venerdì, Luglio 19, 2024
News

SECONDO EUROSPORT I 100 GOL DI CASSANO SONO 99: NON VA CONTEGGIATO QUELLO AL CHIEVO DEL 10 FEBBRAIO SCORSO, CHE E’ UN’AUTORETE DI PUGGIONI

image(gmajo) – Stamani la Gazzetta di Parma, in un servizio del capo servizio Paolo Emilio Pacciani, ha celebrato i 100 gol in serie A di Antonio Cassano. La perla centenaria (nell’anno del Centenario) della sua collana, il Discolo l’ha infilata al San Paolo di Napoli, regalando la prima vittoria in trasferta stagionale ai neri attraversati dalla banda trasversale gialloblù. Il quotidiano locale ha pubblicato anche la tabella con tutte le gemme, aggiungendone pure un’altra (di tabelle) che certifica in 137 le segnature complessive di FantAntonio, incluse le due imagein Spagna, e 35 tra Nazionale (10), Coppa Italia (10) e Coppe Europee (15). Stamani, tuttavia, Eurosport – che al lunedì propone Eurostats, la rubrica di statistiche applicate al calcio in collaborazione con l’agenzia specializzata Opta – ha invece sancito che le reti di Cassano in serie A sono, con quella di sabato, “solo” 99, proprio come il numero di maglia preferito del top player ducale. “Si avvicina alle 100 in serie A, Antonio Cassano: quella di Napoli, infatti, è la rete numero 99 nella massima divisione, e non la 100: ad ogni modo è quella che ha messo fine alla imbattibilità interna degli azzurri dopo ben 16 partite cassano eurosport 99 gol 2di campionato”. Così quanto pronunziato, nel suo servizio (vedi video sotto), dal giornalista Mattia Fontana. Ma StadioTardini.it è in grado di svelarvi l’arcano: la Lega Calcio, infatti, non ha conteggiato, giustamente, la realizzazione di Cassano del 10 febbraio scorso, in Inter-Chievo della stagione 2012-13, considerandola una autorete del portiere Puggioni, in base alla normativa Fifa che recita: “è da considerarsi autogol un tiro che cassano eurosport 99 golfinisce su uno dei legni, torna in campo e viene spinto in rete da uno dei difendenti”. La decisione della Gazzetta dello Sport (che potrebbe essere all’origine del falso storico delle 100 reti di Cassano, codificata da altre fonti) di attribuire, comunque, quel gol a FantAntonio era stata assai contestata dalla comunità dei fantacalcisti (che fa solo rima con fancazzisti), come testimonia, ad esempio, questo commento di tale “T3ph3r3th”, nella imagecommunity di Gazzetta.it: “E’ finita. punto. è stata la più grossa porcata in 20 anni di fantacalcio. non era un episodio dubbio ed era una casistica con immagini chiare e nitide, hanno sovvertito una regola che fino ad oggi loro stessi avevano applicato. Una regola semplice e chiara come la luce del sole che può far empiricamente e matematicamente decidere la paternità di una rete. Nella nostra lega sono sicuro che tutti e 10 i partecipanti sarebbero d’accordo perché è lampante, ma purtroppo abbiamo deciso di far fede ai tabellini Gazzetta e di non cambiare prima questa testata come riferimento anche se ne parliamo da anni. L’unica cosa positiva è che questo episodio senza precedenti (ripeto, non si tratta di un gol dubbio o di un arbitro che convalida un gol che non è entrato: Cassano quel gol non lo fa, è stato riconosciuto prontamente dal mondo tranne che da loro) ci convincerà ad abbandonare finalmente la rosa in favore di fantagazzetta. Un episodio spiacevolissimo e, mi sento di dire senza ombra di smentita, in malafede. Mi pare impossibile che abbiano deciso di ignorare le immagini, i regolamenti e le migliaia di proteste pervenutegli da ieri sera ad oggi. Hanno continuato nel gioco delle 3 scimmiette non vedo, non sento, non parlo per una qualche convenienza. Punto e basta. Rassegniamoci e cambiamo testata”. In un successivo commento, lo stesso autore aggiungeva: “Oltretutto c’è il precedente di poche settimane fa dell’autogol di Brkic in Udinese-Fiorentina giustamente assegnato come tale. Non sto a ricordarvi che a queste decisioni sia legato un concorso a premi e a pagamento e la cosa potrebbe spingersi oltre alle solite disquisizione da lunedì… Oltretutto non credo sia di vostro interesse né dei vostri lettori dare l’idea di faziosità e che per voi Cassano conta più di un “Rodriguez qualsiasi”.” La Gazzetta dello Sport  non prese posizione al riguardo, salvo a chi perdeva tempo nel compilare l’apposito form, rispondere così attraverso un generico autoresponder : “Gentile lettore, per quel che riguarda i voti ti ricordiamo che, come previsto dal regolamento del gioco relativamente alle ammonizioni-espulsioni-AUTORI DEI GOL, i dati validi sono solo quelli pubblicati nei tabellini e nelle pagelle dell’inviato e non possono in alcun caso subire modifiche. Ad ogni modo inoltriamo la tua cortese critica alla redazione calcio competente. Saluti, lo staff di Gazzetta.it”.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

7 pensieri riguardo “SECONDO EUROSPORT I 100 GOL DI CASSANO SONO 99: NON VA CONTEGGIATO QUELLO AL CHIEVO DEL 10 FEBBRAIO SCORSO, CHE E’ UN’AUTORETE DI PUGGIONI

  • Francesco

    Certo che è il 99, anche perché il 100 arriverà sabato nel derby o meglio ancora quando festeggeremo anche noi i 100 ann!!!!

    • Essì, però è stato già celebrato come il numero 100…

      Cordialmente

      Gmajo

  • Emanuele Muto

    Eh si sono 99, l episodio di Inter Chievo accese mille e più discussioni infiammando anche molti fantallenatori . Purtroppo negli ultimi anni la GDS ha assegnato reti molto discutibili non prendendo in considerazione lega calcio e FIFA e così oggi hanno fatto un’altra figuraccia…..sono lontani i tempi del grande CANNAVO’!

    • Il fatto gli è che quella figuraccia non l’ha fatta solo la GdS, ma tutti coloro che sono andati a ruota celebrando per 100° il gol numero 99, anche se, stando a quanto scrive l’ “istituto Luce” è lo stesso FantAntonio a considerarlo il centesimo “perché racconta che nello scorso campionato, in una partita tra Inter e Chievo una sua sacrosanta rete gli fu segnata come autogol”. Sacrosanta? Mi sa che la community dei fantacalcisti la pensi un po’ differentemente dal Discolo… E pure le norme Fifa…
      Cordialmente

      Gmajo

  • In un servizio tv (non ricordo quale emittente) mettevano in dubbio un gol di Cassano fatto con la maglia della Sampdoria, ho visto il servizio di sfuggita e non ricordo quale fosse la partita.
    Anche qui era in discussione se assegnarlo a lui o classificarlo come autorete.

  • Gabriele

    La GDS non ha assegnato neppure il gol a Di Natale in Udinese – Genoa (punizione di prima deviata) mentre la Lega si. Le continue modifiche/direttive regolamentari (Fifa e non) hanno aumentato la confusione già esistente.
    Quello di inter – Chievo fu tutto tranne che goal di Cassano..

  • Emanuele Muto

    Per non parlare del discusso episodio di Gabbiadini….

I commenti sono chiusi.