CALCIO & CALCIO PIU’ / IMBORGIA: “A PARMA, PIAZZA IDEALE DOVE NESSUNO TI ASSALE, TORNEREI VOLENTIERI, MA LEONARDI RESTERA’ ANCORA A LUNGO…”

DSCF0442(Evaristo Cipriani) – L’OMBRA DEL RE SOLE – Ci sono voluti quasi tre anni affinché Antonino “Ninì”  Imborgia, uno dei dirigenti più navigati del calcio italiano, potesse far ascoltare la propria voce in una tv parmigiana (sebbene la sua presenza fosse stata richiesta ufficialmente da Teleducato). Lo ha potuto fare solo dopo aver rassegnato le dimissioni, lo scorso 30 dicembre, dalla carica di responsabile dell’area mercato della società crociata. Evidentemente prima, così come nella Francia del 1600 nulla e nessuno dovevano fare ombra al Re Sole Luigi XIV, nel Parma degli anni 2000 nulla e nessuno devono fare ombra al  Plenipotenziario Pietro Leonardi (non se la prenda il  Sommo Dirigente romano, è una battuta… e poi mica è un’offesa esser paragonato al grande sovrano, no?). Imborgia è intervenuto ieri sera al telefono in apertura della 15esima puntata stagionale di Calcio & Calcio Più, la prima del 2014. “Quando sono arrivato al Parma – ha spiegato Imborgia – abbiamo ritenuto opportuno fare un’entrata soft, ma poi è chiaro che se entri con la qualifica di consulente e vivi la quotidianità come se fossi un dirigente, tutti capiscono che non sei un semplice consulente. Non mi definisco un animale mediatico, ma più un uomo di campo, quindi, forse, avere un po’ più di visibilità poteva essere un modo per far capire agli altri quanto la mia figura fosse importante, sempre per quelli che erano poi gli indirizzi del club e le scelte dell’Amministratore Delegato Pietro. Io mi sono sempre allineato alle sue indicazioni”.

imagePESCA A STRASCICO – Gabriele Majo, direttore di stadiotardini.it, era curioso di sapere il ruolo interpretato da Imborgia nel cosiddetto mercato minore, quelle circa 300 operazioni movimentate la scorsa estate tra arrivi, partenze, parcheggi, che era stato ribattezzato da Repubblica  “Pesca a strascico” e dal Daily Mail  “Mercato delle vacche”. “Ho letto che lei mi ha spesso definito come l’ideatore di questo sistema, ma come per tutte le altre operazioni, comprese quelle su Belfodil, Saponara e Pabon si è trattato di scelte dell’amministratore delegato in prima persona, il quale si consultava con me e con Antonello Preiti, ma poi era lui a decidere, per capirci come Galliani al Milan: ascoltava Braida, ma poi era lui a decidere”.

imageLUNGA VITA AL RE – Il conduttore Angella ha chiesto a Imborgia se a fine stagione, ipotizzando un addio di Leonardi, Imborgia conoscendo già la macchina del Parma possa tornare alla guida della società. Il dirigente ha così risposto: “A Parma si può fare calcio, ci sono le strutture adatte, è un posto in cui nessuno ti assale durante la settimana, a differenza di altre realtà dove sono stato in passato. Se dicessi che non mi farebbe piacere tornare, sarei un bugiardo. Il problema è che la domanda non esiste, nel senso che io penso che Leonardi rimarrà a lungo a Parma, quindi il Parma non avrà bisogno di sostituire Leonardi”. Sulla tranquillità della piazza Imborgia è apparso distante dall’AD che invece coltiva un rapporto non proprio idilliaco con una parte della stampa e non ha perso occasione per affibbiare patenti di terrorismo ai giornalisti ritenuti nemici…

