giovedì, Giugno 13, 2024
Calcio & CalcioIn EvidenzaNews

CALCIO & CALCIO / IL SALTIMBANCO NON CREDE ALLA CONFERENZA-TEATRINO: “CASSANO VIA A GENNAIO”, E PROVOCA LA GONI: “SE AMAURI VA IN DOPPIA CIFRA FAI LO STRIPTEASE IN DIRETTA!”

image(Lorenzo Fava) –SONO APPENA TORNATO” – Fino a qualche anno fa, in televisione passava uno spot di una nota compagnia di trasporti marittimi con protagonista l’italo-brasiliano Amauri, allora juventino, diventato famoso per la sua beata affermazione: «Sono appena tornato!». Dopo 8 mesi di digiuno dal gol in Serie A, ieri è stato il giorno adatto per DSCF0392rispolverare l’antico slogan. E il Saltimbanco Boni si è preso le sue rivincite, negli studi di Calcio & Calcio, per aver sempre sostenuto l’attaccante. Matteo Caselli, membro della squadra di opinionisti del talk show di Teleducato, ha fatto mea culpa di fronte alle telecamere, elogiando la prestazione dell’italo brasiliano contro il Torino: «Amauri meritava il gol ancora prima della ripresa: non sono un suo grande estimatore, ma stavolta ha fatto una partita fantastica, è tornato quello di due anni fa. E Donadoni gli ha concesso meritatamente la standing ovation». Soddisfatto della prova dell’ex centravanti di Palermo, Chievo e Juventus, un po’ meno dell’approccio iniziale alla gara il direttore di stadiotardini.it  Gabriele Majo (che ieri sfoggiava uno sgargiante farfallino color verde evidenziatore), opinion leader del talk show condotto da DSCF0388Michele Angella che ha così analizzato il match contro i granata: «Non ci dovrebbe essere tutte le volte bisogno del solito ‘schiaffone’ che fa svegliare la squadra, oggi ammesso anche da Donadoni in conferenza stampa. E di schiaffoni ne sono arrivati due. Uno è stato il vantaggio di Immobile, l’altro il raddoppio mancato, che avrebbe portato il Torino sullo 0-2: e credo che proprio questo sia stato il momento chiave del match. Poi la partita è svoltata a nostro favore». L’Highlander Tullo Baroni, ha risposto in maniera più cauta sulla prestazione del bomber ritrovato Amauri: «Se confermerà questo tipo di prestazioni, sarò io stesso ad andare a complimentarmi di persona da lui. Ma attenzione: una rondine non fa primavera». E mentre la  woman in black  Franceca Goni si accodava al luogo comune dell’ornitologo Tullosauro, il DSCF0393Saltimbanco accendeva le speranze dei telespettatori sfidandola così: «Se Amauri va in doppia cifra, la Goni fa lo striptease in diretta!». Anche se la premiere dame non ha raccolto, ma sorvolato… Nonostante i 3 punti conquistati nel giorno della Befana, il vulcanico opinionista ha proseguito la sua guerra personale a Donadoni, definito uno “stregone”: «Come rosa, il Parma è una delle prime 3-4 del campionato italiano! E il sig. Donadoni dovrebbe avere a questo punto della stagione almeno 9 punti in più, cioè 32, quelli che ora ha il Verona neopromosso».

imageMA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU (CERCHIATO)Nonostante la conferenza teatrino per confermare, tramite le parole del  Plenipotenziario Leonardi e del diretto interessato, la volontà di Cassano di restare a Parma (per mancanza di offerte dall’amata Sampdoria), Enrico Boni, noto estimatore del Pibe de Bari, ha rivelato che la permanenza nel Ducato del fantasista è destinata ad interrompersi presto: «Sgancio subito la bomba: Cassano va alla DSCF0378Sampdoria. Oggi se n’è avuto un anticipo». La scelta di Donadoni di lasciare FantAntonio inizialmente in panchina di inserirlo a soli 10 minuti dal termine ha fatto molto discutere il parterre di Calcio & Calcio. Il decano Tullo Baroni, che fu il primo negli scorsi mesi a ravvisare possibili, o meglio, probabili mal di pancia (forse dovuto a una esagerata scorpacciata di Nutella…) del Discolo ha affermato che, finché ci sarà il Plenipotenziario a sorvegliare la situazione, non si divideranno: «Sono perplesso della conferenza, degli atteggiamenti di Cassano e della panchina odierna – ha detto il boss del Mattino di Parma – . Si è vista la DSCF0380mano forte di Donadoni, che lo ha tenuto tra le riserve, ma sono più forti ancora le due mani di Leonardi…». Gabriele Majo, invece, avrebbe fatto a meno di certi esosi investimenti fin da quest’estate, sposando invece un progetto più virtuoso basato sulla valorizzazione di giovani: «Oggi c’è stato l’exploit di tre giocatori over 30: Marchionni, Lucarelli ed Amauri. Io, tuttavia, avrei preferito un progetto più basato sui giovani: avrei puntato a valorizzare Chibsah piuttosto che spendere i soldi dell’’ingaggio di uno già affermato, costoso e di nome come Gargano. Acquah, ad esempio, ha dimostrato, sostituendo l’uruguaiano di proprietà del Napoli, di poter essere un signor titolare nel campionato di Serie A. E su Cassano il Parma brucia per non essere riuscito a cederlo alla Sampdoria…».

DSCF0382A LIVORNO, CASSANO TITOLARE O RISERVA? – Il dibattito di Calcio & Calcio si è poi spostato sul prossimo impegno del Parma, l’anticipo di sabato alle 18 in trasferta sul campo del Livorno, da ieri raggiunto dal Catania all’ultimo posto. Angella ha chiesto ai suoi ospiti se, alla luce del risveglio di Amauri e dell’equilibrio trovato con Sansone e Biabiany sugli esterni dell’attacco, Cassano possa rischiare di andare incontro all’ennesima esclusione. Lapidario Baroni: «Per quale motivo dovrebbe lasciarlo in panchina anche a Livorno? Ha già scontato oggi la “punizione”». Boni non si riusciva a capacitare quale torto abbia fatto FantAntonio nei confronti dei tifosi per essere sonoramente fischiato: «Ma Cassano cosa ha fatto di male? Meglio di così non poteva comportarsi, finora è stato ineccepibile. Oggi è stato umiliato, quando Donadoni lo ha inserito per gli ultimi 8 imageminuti. Ma lui non è uno da 8 minuti!!! E, poi, i tifosi fischiano uno che sta per entrare??? Ma che fischino chi esce quando questi gioca male!». Il Saltimbanco – che indossava, come nell’ultima puntata, la felpa “Boni Channel” – ha ribadito che il matrimonio è destinato a terminare nel giro di poco: «Se arriva un’offerta dalla Samp, Cassano va via. E allo stesso tempo Giovinco, che non trova spazio, non può essere così miope da non pensare di poter andare ai Mondiali (alla luce dell’infortunio di Pepito Rossi, nda) se resta alla Juve…». Il Grillo Parlante, alias Gabriele Majo, ha ribadito il suo credo tattico per risolvere l’enigma su chi scenderà in campo a Livorno, e al contempo gettare acqua sul fuoco al caso che si sta creando intorno al Discolo: «Si va incontro a un dualismo Amauri-Cassano. Né l’uno né l’altro, a mio avviso, possono DSCF0389sostituire il ruolo che ricoprono in questo momento le ali Biabiany e Sansone. La soluzione? Il 4-2-3-1, in cui tutti e quattro potrebbero coesistere contemporaneamente». Matteo Caselli, invece, predicava umiltà a FantAntonio: «La situazione Cassano va risolta: sapevamo che giocatore avremmo comprato. Ci sta facendo vedere giocate che al Tardini non si vedevano da anni, però il suo comportamento lo ha sempre limitato ovunque sia andato. La società s’è incaricata di gestirlo e ora deve affrontare questa incombenza. Io spero sempre che i buoni giochino. Cassano mi auguro sia in campo a Livorno, però deve essere consapevole che ha 31 anni, che guadagna cifre notevoli e che non ci sono milioni di squadre disposte a prenderlo».

IL CROCIATO DEL 2013 – Come annunciato nella puntata pre-natalizia, il sondaggio indetto da Teleducato per votare e premiare il calciatore Crociato del 2013 è scaduto nella giornata di ieri. A vincere è stato il capitano Alessandro Lucarelli che ha raccolto il 56 % delle preferenze. L’ottima annata dell’esperto difensore livornese, ormai un baluardo da 6 anni a questa parte per il club ducale, è proseguita imageanche con l’avvento del 2014: il gol di tacco che ha portato il Parma sul 2-1 ne è stata una splendida dimostrazione.Al secondo posto, l’italo-argentino Paletta, con il 15 % circa dei voti. Sul terzo gradino del podio, l’idolo del web Nicola Sansone (5 %) la cui già avviata cessione al Sassuolo, nella scorsa estate, fu probabilmente stoppata da una rivoluzione mediatica tra gli internauti. Lorenzo Fava

image

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA DI CALCIO & CALCIO NELLA WEB REGISTRAZIONE DI ALEX BOCELLI

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE CON FRANCESCA GONI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

Un pensiero su “CALCIO & CALCIO / IL SALTIMBANCO NON CREDE ALLA CONFERENZA-TEATRINO: “CASSANO VIA A GENNAIO”, E PROVOCA LA GONI: “SE AMAURI VA IN DOPPIA CIFRA FAI LO STRIPTEASE IN DIRETTA!”

  • Tutti i giocatori (nei limiti del rispetto per una persona) possono essere fischiati, applauditi, schierati titolari, panchinari o messi in tribuna. Nessuno escluso, compreso Cassano.
    Rispondo al twitter di Carolina: perché così si vince!

I commenti sono chiusi.