CALCIO & CALCIO / IL SALTIMBANCO NON CREDE ALLA CONFERENZA-TEATRINO: “CASSANO VIA A GENNAIO”, E PROVOCA LA GONI: “SE AMAURI VA IN DOPPIA CIFRA FAI LO STRIPTEASE IN DIRETTA!”

image(Lorenzo Fava) –SONO APPENA TORNATO” – Fino a qualche anno fa, in televisione passava uno spot di una nota compagnia di trasporti marittimi con protagonista l’italo-brasiliano Amauri, allora juventino, diventato famoso per la sua beata affermazione: «Sono appena tornato!». Dopo 8 mesi di digiuno dal gol in Serie A, ieri è stato il giorno adatto per DSCF0392rispolverare l’antico slogan. E il Saltimbanco Boni si è preso le sue rivincite, negli studi di Calcio & Calcio, per aver sempre sostenuto l’attaccante. Matteo Caselli, membro della squadra di opinionisti del talk show di Teleducato, ha fatto mea culpa di fronte alle telecamere, elogiando la prestazione dell’italo brasiliano contro il Torino: «Amauri meritava il gol ancora prima della ripresa: non sono un suo grande estimatore, ma stavolta ha fatto una partita fantastica, è tornato quello di due anni fa. E Donadoni gli ha concesso meritatamente la standing ovation». Soddisfatto della prova dell’ex centravanti di Palermo, Chievo e Juventus, un po’ meno dell’approccio iniziale alla gara il direttore di stadiotardini.it  Gabriele Majo (che ieri sfoggiava uno sgargiante farfallino color verde evidenziatore), opinion leader del talk show condotto da DSCF0388Michele Angella che ha così analizzato il match contro i granata: «Non ci dovrebbe essere tutte le volte bisogno del solito ‘schiaffone’ che fa svegliare la squadra, oggi ammesso anche da Donadoni in conferenza stampa. E di schiaffoni ne sono arrivati due. Uno è stato il vantaggio di Immobile, l’altro il raddoppio mancato, che avrebbe portato il Torino sullo 0-2: e credo che proprio questo sia stato il momento chiave del match. Poi la partita è svoltata a nostro favore». L’Highlander Tullo Baroni, ha risposto in maniera più cauta sulla prestazione del bomber ritrovato Amauri: «Se confermerà questo tipo di prestazioni, sarò io stesso ad andare a complimentarmi di persona da lui. Ma attenzione: una rondine non fa primavera». E mentre la  woman in black  Franceca Goni si accodava al luogo comune dell’ornitologo Tullosauro, il DSCF0393Saltimbanco accendeva le speranze dei telespettatori sfidandola così: «Se Amauri va in doppia cifra, la Goni fa lo striptease in diretta!». Anche se la premiere dame non ha raccolto, ma sorvolato… Nonostante i 3 punti conquistati nel giorno della Befana, il vulcanico opinionista ha proseguito la sua guerra personale a Donadoni, definito uno “stregone”: «Come rosa, il Parma è una delle prime 3-4 del campionato italiano! E il sig. Donadoni dovrebbe avere a questo punto della stagione almeno 9 punti in più, cioè 32, quelli che ora ha il Verona neopromosso».

imageMA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU (CERCHIATO)Nonostante la conferenza teatrino per confermare, tramite le parole del  Plenipotenziario Leonardi e del diretto interessato, la volontà di Cassano di restare a Parma (per mancanza di offerte dall’amata Sampdoria), Enrico Boni, noto estimatore del Pibe de Bari, ha rivelato che la permanenza nel Ducato del fantasista è destinata ad interrompersi presto: «Sgancio subito la bomba: Cassano va alla DSCF0378Sampdoria. Oggi se n’è avuto un anticipo». La scelta di Donadoni di lasciare FantAntonio inizialmente in panchina di inserirlo a soli 10 minuti dal termine ha fatto molto discutere il parterre di Calcio & Calcio. Il decano Tullo Baroni, che fu il primo negli scorsi mesi a ravvisare possibili, o meglio, probabili mal di pancia (forse dovuto a una esagerata scorpacciata di Nutella…) del Discolo ha affermato che, finché ci sarà il Plenipotenziario a sorvegliare la situazione, non si divideranno: «Sono perplesso della conferenza, degli atteggiamenti di Cassano e della panchina odierna – ha detto il boss del Mattino di Parma – . Si è vista la DSCF0380mano forte di Donadoni, che lo ha tenuto tra le riserve, ma sono più forti ancora le due mani di Leonardi…». Gabriele Majo, invece, avrebbe fatto a meno di certi esosi investimenti fin da quest’estate, sposando invece un progetto più virtuoso basato sulla valorizzazione di giovani: «Oggi c’è stato l’exploit di tre giocatori over 30: Marchionni, Lucarelli ed Amauri. Io, tuttavia, avrei preferito un progetto più basato sui giovani: avrei puntato a valorizzare Chibsah piuttosto che spendere i soldi dell’’ingaggio di uno già affermato, costoso e di nome come Gargano. Acquah, ad esempio, ha dimostrato, sostituendo l’uruguaiano di proprietà del Napoli, di poter essere un signor titolare nel campionato di Serie A. E su Cassano il Parma brucia per non essere riuscito a cederlo alla Sampdoria…».

