DONADONI E L’AMMONIZIONE A OROLOGERIA DEL DIFFIDATO CASSANO CHE SALTERA’ LA SAMP: “SI PUO’ PENSARE TUTTO, MA SE AVRA’ VOGLIA DI SPIEGARSI LO FARA’ IL DIRETTO INTERESSATO”

image(gmajo) – L’argomento scottante – l’ammonizione “a orologeria” del diffidato Cassano – durante la conferenza stampa di Roberto Donadoni dopo Parma-Cagliari 0-0, ovviamente, l’ho introdotto io, sia pure in maniera davvero politically correct (domanda secca, senza fronzoli o allusioni: “L’ammonizione del diffidato Cassano?); poi, sfruttando questo assist, è stato l’inviato della Gazzetta dello Sport, il bolognese Andrea Tosi, a chiedere più esplicitamente al tecnico se a suo parere FantAntonio l’avesse cercata apposta per evitarsi l’imbarazzo di giocare a Marassi contro la Sampdoria domenica prossima, nell’ultimo match prima delle vacanze di campionato: “Come diceva Andreotti: a pensar male si fa peccato, ma spesso ci si azzecca”, ha chiosato il giornalista della Rosea. E la risposta di Donadoni, come potete leggere nella trascrizione sotto, è stata tutt’altro che democristiana… Insomma, il sospetto che si sia assistito ad una cassanata da centenario c’è tutto: poi, se l’interessato vorrà chiarire siamo a disposizione, anche se da queste parti si suol dire che “pù la smesda, pù la spusa…”…

LA TRASCRIZIONE DELLE RISPOSTE DI DONADONI SULL’AMMONIZIONE A CASSANO

Gabriele Majo (www.stadiotardini.it) – L’ammonizione del diffidato Cassano?

“Ehhh… Che devo dire? E’ stato ammonito: mi dispiace perché vuol dire non averlo domenica prossima, e questo è chiaramente un motivo di rammarico. Ha insistito in una situazione in cui non doveva, e poi, è stato punito dall’arbitro. E’ chiaro che alle volte anche l’arbitro, in quei frangenti lì, dovrebbe essere, come dire?, non dico più permissivo, però anche capire che si tratta di una partita di un certo peso, dal punto di vista psicologico, per la festa del Centenario e per tutto quello che ne segue, però rimane il fatto che domenica prossima non lo avremo, ma così come oggi abbiamo sopperito a dei giocatori importanti, cercheremo di farlo – e sono convinto che chi lo farà lo farà molto bene – anche domenica contro la Sampdoria”.

Andrea Tosi (Gazzetta dello Sport) – E se uno pensasse che lui lo avesse fatto per non giocare contro la Sampdoria? Sarebbe un maligno cattivo o, come diceva Andreotti, a pensare male si fa peccato, ma ci si azzecca?

“Mah: si può pensare sempre tutto ed interpretare come si vuole, poi c’è un protagonista, c’è un diretto interessato e quindi se avrà voglia di spiegare e di dire lo farà. Io so che domenica non lo avrò, ma a ragionare per ipotesi sciupo e spreco energie, quindi è inutile”…

(Roberto Donadoni, estratto dalla conferenza stampa del 15.12.2013 allo Stadio Tardini di Parma dopo Parma-Cagliari 0-0, trascrizione a cura di Gabriele Majo per www.stadiotardini.it)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

8 pensieri riguardo “DONADONI E L’AMMONIZIONE A OROLOGERIA DEL DIFFIDATO CASSANO CHE SALTERA’ LA SAMP: “SI PUO’ PENSARE TUTTO, MA SE AVRA’ VOGLIA DI SPIEGARSI LO FARA’ IL DIRETTO INTERESSATO”

  • 15 Dicembre 2013 in 21:03
    Permalink

    L’impressione che ne ho ricavato assistendo alla scena direttamente dallo stadio è che lo abbia fatto apposta. Ma davvero c’è da essere preoccupati per la sua assenza a Genova? Ma lo avete visto in campo oggi, specie nel primo tempo della partita? Era l’ombra di sé stesso.
    Tornatene pure alla Sampdoria, Cassano, senza rimpianti se qui a Parma ci stai così male come sembra.

