martedì, Maggio 21, 2024
In EvidenzaNews

ILVEROMILANISTA.IT RITIENE PAROLO L’INNESTO PERFETTO PER I ROSSONERI, CHE POTREBBERO INVESTIRE A PARMA IL GRUZZOLETTO CHAMPIONS. PIACCIONO ANCHE PALETTA, SANSONE E BIABIANY

image(Francesco Montanari, da ilveromilanista.it) – Sono trascorsi pochi giorni dalla qualificazione del Milan agli ottavi di Champions League e già si infiammano le trattative di mercato. Il Presidente del Parma Ghirardi e l’Amministratore Delegato del club emiliano Leonardi hanno parlato direttamente di una possibile offerta del “Diavolo” per Marco Parolo e della volontà del giocatore di fare il grande salto in una big, vista la maturità agonistica raggiunta sia come età che come rendimento e gol realizzati in questo campionato. La logica poi vorrebbe che i rossoneri, dopo aver rinforzato il pacchetto offensivo con Honda e la difesa con Rami, aggiungessero anche una preziosa pedina a centrocampo. Parolo sarebbe l’innesto perfetto: è dotato di corsa, qualità e gran tiro. Le richieste economiche dei ducali per i propri gioielli sono alte, le cifre si aggirano intorno ai dieci milioni di euro. Il bottino conquistato in Champions League dai rossoneri è un tesoretto che fa gola a molti club in questo periodo di crisi economica e potrebbe bastare per raggiungere nuove strette di mano con i dirigenti gialloblù.

Il Parma di Donadoni è una squadra che gioca bene a calcio e che ha ben figurato sia contro il Milan che nel recente match con l’Inter, nel quale si è messo in luce un giovane talento di fede rossonera – come da lui stesso beffardamente rivelato a fine partita – Nicola Sansone. Tema di partenza di un possibile dialogo tra le due società sull’attaccante italo-tedesco, la comproprietà di Riccardo Saponara: potrebbe essere l’occasione per ragionare su un operazione che veda l’approdo a Milano di Parolo o del giovane Sansone, talento dal ruolo più avanzato, con il forlivese destinato alla piazza emiliana.

Il Parma si è privato in estate di Belfodil, e forse dovrà fare cassa anche a gennaio sebbene stia vivendo l’anno del centenario. La società segue una linea di equilibrio nei conti pur volendo continuare nel suo progetto tecnico, senza snaturare la rosa e puntando ancora ad altri acquisti azzeccati, come nel recente passato.

Altri nomi che potrebbero essere messi sul tavolo in una trattativa a 360 gradi tra Milan e Parma sono quelli del centrale difensivo Paletta e dell’esterno offensivo Biabiany, che piace molto anche alla Juventus di Conte.

Difficile oggi fare previsioni, ma le dichiarazioni di apertura molto precise dei vertici emiliani, unite ai riscontri da fonti vicine al club ducale – raggiunte dalla redazione de il vero Milanistalasciano presagire che l’asse Milan-Parma possa diventare molto caldo in questa sessione invernale di mercato. Le formule per realizzare queste operazioni saranno studiate e analizzate da Adriano Galliani e dal Presidente Ghirardi, insieme all’amministratore delegato Leonardi. C’è ottimismo: quando le volontà delle parti collimano, le soluzioni si trovano.

Le risorse economiche non sono infinite, il mercato è imprevedibile e potrebbero entrare in gioco anche il Genoa e la Lazio degli amici Preziosi e Lotito, interessati ad alcuni attaccanti rossoneri (Niang, Matri e Pazzini, ndr) da acquisire magari proponendo in cambio i rispettivi estremi difensori Perin e Marchetti. Senza trascurare possibili arrivi di giocatori da altri campionati, in scadenza o poco utilizzati.

Prepariamoci quindi a un gennaio molto caldo per il mercato di Casa Milan: arrivi e partenze, tutto sul filo di lana, sfruttando le amicizie e i rapporti consolidati di Adriano Galliani con presidenti, agenti e operatori di mercato. Il ristorante Giannino è allertato: i rossoneri intendono rinforzarsi dopo il passaggio del turno in Champions per provare anche a costruire una nuova rimonta in campionato, e la sala del famoso locale milanese riservata al club attende nuovi giocatori per festeggiare insieme l’approdo alla corte di Massimiliano Allegri. Francesco Montanari, da ilveromilanista.it 

(Francesco Montanari, laureato in economia aziendale, collabora per diverse testate giornalistiche tra cui “il vero Milanista” e “Il Calcio Magazine”. È specializzato in interviste di calciomercato.)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

7 pensieri riguardo “ILVEROMILANISTA.IT RITIENE PAROLO L’INNESTO PERFETTO PER I ROSSONERI, CHE POTREBBERO INVESTIRE A PARMA IL GRUZZOLETTO CHAMPIONS. PIACCIONO ANCHE PALETTA, SANSONE E BIABIANY

  • Non c’è nessun altro?

  • Che vuole milan

  • Si ma l’allenatore e i tifosi lo saranno un po meno

  • Claudio.

    Essi, diamogli anche Mirante, Lucarelli, qualche sedile della tribuna e poi tutta la curva sud…. anzi diamogli direttamente tutta la città di Parma.

  • Io in quella lista, se fossi un dirigente milanista, metterei anche Mirante che non lo reputo secondo a Marchetti.

    Ammesso che il Parma sia disposto a cedere tutti e quattro i giocatori, vedo difficile che a comprarli tutti ci possa essere solo il Milan, sopratutto se non vuole pagare solo cash; infatti delle contropartite proposte nessuna mi attrae più di tanto (a meno che non mettano sul piatto la comproprietà del faraone…..).
    Per me è meglio trattare con Napoli, Roma e Juventus. Il Napoli dovrebbe avere soldi disponibili e potremmo cercare di strappare la comproprietà di Zapata, la Roma potrebbe offrire le comproprietà di Dodo e Marquinho (oltre a qualche altro giovane) e qualche soldo, la Juve si può sempre giocare la carta Giovinco.

I commenti sono chiusi.