DSCF0382A LIVORNO, CASSANO TITOLARE O RISERVA? – Il dibattito di Calcio & Calcio si è poi spostato sul prossimo impegno del Parma, l’anticipo di sabato alle 18 in trasferta sul campo del Livorno, da ieri raggiunto dal Catania all’ultimo posto. Angella ha chiesto ai suoi ospiti se, alla luce del risveglio di Amauri e dell’equilibrio trovato con Sansone e Biabiany sugli esterni dell’attacco, Cassano possa rischiare di andare incontro all’ennesima esclusione. Lapidario Baroni: «Per quale motivo dovrebbe lasciarlo in panchina anche a Livorno? Ha già scontato oggi la “punizione”». Boni non si riusciva a capacitare quale torto abbia fatto FantAntonio nei confronti dei tifosi per essere sonoramente fischiato: «Ma Cassano cosa ha fatto di male? Meglio di così non poteva comportarsi, finora è stato ineccepibile. Oggi è stato umiliato, quando Donadoni lo ha inserito per gli ultimi 8 imageminuti. Ma lui non è uno da 8 minuti!!! E, poi, i tifosi fischiano uno che sta per entrare??? Ma che fischino chi esce quando questi gioca male!». Il Saltimbanco – che indossava, come nell’ultima puntata, la felpa “Boni Channel” – ha ribadito che il matrimonio è destinato a terminare nel giro di poco: «Se arriva un’offerta dalla Samp, Cassano va via. E allo stesso tempo Giovinco, che non trova spazio, non può essere così miope da non pensare di poter andare ai Mondiali (alla luce dell’infortunio di Pepito Rossi, nda) se resta alla Juve…». Il Grillo Parlante, alias Gabriele Majo, ha ribadito il suo credo tattico per risolvere l’enigma su chi scenderà in campo a Livorno, e al contempo gettare acqua sul fuoco al caso che si sta creando intorno al Discolo: «Si va incontro a un dualismo Amauri-Cassano. Né l’uno né l’altro, a mio avviso, possono DSCF0389sostituire il ruolo che ricoprono in questo momento le ali Biabiany e Sansone. La soluzione? Il 4-2-3-1, in cui tutti e quattro potrebbero coesistere contemporaneamente». Matteo Caselli, invece, predicava umiltà a FantAntonio: «La situazione Cassano va risolta: sapevamo che giocatore avremmo comprato. Ci sta facendo vedere giocate che al Tardini non si vedevano da anni, però il suo comportamento lo ha sempre limitato ovunque sia andato. La società s’è incaricata di gestirlo e ora deve affrontare questa incombenza. Io spero sempre che i buoni giochino. Cassano mi auguro sia in campo a Livorno, però deve essere consapevole che ha 31 anni, che guadagna cifre notevoli e che non ci sono milioni di squadre disposte a prenderlo».

IL CROCIATO DEL 2013 – Come annunciato nella puntata pre-natalizia, il sondaggio indetto da Teleducato per votare e premiare il calciatore Crociato del 2013 è scaduto nella giornata di ieri. A vincere è stato il capitano Alessandro Lucarelli che ha raccolto il 56 % delle preferenze. L’ottima annata dell’esperto difensore livornese, ormai un baluardo da 6 anni a questa parte per il club ducale, è proseguita imageanche con l’avvento del 2014: il gol di tacco che ha portato il Parma sul 2-1 ne è stata una splendida dimostrazione.Al secondo posto, l’italo-argentino Paletta, con il 15 % circa dei voti. Sul terzo gradino del podio, l’idolo del web Nicola Sansone (5 %) la cui già avviata cessione al Sassuolo, nella scorsa estate, fu probabilmente stoppata da una rivoluzione mediatica tra gli internauti. Lorenzo Fava

image

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA DI CALCIO & CALCIO NELLA WEB REGISTRAZIONE DI ALEX BOCELLI

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE CON FRANCESCA GONI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “CALCIO & CALCIO / IL SALTIMBANCO NON CREDE ALLA CONFERENZA-TEATRINO: “CASSANO VIA A GENNAIO”, E PROVOCA LA GONI: “SE AMAURI VA IN DOPPIA CIFRA FAI LO STRIPTEASE IN DIRETTA!”

  • 7 Gennaio 2014 in 18:42
    Permalink

    Tutti i giocatori (nei limiti del rispetto per una persona) possono essere fischiati, applauditi, schierati titolari, panchinari o messi in tribuna. Nessuno escluso, compreso Cassano.
    Rispondo al twitter di Carolina: perché così si vince!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI