E NON CI SI PUO’ NEANCHE CONSOLARE CON LA PRIMAVERA: PARMA-JUVENTUS 2-3

image (12)(Evaristo Cipriani) – Parma-Juventus prima di Parma-Juventus. Alle 14:30 è andata in scena la sfida tra le squadre Primavera dei due club che sarebbero scesi in campo alle 18 nell’anticipo dell’undicesima giornata di Serie A. Un’altra vittoria della Vecchia Signora, evidentemente portatrice di cattivi presagi in vista del match del Tardini. A Collecchio i ragazzi di Fausto Pizzi sono infatti stati sconfitti 3-2 dai bianconeri di Andrea Zanchetta, al termine di un match ricco di colpi di scena e per certi versi ben più divertente di quello che costituiva il piatto forte della giornata. Nel primo image (16)tempo, gran prestazione degli ospiti che vanno in crescendo e al 20’ passano con uno splendido taglio di Otin Lafuente, bravo ad insaccare di sinistro su un assist di prima del roccioso Sakor. Il Parma fatica a rientrare in partita nonostante un diagonale fuori di un soffio di Bottino sul finire del primo tempo, ma a cambiare il match pensano i due reduci del Mondiale Under 17. Al 54’ Pizzi rimpiazza Bottino e Boscolo con Cerri e Haraslin, dopo un minuto è già 1-1. Haraslin serve Cerri, il image (8)quale a sua volta mette in porta Dias Consulin, perfetto nella stoccata. La Juventus va in panne e il Parma si esalta. Al 67’ arriva addirittura il vantaggio crociato. Mauri smarca Cerri con un colpo di tacco semplicemente geniale e il bomber risponde a dovere, sparando in porta una bomba precisa che si infila sotto l’angolino basso. Il centravanti va sotto lo spicchio di tribuna dov’erano accorsi parenti e amici, gridando fuori tutta la gioia e la voglia di riscatto dopo la delusione del Mondiale Under 17. Ma non è finita. Perché nel finale Zanchetta rivoluziona la formazione con i tre cambi e il Parma sembra accusare un certo calo fisico, specie in difesa dove Zagnoni cede image (20)per crampi e Sall (gran prestazione la sua) è costretto a rimanere in campo nonostante una brutta botta. Al 78’ Penna trova così il pareggio sugli sviluppi di un corner e al 92’ il subentrato Tavanti insacca da un passo il definitivo 2-3, con il debuttante Coric che non esce come nell’occasione del pareggio bianconero. Una beffa bella e buona, specie se si considera la parata miracolosa di Vannucchi su Cerri sul punteggio di 2-2.

 

CAMPIONATO PRIMAVERA / PARMA-JUVENTUS 2-3 / IL TABELLINO

Marcatori: Otin Lafuente (J) al 20’pt; Dias Consulin (P) all’11, Cerri (P) al 22′, Penna (J) al 35′, Tavanti (J) al 47’st

PARMA (4-3-3): Coric 5; Zagnoni 6,5 (31’st Esposito 6), Koné 6,5, Sall 7, Pipoli 5,5; Bottino 6 (9’st Haraslin 6,5), Mauri 7, Nyantakyi 5; Lombardi 5,5, Boscolo 5 (9’st Cerri 7,5), Dias Consulin 6. All. Pizzi 6.

JUVENTUS (4-2-3-1): Vannucchi 7; Untersee 5,5, Penna  6, Garcia 6,5, Barlocco 6,5; Sakor 6,5, Emmanuello 5,5; Donis 5,5, Mattiello 6 (15’st Ceria 6), Otin Lafuente 7 (28’st Tavanti 6,5); Buena Casa 6,5 (21’st Soumah 6,5). All. Zanchetta 6,5.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.