domenica, Luglio 21, 2024
In EvidenzaMangia come ScriviNews

MANGIA COME SCRIVI /STASERA, GIOVEDI, AL GARIBALDI DI CANTU’: “PIERO CHIARA, SCERBANENCO, FLAIANO E IL CINEMA”. DOMANI, VENERDI, AI 12 MONACI “SUA MAESTA’ L’ANOLINO”

Doppio appuntamento prenatalizio, questa settimana, con Mangia come scrivi, tra anolini, Franciacorta, maiale nero, grandi vini dell’Oltrepò Pavese, spongate, musica dal vivo e… ovviamente libri e arte. Stasera, giovedì 5 dicembre al Ristorante Il Garibaldi di Cantù (Como), alle 20.30, la cena “Piero Chiara, Scerbanenco, Flaiano e il cinema” con Mauro Gervasini, Luca Crovi, Gino Ruozzi, Seba Pezzani. Venerdì 6 dicembre al Ristorante 12 Monaci di Fontevivo (Parma), alle 21, la cena “Sua maestà l’Anolino” con Roberto S. Tanzi, Uberto Ceretoli, Seba Pezzani, Roldano Daverio, Luca Mazzieri.

LA SCHEDA DI “PIERO CHIARA, SCERBANENCO, FLAIANO E IL CINEMA” AL GARIBALDI DI CANTU’, DI STASERA GIOVEDI 5 DICEMBRE 2013

Maiale nero, anolini e Franciacorta: Mangia come scrivi omaggia Chiara, Scerbanenco e Flaiano

Giovedì 5 dicembre ospiti della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante Il Garibaldi gli autori Mauro Gervasini, Luca Crovi, Gino Ruozzi e il musicista Seba Pezzani

CANTU’ (Como) – Tre dei più grandi scrittori del Novecento. Una serata con maiale nero, anolini di Parma e vini Franciacorta in tavola. E quattro intellettuali (un critico cinematografico, un critico rock e speaker radiofonico, un docente universitario, un rocker scrittore e traduttore) per rendere omaggio a Piero Chiara, Giorgio Scerbanenco, Ennio Flaiano. Si intitola proprio “Piero Chiara, Scerbanenco, Flaiano e il cinema” il nuovo appuntamento di Mangia come scrivi a Cantù (Como).

STASERA, GIOVEDI’ 5 DICEMBRE, al Ristorante Il Garibaldi, con inizio alle 20.30, i protagonisti del ghiotto appuntamento letterario e gastronomico saranno Mauro Gervasini (direttore del settimanale “Film Tv”), Luca Crovi (redattore alla Bonelli e per nove stagioni conduttore di “Tutti i colori del giallo” su Radiodue), Gino Ruozzi (docente di Letteratura italiana all’Università di Bologna) e Seba Pezzani (voce e chitarra della rock band RAB4 e traduttore, tra gli altri, di Jeffery Deaver).

Con loro, secondo la formula della rassegna condotta e organizzata dal giornalista Gianluigi Negri, si parlerà di libri, a cena, in maniera brillante, intelligente, accattivante.

Dopo ogni portata (quattro piatti dall’antipasto al dolce e tre vini Franciacorta prodotti dall’Azienda Vezzoli di Erbusco; info sul menu e prenotazioni allo 031 704915) sono previsti singoli interventi di alcuni minuti, con i protagonisti che presenteranno il lavoro di uno dei colleghi prima di proporre un breve reading.

Sarà Crovi a parlare di Piero Chiara, prendendo spunto dal libro “Come il maiale” – Piero Chiara e il cinema che Gervasini (selezionatore del Festival di Venezia) ha curato insieme a Federico Roncoroni per Marsilio. Un’occasione per ricordare titoli come “Venga a prendere il caffè… da noi” di Lattuada e “La stanza del vescovo” di Risi e, soprattutto, la celebre frase dello scrittore di Luino che, a proposito dei suoi racconti “ceduti” al cinema, diceva: “Sono come il maiale per i contadini: non si butta via niente”.

