domenica, Giugno 23, 2024
Calcio & CalcioIn EvidenzaNews

CALCIO & CALCIO PIU’– DOPO L’ALLARME ROSSO LANCIATO IERI SERA DA GHIRARDI CI SI E’ CHIESTO CHI POSSA ESSERE IL SOSTITUTO IDEALE DI LEONARDI: IMBORGIA? GASPARIN?

(Evaristo Cipriani) – DEL DOMAN NON V’E’ CERTEZZA – Le dichiarazioni, stile Lorenzo il Magnifico, di Tommaso Ghirardi, rilasciate ieri pomeriggio, a margine della presentazione del volume sul centenario del Parma alla Libreria Feltrinelli di via Farini, hanno acceso lo studio di Calcio & Calcio Più, in onda ieri sera con la decima puntata. Il presidente, dopo aver fatto sapere che non sarà facile trattenere Leonardi a fine stagione, dato che il dirigente per Parma è un lusso ed è ambito da altre importanti società  (salvo poi tentare di correggere il tiro oggi parlando con tuttomercatoweb.com), si è anche lamentato delle polemiche presenti nell’ambiente e ha invitato tutti a godersi questa stagione, perché per il futuro bisogna fare i conti con la crisi economica e dunque chissà cosa potrà accadere. “Basta lamentarsi! – gli ha però replicato secco il direttore di stadiotardini.it  Gabriele Majo – di quali polemiche si lamenta ancora il presidente?”. “Che cosa vuol imagedire Ghirardi?” gli ha fatto eco il conduttore Michele Angella, rimarcando come la piazza parmigiana sia molto più tranquilla e serena di tante altre e come le critiche rivolte a Ghirardi in alcune occasioni da stampa o pubblico fossero minoritarie oltre che normali in una dialettica calcistica.

DSC08404DA LEONARDI A IMBORGIA? – Nel corso della puntata si è discusso anche del possibile (o probabile?) addio di Leonardi a fine stagione. L’AD è nel mirino sia del Milan che della Fiorentina, oltre ad essere pure sotto la lente di Thohir. Lo stesso Ghirardi, prima della semi-marcia indietro odierna, non ha smentito una possibile partenza di Leonardi, anzi aveva detto che sarà difficile trattenerlo. Angella ha così domandato quale sarebbe DSCF8372la soluzione migliore per il futuro. Enrico Boni, che ha ricordato come da tempo immemorabile avesse avvertito che questa sarebbe stata l’ultima stagione di Leonardi a Parma, ha proposto il nome di Sergio Gasparin (ex Samp e Catania), mentre il Columnist di StadioTardini.it Luca Russo ha parlato, rammaricandosi che sia sotto contratto con l’Atalanta, di Pierpaolo Marino oppure di un nome emergente pescato nelle categorie inferiori. Majo si è chiesto: “Che senso avrebbe per Leonardi abbandonare il Parma dopo aver messo in piedi tutta l’architettura DSC08408dei 300 giocatori movimentati in estate e delle collaborazioni con diverse società italiane e straniere? La continuità potrebbe esser garantita da Antonino Imborgia, attuale collaboratore di Leonardi per il mercato, ma uomo con competenze manageriali, che potrebbe raccoglierne il testimone”. Secondo lo stesso Majo, Preiti, invece, più facilmente potrebbe seguire Leonardi nella sua nuova eventuale esperienza.

DSCF8346CHE BARBA CHE NOIA – Secondo Enrico Boni Cassano (e la moglie Carolina) a Parma si annoierebbero a morte: “Sono come Sandra e Raimondo, che barba che noia” ha detto il Saltimbanco, mostrando una foto della celebre coppia artistica. Per Boni se il Besiktas (come riportato nelle ultime ore dalla stampa turca) dovesse proporre a Cassano un’offerta sostanziosa e concreta, FantAntonio se ne andrebbe di corsa: “Volete mettere DSCF8348gli stimoli di Istanbul? All’aeroporto ci sarebbero migliaia di persone ad accoglierlo e poi al Besiktas ad ogni allenamento ci sono 2.000 tifosi in media, qui non c’è mai nessuno!”. Boni ha anche ribadito che, a suo modo di vedere, la società  sta gestendo male Cassano sotto il profilo del marketing e della comunicazione:Cassano dovrebbe essere sfruttato di più, invece lo tengono relegato in una teca, hanno paura di mostrarlo e di metterlo in contatto con la città”. slide calcio e calcio più Per Angella “se il Besiktas porta 10 milioni di Euro al Parma se ne può parlare, diversamente non ci sediamo nemmeno al tavolo della trattativa”. Per Majo ne basterebbero meno, “anche se non sarebbe certo d’immagine far partire a gennaio l’acquisto simbolo del Centenario”.

DSC08410L’EROE DEI DUE MONDI – Passando alle vicende di campo e parlando della partita di sabato a Napoli, Angella ha presentato in grafica una formazione rivoluzionaria, almeno per quanto riguarda l’assetto tattico: 4-3-3 con Biabiany Cassano e Sansone davanti. Un’ipotesi che nasce sia da alcune indicazioni emerse dall’allenamento di martedì (quello spiato dal Mister di stadiotardini.it e, forse, da uno 007 campano, anche se Benitez non è Mazzarri, specialista in Spy-Story), sia dal fatto che Donadoni DSCF8366sta effettuando sedute a porte chiuse a gò gò. Nella squadra proposta non c’era il nome di Walter Gargano, l’eroe dei due mondi, assente da Collecchio dallo scorso 8 novembre per gli impegni con la Nazionale e a disposizione di Donadoni solo da domani. Un’esclusione che ha fatto scattare il raptus a Boni: “Gargano deve giocare – ha detto ad altissima voce  il Saltimbanco – non è stato mica in vacanza, cosa me ne frega del viaggio intercontinentale?!?! Gargano ci DSCF8357tiene moltissimo a giocare contro il Napoli, è come un toro che vede il rosso, escluderlo sarebbe un suicidio”. Dal capoluogo partenopeo intervento telefonico del giornalista di Radio Kiss Kiss Diego De Luca: “Escludo categoricamente che Gargano a gennaio possa rientrare al Napoli, le voci emerse nei giorni scorsi non hanno fondamento”. Lo stesso De Luca ha garantito che quello di sabato sarà un Napoli senza turn over: Higuin sarà in campo dal primo minuto, Benitez non vuole cali di tensione”.

DSCF8343L’ASSE PARMA-GENOA – Sul fronte mercato oltre a Cassano si è parlato anche delle voci che vedrebbero a gennaio un possibile scambio sull’asse Parma-Genoa: Sansone (graditissimo a Gasperini) in rossoblù con Ciccio Lodi in Emilia. Se Angella si è detto favorevole, contrario invece, Majo: “Questa squadra può fare a meno del regista, il modulo migliore è il 4-2-3-1 che è in grado di valorizzare al meglio Sansone, finora penalizzato per la decisione di insistere sugli over 30 Marchionni e Valdes in cabina di regia.”. Dettato invece dai precedenti poco soddisfacenti il no di Boni: “Basta affari con Preziosi, con Palladino e Modesto ha fregato perfino Leonardi…”.

CLICCA QUI PER VEDERE LA WEB REGISTRAZIONE DELLA PUNTATA

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

GHIRARDI E LA PILLOLA DEL GIORNO DOPO: “IO FARO’ SEMPRE IL POSSIBILE PER TRATTENERE LEONARDI”

GHIRARDI: “LEONARDI E’ UN LUSSO PER IL PARMA. IO L’HO TRATTENUTO TANTE VOLTE: NON SO SE RIUSCIRO’ A TRATTENERLO”

GHIRARDI: “SUBISCO DELLE CRITICHE DA PERSONE CHE NON SO NEANCHE CHE QUALIFICA ABBIANO. LEONARDI? DOPO QUESTE POLEMICHE NON SO SE RIUSCIRO’ A TRATTENERLO”

ANGELLA CHIOSA LO SFOGO DI GHIRARDI: “LA PIAZZA HA SEMPRE RICONOSCIUTO I SUOI SFORZI E GLIENE E’ GRATA: LAMENTARSI DELL’AMBIENTE PARMA E’ FUORI LUOGO”

GHIRARDI: “C’E’ UNA CRISI ECONOMICA FORTE: PERCIO’ GODIAMOCI QUESTO ANNO, POI IL FUTURO SI VEDRA”

CALCIO & CALCIO PIU’ – Il video integrale della puntata di ieri sera del talk show di Teleducato e la fotogallery amatoriale dal backstage

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".