DSC00005IL CASSANO DI IMBORGIA – Imborgia, sollecitato da Enrico Boni, ha anche rivelato ulteriori particolari sullo stato d’animo di Antonio Cassano nei primi mesi di vita a Parma: “Lui aveva sempre in testa la Sampdoria, parlava sempre della Samp, non si perdonava il modo in cui aveva rotto i rapporti con la piazza blucerchiata. Detto questo – ha aggiunto – credo che i tifosi parmigiani debbano fare lo sforzo di perdonare Cassano”. Di diverso parere Enrico Cavalca, ex collaboratore dell’ufficio stampa gialloblu nell’era Tanzi, all’esordio ieri sera negli studi di Teleducato. Secondo Cavalca il rapporto tra Cassano e la piazza ducale si è ormai deteriorato DSCF0422ed entro la fine del mercato il giocatore andrà via, in barba alle dichiarazioni rilasciate la scorsa settimana nella conferenza stampa ribattezzata “teatrino”. “Io quella conferenza non l’avrei nemmeno fatta” ha affermato seccamente lo stesso Cavalca. Che Cassano vada via è assodato per il Saltimbanco Enrico Boni, che già si era espresso così lunedì sera, più cauto, invece il nostro direttore Gabriele Majo: “Io mi attengo agli annunci fatti la settimana scorsa e per l’ennesima volta do fiducia a chi li ha pronunciati, certo che poi se ci hanno preso per i fondelli …”.

PAROLO E NAINGOLLAN – Imborgia nel corso del suo lungo intervento telefonico ha anche parlato del futuro di Marco Parolo: “Sta facendo un campionato importante, quindi è normale che Napoli, Fiorentina, Roma – prima dell’acquisto di Nainggolan – e Milan si siano interessate a lui. Su Parolo sono stati però chiari sia Presidente che Amministratore Delegato: per dar via il giocatore deve esserci un significato economico. Se mi devo spingere sul futuro del centrocampista, credo e spero che rimanga al Parma. È un ragazzo straordinario, un buonissimo giocatore, mi auguro che la sua sia una carriera ricca di soddisfazioni. In realtà lo è già, non facciamo passare il Parma sempre come un club di passaggio. È chiaro che se dovessero DSC00007arrivare offerte importanti, partirebbe, ma ad oggi non mi sembra ci siano”. Per Enrico Boni Parolo vale più di Naingollan (la metà è stata pagata dalla Roma 9,5 milioni di Euro): “Tra Parolo e Naingollan, io scelgo Parolo”. Per Angella la cifra giusta è invece intorno ai 6 milioni dato che il centrocampista lombardo è pur sempre vicino ai 30 anni, mentre Majo ha ricordato come il Parma abbia speso per Parolo complessivamente circa 5 milioni, al che rivenderlo per soli 6 milioni non sarebbe un affare.

PARMA DA PIANI ALTI – Secondo Imborgia “il Parma tolte cinque squadre può e deve vincere con tutte”. Il dirigente ha anche aggiunto: “Ho sentito a volte nella vostra trasmissione parlare d’Europa, non vedo dove sia il problema, sognare è giusto”. Valutazioni, anche in questo caso, in controtendenza rispetto a quelle dell’Ad Leonardi che, invece, ha sempre parlato di orizzonte 40 punti, allontanando, per qualche recondito timore che poi gli possa essere rinfacciato, tutte le interpretazioni di chi vorrebbe un Parma proiettato verso le zone alte del campionato, anche se è difficile ipotizzare che anche questo possa essere tra i motivi di divergenza tra lui e lo stesso Imborgia tali da aver portato all’inaspettato divorzio, proprio appena prima dell’apertura della sessione invernale di mercato: “Siccome tra i miei impegni c’era quello di seguire da vicino il Nova Gorica – ha però chiarito Imborgia –, per rispetto di Apolloni e tutti gli altri, anche perché le cose non stavano andando bene là, ho preferito aspettare la fine dell’anno solare, anche se avevo già maturato due mesi prima, e comunicato agli interessati, la decisione di lasciare Parma.

DSCF0445CAOS LIVORNO – Nella parte finale della puntata è intervenuto al telefono da Livorno il giornalista del quotidiano La Nazione, oltreché corrispondente della Gazzetta dello Sport, Francesco Foresi, che ha fatto il punto sulla situazione in casa labronica in prossimità del match di sabato allo stadio Picchi contro il Parma alle ore 18: “L’allenatore Nicola non rischia nulla – ha affermato il giornalista – il problema, se mai, è la lontananza del presidente Spinelli che ha annunciato di voler lasciare a fine stagione senza che ci siano nuovi acquirenti all’orizzonte, per questo la situazione nell’ambiente è piuttosto precaria e la squadra ne sta risentendo. Squadra che ha dei limiti evidenti”. Foresi ha infine elogiato il Parma:Donadoni sta lavorando molto bene, io credo che il Parma possa far bene anche senza Cassano, anzi a volte l’ho visto giocare e mi è sembrato che Cassano giocasse un po’ per conto suo, dieci giocatori per un verso e lui per l’altro”.

DSC00001IL PANINO DI BONI – La puntata si era aperta con la “metafora del panino” proposta dal sempre più imprevedibile Saltimbanco Enrico Boni, presentatosi in studio con una micca (tempo fa aveva inscenato un analogo sketch con un lungo filone) imbottita di prosciutto crudo: “Questo è un panino che mi sono fatto preparare poco fa da un salumiere qui vicino a Teleducato – ha detto il variopinto opinionista – è un panino al prosciutto dop di Parma, buono e genuino, questo panino simboleggia la nostra trasmissione, genuina e con ingredienti di qualità, a noi non piacciono i panini preconfezionati scelti da altri, quei panini che dobbiamo mangiare sena poter scegliere cosa metterci imagedentro”. Angella ha interpretato così la parabola: “Se ti riferisci al fatto che nelle nostre trasmissioni non piacciano le tesi preconfezionate e calate dall’alto, hai perfettamente ragione, ma i nostri telespettatori questo lo sanno benissimo…”. Evaristo Cipriani

 

CLICCA QUI PER RIVEDERE LA PUNTATA (web registrazione a cura di Alex Bocelli)

image

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

ALLA GAZZETTA DI PARMA IMBORGIA FA CAPIRE DI ESSER ANDATO VIA PER MOTIVI DI CARATTERE ECONOMICO. E INTANTO IL PADOVA COMUNICA DI NON AVERLO CONTATTATO

L’INATTESO ADDIO DI IMBORGIA CHE POTREBBE PASSARE AL PADOVA ALLA PARMIGIANA DI PENOCCHIO

CALCIO & CALCIO PIU’ /  POST-LEONARDI: IMBORGIA E’ IN POLE POSITION

CALCIO & CALCIO PIU’– DOPO L’ALLARME ROSSO LANCIATO IERI SERA DA GHIRARDI CI SI E’ CHIESTO CHI POSSA ESSERE IL SOSTITUTO IDEALE DI LEONARDI: IMBORGIA? GASPARIN?

IL MILAN DI BARBARA BERLUSCONI SU LEONARDI / GHIRARDI: “PIETRO E’ UN LUSSO PER IL PARMA. IO L’HO TRATTENUTO TANTE VOLTE: NON SO SE RIUSCIRO’ A TRATTENERLO”

UN GHIRARDI NATALIZIO SUL MONTE DELLE VIGNE, APPAGATO DALLE PACCHE SULLE SPALLE DELL’IMPRENDITORIA PARMIGIANA CHE LO HA ACCOLTO (video)

FOOTBALL MANAGER ‘ANTICIPA’ IL FUTURO: NEL VIDEO GIOCO MANAGERIALE IL DS CROCIATO E’ IMBORGIA. NEL DATABASE FIGURANO BEN 161 CALCIATORI DEL PARMA IN GIRO PER L’EUROPA

I CALDI GIORNI DI IMBORGIA: IERI L’AUDIZIONE, PRESTO LA PROMOZIONE ?

INDISCREZIONE / PRESTO UN NUOVO DS PER IL PARMA ?

IMBORGIA OGGI A PARMA, ECCO LA PRIMA FOTO DELLA TRIADE CROCIATA

LEONARDI, IMBORGIA E STADIOTARDINI.COM

MA QUELLA VOLTA IMBORGIA SCARTO’ MESSI? IL ‘GIALLO’ DELLA PRESUNTA ESPERIENZA DELLA PICCOLA PULCE SUL LAGO DI COMO…

IL DAILY MAIL STRONCA IL RECORD DEL PARMA: “DAL MERCATO DEI TRASFERIMENTI DEI GIOCATORI AL MERCATO DEL BESTIAME. E LA UEFA, CHE DOVREBBE REGOLAMENTARE, NON FA NIENTE”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI RISPONDE A MAJO SUL MERCATO DA RECORD

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E IL MERCATO MINORE DA RECORD DEL PARMA: “E’ LA LEGGE DEI GRANDI NUMERI APPLICATA AL CALCIO: NON VEDO RISCHI SULLA GESTIONE ECONOMICA”

GHIRARDI SPIEGA LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE DA RECORD

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE CROCIATO DA RECORD

IL RECORD DEL PARMA: E’ LA SQUADRA CHE STA MOVIMENTANDO PIU’ CALCIATORI AL MERCATO. MA ALLA FINE QUANTI NE AVRA’ A LIBRO PAGA?

IL “SUPERMARKET PARMA” BENEDETTO DA REPUBBLICA: “CHI PIU’ COMPRA MENO SPENDE: UN SISTEMA SCIENTIFICO PER ANDARE AVANTI SENZA SOLDI, PUNTANDO TUTTO SUGLI SVINCOLATI”

ECCO UNA GIORNATA TIPO DELL’ATTIVISSIMO PARMA AL MERCATO MINORE

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI PARTE SECONDA. LA JUVE STABIA CI SCRIVE: “CONFERMIAMO DI AVERLO CEDUTO AL PARMA”, MA IL DS DEL LATINA INSISTE: “PRESO DALLE VESPE”

LO STRANO CASO DEL CARNEADE FIGLIOMENI: LA JUVE STABIA SCRIVE DI AVERLO CEDUTO A TITOLO DEFINITIVO AL PARMA, MA E’ IL LATINA AD UFFICIALIZZARNE L’ACQUISTO DALLE VESPE…

IL COMMERCIALISTA MAROTTA E LE STRANE PLUSVALENZE NEL CALCIO: “PRASSI DIFFUSA, MA SENZA DOLO SPECIFICO NON C’E’ FALSO IN BILANCIO”

IL PARMA SCEGLIERA’ DS E ALLENATORE DEL GUBBIO, CHE DIVENTERA’ LA “CANTERA” GIALLOBLU’

SATELLITE GUBBIO: NEL TG DI TELEDUCATO ANGELLA FA I NOMI DEI POSSIBILI DS E ALLENATORE SCELTI DAL PARMA (guarda il video)

SATELLITE GUBBIO / GLI UMBRI HANNO FRETTA, MA IL PARMA NICCHIA…

SATELLITE GUBBIO / LA GAZZETTA DELLO SPORT ANNUNCIA: RAGGIUNTA L’INTESA PER UN RAPPORTO BIENNALE COL PARMA. MA IL GIORNALE DELL’UMBRIA FRENA: “I TEMPI SI ALLUNGANO”

CALCIO & CALCIO / LEONARDI, RISPONDE A MAJO SUL GUBBIO

LEONARDI SPIEGA A STADIOTARDINI.IT I PROGETTI GUBBIO E NOVA GORICA: “SE TUTTO ANDRA’ IN PORTO GLI SLOVENI SI ALLENERANNO A COLLECCHIO DAL 15 GIUGNO AGLI ORDINI DI APOLLONI” – video

PARMA E GUBBIO: L’AMORE APPENA NATO E’ GIA’ FINITO? AGLI UMBRI NON E’ PIACIUTO CHE IL GIA’ PROMESSO LUCARELLI ANDASSE AL PERUGIA, E NON SONO CONTENTI DEL ‘RIMEDIO’ DI CHIARA…

IL PIANETA PARMA E I SUOI SATELLITI / CRISTIAN BUCCHI, NUOVO ALLENATORE DEL GUBBIO, HA FIRMATO IERI SERA A COLLECCHIO

CELEBRATO IL FIDANZAMENTO GUBBIO/PARMA. LEONARDI: “VORREMMO ARRIVARE A SPOSARCI E A MANTENERE l’UNIONE”. SU CHIBSAH: “IL SASSUOLO INSISTE, MA NOI NON MOLLIAMO…”

IL PIANETA PARMA E I SUOI SATELLITI / E A CARPI LEONARDI E’ ANDATO A OSSERVARE IL “SUO” LATINA (1-1: ANCORA IN GOL L’ETERNO MORRONE)

IN GRAN BRETAGNA SI PARLA ANCORA DEL RECORD DEL PARMA AL CALCIOMERCATO: IL MAGAZINE “WSC” RIFERISCE DI MOLTE CRITICHE SUL PIANO ETICO E DI ASSENZA DI LEGGI RESTRITTIVE

LEONARDI RISPONDE A SAMUEL: “BENE O MALE L’IMPORTANTE E’ CHE SE NE PARLI, MA NON CI HA CAPITO NULLA…”

NEL TG DI TELEDUCATO MICHELE ANGELLA HA SPIEGATO CHI E’ MARTIN SAMUEL, IL COLUMNIST DEL DAILY MAIL CHE IERI AVEVA STRONCATO IL MERCATO DA RECORD DEL PARMA

IL PIANETA PARMA E I SUOI SATELLITI / NOVA GORICA: I GIOCATORI CROCIATI NELLA ‘LAS VEGAS D’EUROPA’. BENVENUTI IN PARADISO…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

