lunedì, Febbraio 26, 2024
In EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

JUMPING PARMA / IL REFERTO DELL’ARBITRO MATTEO AGOLETTI E LA CLIP DI MARCO REPETTI CON I RIGORI DECISIVI DELLA PARTITA (BLU-GIALLI 9-8)

Jumping PALACASSA(Matteo Agoletti, foto di Marco Repetti) – Tanti campioni dello sport ieri sera al  PalaCassa  di Parma, pronti a sfidarsi sul campo di calcio, dove fino a pochi istanti prima il pubblico presente aveva potuto ammirare cavalli e cavalieri provenienti da tutto il mondo. L’importante iniziativa della durata di tre giorni,organizzata da Hernan ed Alessia Crespo, ha voluto così celebrare anche il calcio con una gara di Jumping PALACASSAbeneficenza dove i proventi della vendita delle magliette dei giocatori saranno devoluti a “Save the Children”.  E così per un arbitro come me, da sempre amante del calcio e grande tifoso del Parma, è stata una grandissima emozione dirigere un incontro dove a fronteggiarsi sono stati grandi campioni che fino a qualche anno fa giocavano nei più importanti stadi d’Italia e del mondo. E così – dopo l’ingresso in campo con ovazione del pubblico e presentazione ufficiale da parte dello speaker della Jumping PALACASSAmanifestazione, il notissimo Carlo Chiesa – al momento del sorteggio i capitani delle due squadre si sono presentati davanti a me. Sotto la guida di Hernan Crespo, padrone di casa, da una parte Dino Baggio per i gialli e dall’altra Diego Fuser per i blu. Ovviamente ad assisterli i portieri delle due formazioni, Matteo Guardalben, indimenticato difensore della porta del Parma e Francesco Toldo, grande portiere di Fiorentina ed Inter. La moneta cade Jumping PALACASSAdalla parte prescelta da Baggio che sceglie il campo e quindi i blu si apprestano a battere il calcio di inizio. Sul pallone Diego Fuser e un altro bomber Pippo Maniero. Gara molto corretta giocata da ambo le parti, primo tempo a ritmi più elevati rispetto al secondo. Per i gialli buona l’intesa tra Crespo e Sosa, sempre pronti a lanciare qualche pericolosa azione offensiva e dalle retrovie buona la sicurezza e la prestanza di Dino Baggio, anche se risentiva di uno stiramento che non gli permetteva troppa velocità, al contrario di Jumping PALACASSAPaolo Vanoli che sulla fascia sinistra ha difeso e portato avanti molti palloni. Molto bravi a recuperare palla anche Pessoa e Guerdat. In panchina i tecnici Chimirri e Rossi hanno dato una buona impostazione di gioco mirante al possesso palla e alle verticalizzazioni per Crespo e Sosa. Tra i blu molto bene Diego Fuser autore anche di un gol in palleggio al volo e Pippo Maniero in zona offensiva. Bravo anche Brocchi, intelligenti le giocate e Jumping PALACASSAgli spunti di Rivetti per Bernardes e Panerai. Dalla panchina mister Chiaudani ha impartito uno schema di gioco efficace nelle ripartenze, capace di sfruttare al meglio il contropiede. I portieri si sono spesso cambiati di ruolo, nel senso che hanno cambiato la porta da difendere. Sempre attento Guardalben nelle uscite e nella palle alte. Francesco Toldo si è avventurato invece in diversi dribbling tanto da andare anche in zona tiro Jumping PALACASSAspecie nel primo tempo. Nel secondo invece per alcuni minuti ha giocato addirittura fuori dai pali. Il primo tempo finisce 4 – 4 con i blu in rimonta allo scadere. Nel secondo tempo sono i blu a passare avanti di due reti, ma poi vengono raggiunti ed a segnare è proprio Crespo e il commento in diretta di Carlo Chiesa non può che essere Herrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrrnaaaaan Crespo! Come il gol definitivo alla Juve. La gara termina in parità, si Jumping PALACASSAdecide così di procedere con i rigori e dal dischetto sono i cavalieri a sfidarsi per cercare di segnare a Toldo e Guardalben. Alla fine ne entra solo uno per i blu e così proprio i blu si aggiudicano il primo trofeo Jumping Parma. Il terzo tempo si svolge negli spogliatoi, tutti insieme, tra i saluti e gli autografi per il pubblico e sulle magliette per “Save the Children”. Una grande serata di sport per beneficenza tra campioni sul campo e nella vita. L’arbitro Matteo Agoletti

image

CLICCA QUI PER VEDERE LA VIDEO INTERVISTA ALL’ARBITRO AGOLETTI DI G.MAJO

IL REFERTO DELL’ARBITRO MATTEO AGOLETTI

Arbitro designato: Matteo Agoletti (Parma)

Gara: Gialli – Blu (vecchie glorie del calcio e cavalieri)

Categoria: Campioni

Campo: PalaCassa di Parma (già testato dai cavalli)

Orario: 21.00

Tempi: 2 x 20’

Recupero: 1’

Risultato: 8 – 9 (dopo i calci di rigore)

Giocatori espulsi: nessuno

Giocatori ammoniti: al 15’ della ripresa il n.1 della squadra Blu, Francesco Toldo, perché se pur col pallone a distanza di gioco, tratteneva per la maglietta l’avversario (Hernan Crespo) vicino all’out sinistro, fuori dalla propria area di rigore.

Comportamento dei dirigenti: Normale

Comportamento del pubblico: Normale

Eventuali osservazioni sul terreno di gioco: terreno di gioco molto insidioso, simile ad una spiaggia. Da una parte ha premiato lo spettacolo, dall’altra ha fatto faticare i giocatori.

La gara è iniziata alle 21.30 causa il ritardo imputabile a qualche cavallo nel protrarsi nell’attività di salto.

Note: A bordo campo presente Alessia Crespo, presidente di “Jumping Parma”.

LA CLIP DI MARCO REPETTI CON I RIGORI DECISIVI

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

JUMPING PARMA / LE EMOZIONI DELL’ARBITRO MATTEO AGOLETTI NEL DIRIGERE CRESPO, DINO BAGGIO, FUSER & C. – Video intervista di Gabriele Majo

JUMPING PARMA / ALESSIA ROSSI ED HERNAN CRESPO RINGRAZIANO PARMA DOPO LA PRIMA GIORNATA DEL CONCORSO IPPICO INTERNAZIONALE. IL PROGRAMMA DI OGGI, SABATO 23.11.2013

JUMPING PARMA / I VIDEO DELLA PARTITA DI CALCIO CON LE EX GLORIE E I CAVALIERI COMMENTATA DA CARLO CHIESA E CARLO ROTUNNO

A JUMPING LA PARTITA DI CALCIO CON EX GLORIE E CAVALIERI – Fotogallery di Marco Repetti

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".