giovedì, Giugno 13, 2024
Carmina ParmaNews

CARMINA AUGURI / LA PRIMA CANDELINA NON SI SCORDA MAI

(Luca Savarese) – Auguri piccolo, ma già mitico stadiotardini.it. Già, mi ricordo benissimo quando un anno fa il direttore Gabriele Majo comunicò ai suoi adepti ed ai suoi amici la novità editoriale, dal punto.com al punto.it, piccole grandi modifiche, da un bel blog ad un sito vero e proprio. Gli utenti cliccavano stadiotardini.com e venivano rimandati su stadiotardini.it, finiva l’era da blogger e si apriva la pagina di una nuova avventura, che come ebbe a dire the director nella sua performance a Quelli che il calcio del 28 aprile 2013, tenta di proporre un giornalismo all’antica, di approfondimento, attraverso le moderne tecnologie. Un anno non sono un paio di giorni, nemmeno un mesetto. Quando si compie un anno si tira un respiro di sollievo, si ringrazia perché i primi passi sono stati fatti e dodici mesi hanno delineato le ossicine di questa creatura interattiva; poi ora, con un anno alle spalle, si cresce, si fa strada, ci si lancia in nuove sfide. Auguri allora a chi di stadiotardini.it confeziona le portate, ai vari aiuti-chef, dal Gallo di Castione al Columnist, passando per il Mister, quindi a Lorenzo Fava, Evaristo Cipriani e in ultimo, mi ci metto anche io, Carmina. Auguri e che ogni istante di questo neonato 2014 sia vissuto in prima persona, lieti per esserci, desiderosi di lasciare il segno. Da Cortona, dove mi trovo in questi giorni, terra di artisti come Luca Signorelli, Pietro da Cortona e dove si può ammirare una delle numerose annunciazioni di Beato Angelico, che le persone possano annunciare ad altre persone che esiste un sito dove si parla di Parma e di pallone in un modo diverso, meno banaloide e meno frettoloso, dove la sostanza non è un corollario, ma il cuore pulsante, nell’incedere delle parole, tra una foto, un click ed un segno di interpunzione. In piazza ieri pomeriggio le casse dello stereo che preparava la festa danzante per la soirè di fine-inizio anno, pompava Ti porto via con me di Lorenzo Jovanotti, che vive in quel di Cortona. La canzone ripete spesso In questa notte fantastica.. In quella notte, e per chi ci legge al principio dell’anno,in questo giorno fantastico. Buon compleanno stadiotardini.it  Luca Savarese

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".