5 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO PIU’ / IMBORGIA: “A PARMA, PIAZZA IDEALE DOVE NESSUNO TI ASSALE, TORNEREI VOLENTIERI, MA LEONARDI RESTERA’ ANCORA A LUNGO…”

  • 9 Gennaio 2014 in 15:44
    Permalink

    Ma Imborgia sa che classifica ha il Nova Gorica? E’ 4 a 2 punti dalla seconda con grandi probabilita’ di andare ai preliminari di Europa League. E non va bene? Ma che dice? E’ ubriaco o pensava di vincere il campionato a mani basse con ragazzotti messi in squadra a campionato iniziato? Ma per favore non diciamo castronerie!!!

    • 9 Gennaio 2014 in 17:14
      Permalink

      E poi Imborgia e’ mai andato in Slovenia a vedere una partita del Nova?

  • 9 Gennaio 2014 in 15:52
    Permalink

    Majo io forse sono duro di comprendonio, ma allora: se Cassano parla sempre di Sampdoria, ha la Sampdoria in testa già da luglio, ogni discorso cade sulla Sampdoria, ha questo debito che deve pagare alla Sampdoria …. voglio capire cosa centra la Fiorentina ??? Io voglio credere come lei che la conferenza stampa del 29 sia genuina e sincera. Perchè in caso contrario anche a me gireranno e una bella campagna contro Leonardi nel “mio piccolo” la faccio !!! Ma ho paura che il copione sia stato già scritto…
    Capitolo 1 : conferenza stampa con promesse da mercante per far mettere in buona luce la società.
    Capitolo 2 : accantonamento momentaneo di Cassano (vedi Parma Torino)
    I primi 2 capitoli li abbiamo già letti.
    Prossimi capitoli:
    Capitolo 3: nelle prossime 2 partite Cassano a mezzo servizio da inizio gara e sostituito durante la stessa ( o viceversa) Mugugni di Cassano in crescendo rossiniano.
    Capitolo 4 : ultima partita di Gennaio. Cassano: Io devo avere la fiducia al 100%!!! Non mi basta il 99%. Se qui non servo me ne vado !!!
    Capitolo 5: ultimi 5 giorni di mercato. A Parma non mi vogliono. Me ne torno A Genova.
    Regia: P. Leonardi Sovrintendenza: T. Ghirardi Guest star: A. Cassano. Pubblico pagante preso per il culo: tifosi del Parma.
    Luca

    • 9 Gennaio 2014 in 16:20
      Permalink

      La sceneggiatura potrebbe anche sembrare vero simile, considerati certi precedenti del mondo del calcio in generale e di Pietro Leonardi in particolare. Però se la volontà, come lei sostiene, fosse davvero quella di privarsi di Cassano, perché non approfittare e farlo subito ad inizio mercato senza convocare la stampa per il teatrino? Giustificazioni perché Cassano se ne andasse se ne potevano trovare a bizzeffe (pur senza nulla togliere al suo lodevole comportamento sul campo) anche senza aspettare la fine della sessione. Io voglio dare credito e fiducia – malgrado sia già stato scottato in altri mercati dove ha fatto esattamente il contrario di quello che aveva dichiarato, ammettendo di aver sfruttato i giornalisti per le sue strategie – a Leonardi, poiché stavolta non è lui che ha risposto ai cronisti che lo sollecitavano, ma è stato lui a convocarli, celebrando un rito – la conferenza stampa – che non si può permettere di sconsacrare.

      Pur dando fiducia a Leonardi e Cassano – secondo cui superata la dead line del 29 dicembre il discorso Samp è chiuso – esiste una ipotesi, sia pure remota, che la Fiorentina possa pensare, tra gli altri autorevoli candidati, anche ad Antonio Cassano per la sostituzione dell’infortunato-sfortunato Pepito Rossi. E’ vero che Cassano ha dichiarato che la Samp è una cosa speciale, ma se i Della Valle mettessero mano al portafoglio, garantendogli un contratto migliore di quello già sostanzioso promessogli dal Parma (che lo tratta dare), credo che non avrebbe molte remore a cambiare aria. Del resto anche nel passaggio dal Milan all’Inter aveva brillantemente superato con nonchalance ogni contraddizione del caso.

      Cordialmente

      Gmajo

  • 9 Gennaio 2014 in 17:16
    Permalink

    E se Cassano finisse a Firenze?
    Mah forse e’ fantacalcio

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI