venerdì, Giugno 21, 2024
In EvidenzaNewsVideogallery Amatoriale

GHIRARDI E IL MERCATO: “SE CI SARANNO DELLE USCITE CI SARANNO ANCHE DELLE ENTRATE”

SLIDE GHIRARDI PAROLO(gmajo) – Nei tifosi serpeggia il timore che il Parma, a Gennaio, possa ridimensionare la squadra, ma Babbo Ghirardi, ieri, ha fatto sapere che se qualche cessione eccellente ci sarà (“Siamo orgogliosi che ci siano grandi club che credono nei nostri giocatori, vuol dire che lavoriamo bene”) sarà rimpiazzata da altri calciatori in entrata. Il punto è se saranno di pari valore. Tom sostiene di non aver mai fatto cessioni a gennaio (anche se non è propriamente così…), semmai di aver acquistato, anche se ha ragione quando afferma: “non credo che mi si possa criticare il fatto di aver lesinato o di non avere portato giocatori importanti: se guardiamo solo la rosa che abbiamo oggi e la rosa che c’era quando sono arrivato io, se qualcuno fa due conti lo vede, senza esser un gran matematico”.

Un po’ contradditorio, però, il passaggio in cui, cerca di spiegare che il club deve auto-sostenersi e che i tifosi dovrebbero essere contenti di questo; anche perché per auto-sostenersi il club non può che far maturare i calciatori e venderli…

“Quest’estate non ho venduto giocatori, e c’è qualcuno che non vede l’ora che li venda. E allora faccio fatica a capire. Io dico, innanzitutto, che sto lavorando perché voglio creare una società che si auto-finanzi, che si auto-gestisca, che sia sempre più indipendente da quelli che sono i contributi economici degli azionisti: io credo che questa sia la cosa più bella che un tifoso possa sentire, perché sentire che c’è qualcuno che sta lavorando per rendere autonoma, autosufficiente la società che ama è la cosa più bella che ci sia; non ci sono ancora riuscito, purtroppo, però sto lavorando per questo. Il fatto che i nostri giocatori siano sempre citati su tutti i giornali e su tutti i media nazionali mi inorgoglisce, perché vuol dire che ho uno staff tecnico di livello importante, e che ci sono giocatori bravi. Poi vedremo: se sicuramente ci saranno delle uscite, ci saranno delle entrate…”

IL VIDEO CON LE RISPOSTE AI GIORNALISTI DI TOMMASO GHIRARDI, DURANTE LA CONFERENZA STAMPA A MONTE DELLE VIGNE

CLICCA QUI PER VEDERE LA PRIMA PARTE DELLA CONFERENZA STAMPA

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

2 pensieri riguardo “GHIRARDI E IL MERCATO: “SE CI SARANNO DELLE USCITE CI SARANNO ANCHE DELLE ENTRATE”

  • Molto Natalizio. Io mi accontenteri di un paio di ragazzi del Nova Gorica:Misuraca, centroc, e Coda, attaccante. Sono gia’ nostri; giovani e di belle speranze. Non so se Donadoni sara’ daccordo

    • In tal caso si potrebbe prendere l’allenatore del Nova Gorica… E’ già nostro…

I commenti sono chiusi.