Gervasini parlerà quindi di Flaiano, presentando il libro di Ruozzi “Ennio Flaiano – Una verità personale” (Carocci), soffermandosi sul rapporto tra lo scrittore di “Tempo di uccidere” e Federico Fellini (con il quale firmò, tra le altre, le sceneggiature di “8½” e “Le notti di Cabiria”).

Infine Ruozzi parlerà di Scerbanenco, presentando “Noir – Istruzioni per l’uso”, libro che Crovi ha pubblicato per Garzanti, “un atlante del delitto che si legge come un thriller”. Inevitabili saranno i riferimenti a Duca Lamberti e ai film che Di Leo ha tratto da Scerbanenco: “I ragazzi del massacro”, “Milano calibro 9”, “La mala ordina”.

Seba Pezzani, con la sua chitarra (e voce), aprirà e chiuderà la serata. Di recente ha pubblicato il libro “Americrazy” (GL Editore) e con Crovi, in passato, il rock-thriller “Tuttifrutti” (Passigli).

Altri attesi protagonisti di questo ricchissimo Mangia come scrivi prenatalizio sono i titolari della Società Agricola San Paolo di Santa Lucia di Medesano, che allevano il Suino nero di Parma e proporranno le sue prelibate carni nell’antipasto (la tetralogia dei salumi di maiale nero) e nel secondo piatto preparato dagli chef del Garibaldi.

La rassegna tornerà in Brianza il prossimo anno con la nuova stagione febbraio-maggio 2014

IL MENU’

Ristorante Il Garibaldi

Piazza Garibaldi, 13

Cantù (Como)

www.ilgaribaldi.it

Tel. 031 704915

GIOVEDÌ 5 DICEMBRE – ORE 20.30

“Piero Chiara, Scerbanenco, Flaiano e il cinema”

Menu

Antipasto

Tetralogia dei Salumi di Maiale Nero con Prosciutto Crudo, Salame, Pancetta e Cicciolata prodotti dalla Società Agricola San Paolo di Santa Lucia di Medesano (Parma), accompagnati con Torta fritta

Vino

Franciacorta Rosé Brut

Primo

Anolini di Parma in Brodo di Cappone

Vino

Franciacorta Brut

Secondo

Guancia di Maiale Nero (allevato dall’Azienda Agricola San Paolo di Santa Lucia di Medesano – Parma) brasata al Lambrusco con Purè di Patate

Vino

Franciacorta Brut Millesimato

Dolce

La Spongata del Garibaldi

Vini

Durante la cena verranno serviti tre Franciacorta, prodotti dall’Azienda Agricola Vezzoli (www.vezzolivini.it) di Erbusco (Brescia) e selezionati da Soldati Distribuzione Vini

Costo della cena: 35 euro

Prenotazioni: Tel. 031 704915 oppure ilgaribaldicantu@libero.it oppure info@mangiacomescrivi.it

LA SCHEDA DI “SUA MAESTA’ L’ANOLINO” AI 12 MONACI DI FONTEVIVO, DI DOMANI SERA VENERDI 6 DICEMBRE 2013

Sfida all’ultimo anolino a Mangia come scrivi

Venerdì 6 dicembre ospiti della rassegna gastronomica e letteraria al Ristorante 12 Monaci Roberto S. Tanzi, Uberto Ceretoli, Seba Pezzani, Roldano Daverio, Luca Mazzieri

FONTEVIVO (Parma) – Per i parmigiani, ma anche per i parmensi, non è Natale senza anolini. Il ricco e tradizionale piatto delle feste non può mai mancare nelle tavole imbandite del 25 dicembre. Eppure, in tutta la provincia di Parma, non si è mai sentito di alcun gourmet, gastronomo o semplice appassionato di cucina che si sia tirato indietro di fronte a un piatto di “galleggianti” proposti anche prima o dopo quella data.

Solo per questo motivo, dunque, la serata di Mangia come scrivi dal titolo “Sua maestà l’Anolino”, che si terrà DOMANI SERA VENERDI’ 6 DICEMBRE al Ristorante 12 Monaci di Fontevivo (Parma), sarebbe da considerarsi un evento. A renderlo ancor più imperdibile, oltre alle componenti letterarie e artistiche che da sempre contraddistinguono la rassegna ideata e condotta dal giornalista Gianluigi Negri, sarà, stavolta, un’inedita ed “epica” sfida: quella tra gli anolini di Parma (preparati con sugo di stracotto) e gli anolini della Bassa (preparati con tre tipi di Parmigiano Reggiano di diversa stagionatura).

