giovedì, Giugno 13, 2024
News

ALTRO CHE CASSANO: E’ BIABIANY LA VERA SIORA CECILIA (CHE TUTTI LA VOGLIONO, MA NESSUNO LA PIGLIA…)

tuttipazziperbiabiany1(gmajo) – Il primo a tirare in ballo la siora Camilla, che tutti la vogliono, ma nessuno la piglia, era stato Antonio Cassano, nel rispondere all’inviato di Striscia la Notizia Valerio Staffelli venuto a Collecchio a consegnargli il Tapiro. Ma, come suggerito dalla nostra lettrice Febbredacalcio, la vera siora Camilla è Biabiany, che tutti quanti hanno cercato, ma che (al momento) nessuno ha voluto. Anche se per esser precisi la stessa siura Camilla Biabiany qualche pretendente l’ha rifiutato, vedi i cinesi dal braccino troppo corto, o non lungo quanto le distanze da percorrere e con un campionato non ancora talmente forte da potersi permettere una star non stagionata della seria A italiana. La vignetta che accompagna questo articolo appartiene ai nostri cugggini di Parma Fanzine e, a nostro modo di vedere, rappresenta bene la siora Camilla Biabiany.

Secondo gli ultimi aggiornamenti in arrivo da Milano la trattativa per il trasferimento del Fulmine Nero alla corte di Berlusconi si sarebbe arenata. Scrive il nostro  Federico Ranauro dall’Ata Hotel:
“Trattativa bloccata tra Parma e Milan per Biabiany. Leonardi e il procuratore del giocatore, Branchini, sono usciti dagli uffici rossoneri scuri in volto e non hanno rilasciato dichiarazioni. Il problema sarebbe il conguaglio economico che il Milan dovrebbe dare al Parma e per ora non si sono accordati. Sicuramente se ne riparlerà dopo pranzo con la trattativa che potrebbe sbloccarsi nel tardo pomeriggio”.

Ed ecco il perché secondo il mercatologo Gianluca Di Marzio: “E’ una fase di stallo. L’incontro di questa mattina tra la società rossonera e il Parma non è andato a buon fine, manca l’intesa sulla base cash, sulle contropartite ma non solo. Probabilmente in giornata ci saranno nuovi contatti". Per come la vedo io, è un po’ troppo indigesto per il Leo avere come contropartita il solo Zaccardo, al quale aveva spesso chiuso la porta in faccia, perché il Mulino Bianco non è un albergo; appena appena tollerabile se fosse arrivato assieme a Saponara. Sentito in conferenza stampa Seedorf non è che sia poi così rimasto ammirato dal giovane ex Empoli, tanto da bloccarne la cessione, per cui anche questa di un suo veto puzza di balla. Probabilmente Galliani, rispetto a ieri sera, ha un po’ cambiato le carte in tavola, magari aggiungendo qualche altra richiesta (Paletta, Parolo?) o cambiando qualche termine dell’accordo (avere il Fulmine Nero in prestito, mentre il Leo lo vorrebbe mandar là a titolo definitivo). E’ chiaro che i rossoneri pensano di avere il coltello dalla parte del manico, visto che è sfumata la pista cinese, ma Leonardi non è uno che si fa infilare l’anello al naso. Piuttosto manda tutto a monte. E così la Siora Camilla nessuno se la piglia…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

3 pensieri riguardo “ALTRO CHE CASSANO: E’ BIABIANY LA VERA SIORA CECILIA (CHE TUTTI LA VOGLIONO, MA NESSUNO LA PIGLIA…)

  • Galliani pensa di avere il coltello dalla parte del manico, ma si dimentica che il Milan è un concorrente diretto per l’Europa, per cui se sfuma l’affare col cerino in mano rischia di restare Barbara. Se si scotta per Galliani son guai, perchè sto giro neanche un buon consiglio di Papi la farebbe desistere.

  • GALLO DI CASTIONE

    Ma non credo che Barbara sia felice del punteggio e della posizione e vorrebbe far felice il suo allenatore. Attenzione. L’affare si ingrossa.

  • Dispiace se l’affare salta soprattutto perchè sarei stato cusrioso di ammirare Saponara da vicino e Zaccardo rappresenta una riserva di spessore.
    Però potrebbe rappresentare un gran colpo in ottica futura trattenere Vapiany..in particolare con un mondiale alle porte e una non impossibile convocazione in nazionale quindi con un prezzo di mercato in salita.

    Resta solo da vedere se “il Sommo” piazza qualche colpo last minute per rimpiazzare i partiti.

    Inoltre devo fare un appello alla società!!!Se vogliamo andare in Europa e con l ‘arrivo della primavera abbiamo bisogno di un altro affianco del povero ragazzo che porta su e giù le bibite per la curvva…che ne dite di Felipe?

I commenti sono chiusi.