutti rendendola esperienza di vita, come fa il CEFA e come ha deciso di fare Norberto De Angelis. Non ci resta che ringraziare Norberto e auguragli buon viaggio!”.

www.cefaonlus.it – Tel. 051.520285 Fax 051.520712 – Via Lame 118 40122 Bologna

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.