Insieme ai “dischi” caratterizzati dal colore del sole e immersi in un fumante e dorato brodo di carne, i protagonisti a tavola saranno gli scrittori Roberto S. Tanzi, Uberto Ceretoli, Seba Pezzani, il musicista Roldano Daverio e l’artista Luca Mazzieri.

La ghiotta cena prenatalizia inizierà alle 21 (info e prenotazioni allo 0521 610010) e sarà l’occasione per fare “incontrare” i piatti della tradizione parmigiana con i grandi vini dell’Oltrepò Pavese prodotti dall’Azienda Agricola Bruno Verdi (www.brunoverdi.it). Cinque portate e cinque vini: oltre ai due tipi di anolini (prima saranno serviti quelli della Bassa, quindi quelli di Parma, con abbondanti bis), spalla cotta come antipasto, mariola come secondo, spongata come dolce, quattro vini di Bruno Verdi più un lambrusco di Ca’ de Medici per accompagnare (inevitabilmente) gli anolini.

A questa specialità è dedicata l’antologia di racconti “Sua maestà l’anolino” (Battei), curata da Tanzi. Gli autori, tra una portata e l’altra, faranno veloci presentazioni con brevi letture: Tanzi presenterà e leggerà il racconto di Pezzani “La pentola”, Pezzani presenterà e leggerà il racconto di Ceretoli “La favola degli anolini di Isabetta”, Ceretoli presenterà e leggerà l’introduzione al libro scritta da Tanzi.

Il volume, realizzato con il patrocinio dell’Arciconfraternita dell’Anolino (che collabora alla serata), è dedicato all’indimenticato direttore della “Gazzetta di Parma” Baldassarre Molossi.

L’artista Luca Mazzieri (apprezzato pittore, regista di film come “I virtuali” e “Giovani” e autore del romanzo “L’amore che dorme” sulla vita del Parmigianino) esporrà in sala nove suoi lavori dedicati all’anolino.

Pezzani (voce e chitarra) e Daverio (chitarra), componenti del gruppo folk-rock RAB4, introdurranno ogni piatto con brani loro e della tradizione natalizia.

A fine serata, il presentatore Negri annuncerà la stagione gennaio-maggio 2014 di Mangia come scrivi.

IL MENU

Ristorante 12 Monaci

Venerdì 6 Dicembre – Ore 21

“Sua maestà l’Anolino”

(in collaborazione con Parma in Tavola – Arciconfraternita dell’Anolino)

Aperitivo

OP Metodo Classico “Vergomberra” Extra Brut 2008

Antipasto

Spalla Cotta calda di San Secondo dell’Antica Ardenga con Mostarda artigianale di Frutta mista Vino

OP Sangue di Giuda Dolce “Paradiso” 2012

Il primo Primo

Anolini della Bassa (con ripieno di Parmigiano Reggiano) in Brodo di Carne ricco

Il secondo Primo

Anolini di Parma (con ripieno di Sugo di Stracotto) in Brodo di Carne ricco

Vino

Lambrusco di Sorbara “Remigio 101” dell’Antica Casa Vinicola Ca’ De Medici di Cadè (Reggio Emilia)

Secondo

Mariola dell’Azienda Agricola AN.FO.RA. di Fontanellato con Purè di Patate

Vino

OP Bonarda Vivace “Possessione di Vergombera”

Dolce

La Spongata dei 12 Monaci con Salsa di Arance e Graniglia di Pistacchi

Vino

OP Moscato “Volpara”

Vini

Durante la cena verranno serviti, oltre al Lambrusco Ca’ de Medici, quattro grandi vini dell’Oltrepò Pavese prodotti dall’Azienda Agricola Bruno Verdi (www.brunoverdi.it) di Vergomberra di Canneto Pavese (Pavia)

Costo della cena: 35 euro

Prenotazioni: Andrea o Letizia Tel. 0521.610010, info@12monaci.it oppure info@mangiacomescrivi.it

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".