  • 16 Dicembre 2013 in 09:50
    Permalink

    Vero, ma a ben guardare tutte le ammonizioni prese sono state simili a questa….forse più che non voler giocare contro la Samp semplicemente voleva allungare le vacanze?? Poi mi sembra che si voglia per forza cercare la “cassanata” ad esempio sulla Gazzetta oggi, Pacciani cita tra le ricerca dell’ammonizione , aver calciato un pallone a gioco fermo per off side, mentre in quella occasione il fischio dell’arbitro è giunto dopo ….anche se la posizione era vistosamente irregolare.Poi mi sembra che Cassano ultimamente abbia un po’ allentato la rigidità della dieta….un paio di settimane lontano dai cappelletti…potrebbero giovargli…..

  • 16 Dicembre 2013 in 12:14
    Permalink

    per me l ammonizione se lè cercata tutta ..però….prima di invitarlo a tornare alla samp …calma ragazzi ..con molta calma …..con cassano ci siamo presi il giocatore e il suo talento ma sapevamo anche che con lui sarebbero arrivate le sue bizze assdurde …i…eri è stata una bizza evidente ……ma .siccome si è cmq ben comportato fino ad oggi….sul campo ha reso ,ha segnato, ha fatto quello che ci aspettavamo da lui,….salvo qualche prestazione opaca come catania ieri e anche contro l inter per ora l investimeto ..HA RESO E SE SIAMO FUORI DALLA ZONA PERICOLOSA…è per merito suo !!….quindi prima di sputae nel piatto dove mangiamo pensiamoci bene …meglio tenercelo nel bene e nel male

  • 16 Dicembre 2013 in 12:21
    Permalink

    Sono daccordo con Filippo!!!

  • 16 Dicembre 2013 in 13:45
    Permalink

    Nel vedere l’episodio in tv, ho pensato che fosse la solita ammonizione che prende Cassano per le troppe proteste, uguale ad altre. Nessuna cassanata.
    Però non è una cosa così assurda, lui ne sarebbe capace!

  • 16 Dicembre 2013 in 16:10
    Permalink

    L’impressione che ho ricevuto da Cassano in questi pochi mesi di militanza crociata è che, da parte sua, non ci sia mai stata la voglia di instaurare un rapporto cordiale con la città e i parmigiani, ma stabilire soltanto un rapporto di lavoro col Parma Calcio da cui percepisce lo stipendio. Liberissimo di farlo, nessuno, infatti, può obbligarlo a comportarsi diversamente, ma un serio professionista non può farsi ammonire di proposito, se davvero lo ha fatto, per non ritrovarsi, domenica prossima, a dovere affrontare la squadra del suo cuore. Spero proprio di sbagliarmi, anche se ne dubito.

  • 16 Dicembre 2013 in 16:24
    Permalink

    Il dubbio è lecito ma non erano “intelligenti” neppure le altre tre ammonizioni

  • 16 Dicembre 2013 in 18:15
    Permalink

    cmq
    non facciamola troppo grossa…questo è un gran giocatore poi la persona si può discutere finchè si vuole e anzi …è discutibile ma a me interessa il cassano che va in campo segna e fa segnare …se la sera esce o sta in casa fatti suoi …basta che non incominmci a sclerare perchè….quando inizia poi ..è finita!!! e il parma attuale ha bisogno di lui come un neonato della tetta della madre…,.insomma questo è originale e permaloso ma abbiamo bisogno del suo estro….è giusto dibatterne ma non cominciamo a far troppo (mi passi il francesismo direttore solo per stavolta)”la punta agli stronzi ” perchè tolto lui……questa squadra diventa davvero una candidata alla retrocessione….insomma stasera ok se ne dica di ogni ma da domani che sia un altro giorno riguardo a sta cosa

I commenti sono chiusi.