domenica, Giugno 23, 2024
NewsUn uomo in due maglie

UN UOMO IN DUE MAGLIE / ADAILTON TRA PARMA E BOLOGNA

(Luca Savarese) – Adailton Martins Bolzan, classe 1977, meglio conosciuto come Adailton è stato un brasiliano che ha giocato sia con i colori crociati che con la veste felsinea: certo molto di più con il Bologna che con il Parma con il quale vanta appena 13 presenze. Andiamo per un attimo al 1997, mentre le nazionali maggiori di Italia e Brasile fanno prove tecniche di mondiale in terra francese con il torneo di Francia, (quella kermesse nella quale Roberto Carlos tracciò quel siluro a giro che sconvolse la Francia ed abbatté Barthez, e che ancora fa il giro nei periodici francese), al mondiale under-20 si distingue un ragazzino dal tocco docile e dai modi dolci: si chiama Adailton e si laurea capocannoniere. Il Parma esterofilo lo segue e lo fa suo. Pare che Carlo il Calmo Ancelotti lo preferisse per questioni tattiche al Divin Codino  Roberto Baggio. Adailton attira l’attenzione dei tifosi ed i più romantici pensano che nel Ducato sia arrivato un nuovo Pelè… Purtroppo non era arrivato né un nuovo Pelè e nemmeno un giocatore destinato a rimanere per parecchi anni a Parma: Adailton fu un pasticcino buono ma senza nessun seguito in nessun vassoio. Certo Parma più terra di argentini (con Valdanito e il suo padre putativo Sensini in testa) che di carioca ma Adailton fu davvero un piccolo fiore, che nel Ducato, non riuscì mai a sbocciare. Fece in fretta le valigie ed andò a Parigi, ad abbellire della sua leggerezza il Psg. Prove generali per ritornare nello stivale più motivato che mai,anche se la Seleçao non credette mai fortemente e neanche debolmente in lui. A Verona ritrova la gioia di giocare a calcio ed in sette anni lascia più di un segno, in porta ne segna molti (ben 50). Poi un anno al Genoa e la sua seconda giovinezza con la sua solita leggerezza, un attaccante lieve, un trequartista al miele che con la palla al piede crea fiele per gli avversari lo porta a tornare in Emilia, questa volta a Bologna.Tre anni e tanti momenti belli. A Bologna da e riceve quello che a Parma aveva solo abbozzato. Fiorellino con noi, albero maturo con i bolognesi. Uomo in due (più rossoblu che crociata) maglie di oggi. Luca Savarese

 

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “UN UOMO IN DUE MAGLIE”, STAGIONE 2013-14

1. ALBERTO PALOSCHI TRA PARMA E CHIEVO (24.08.2013)

2. NESTOR SENSINI TRA UDINESE E PARMA (31.08.2013)

3. DIEGO FUSER E ABEL BALBO TRA PARMA E ROMA (15.09.2013)

4. JOHAN WALEM TRA CATANIA E PARMA (21.09.2013)

5. DAMIANO ZENONI TRA PARMA E ATALANTA (25.09.2013)

6. SEBASTIEN FREY TRA FIORENTINA E PARMA (29.09.2013)

7. TANTE STELLE IN DUE MAGLIE, GIALLOBLU’ E CROCIATA (12.10.2013)

8. ADRIAN MUTU TRA VERONA E PARMA (18.10.2013)

9. ROBERTO MUSSI TRA PARMA E MILAN (25.10.2013)

10. GIANLUCA SIGNORINI TRA GENOA E PARMA (30.10.2013)

11. LILIAN THURAM TRA PARMA E JUVENTUS (02.11.2013)

12. JUAN SEBASTIAN VERON TRA PARMA E LAZIO (08.11.2013)

13. FABIO CANNAVARO TRA NAPOLI E PARMA (23.11.2013)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".