venerdì, Giugno 21, 2024
Cartellino gialloblùNews

CARTELLINO GIALLOBLU’ di Matteo Agoletti / RUSSO SCOLASTICO AL TARDINI, PERUZZO FISCALE NELL’ANNULLARE IL GOL DI BENALOUANE A SAN SIRO

(Matteo Agoletti) – Comincia bene l’anno per la squadra di Donadoni e la Befana porta tre gol al Tardini nella porta del Torino per tutti i tifosi del Parma. La diciottesima giornata di serie A, dal punto di vista arbitrale, evidenzia la buona direzione di gara in Juventus – Roma del fischietto bolognese Nicola Rizzoli, che si conferma un big della massima serie. Nonostante il rotondo 3 -0 come risultato finale, è bravo il direttore di gara a gestire la partita sia dal punto di vista del gioco che del comportamento. Azzeccate le due espulsioni, rispettivamente per vigoria fisica sproporzionata e per interruzione di chiara occasione da rete.

Il mercato di gennaio in casa Parma si apre con le cessioni di Valdes al Colo Colo e di Benalouane all’Atalanta. E proprio nella gara vinta dal Milan a San Siro con i nerazzurri di Bergamo segnaliamo, sul risultato di 1 -0 per i rossoneri, il fallo fischiato dal sig. Peruzzo a Benalouane mentre conclude a rete e segna. L’ex difensore del Parma va in gol, ma secondo il direttore di gara, nel controllare il pallone, si appoggia sulla schiena dell’avversario commettendo fallo. Decisione che appare un po’ fiscale, anche perché l’azione si conclude con una rete, ma che dà ragione all’arbitro ben piazzato che rileva l’infrazione.

Al Tardini dirige il sig. Russo di Nola ed arrivano i granata di mister Ventura. La gara tra Parma e Torino è piacevole da vedere e non presenta particolari episodi da moviola. Tuttavia la prestazione dell’arbitro, complice probabilmente l’andamento della partita, è molto scolastica e senza particolari acuti. Tre gli ammoniti, Vives e Meggiorini per il Toro e Cassani per il Parma, a testimonianza della correttezza in campo mostrata da ambo le squadre. Buona la collaborazione tra direttore di gara ed i suoi assistenti sempre pronti e ben posizionati specie nelle ripartenze. Qualche protesta da parte di Ventura in occasione del gol del pareggio crociato. In particolare Acquah a metà campo ruba la sfera a Cerci con un intervento molto deciso e da lì parte l’azione che porterà al cross di Cassani e al pareggio di Marchionni. L’intervento è sicuramente deciso, ma nei limiti previsti dal regolamento, quindi giusta la decisone del fischietto campano. Nella ripresa il Parma alza la voce per un fallo di Meggiorini, già ammonito, su Felipe. Il direttore decide per non estrarre il secondo cartellino, che poteva starci, ma l’arbitro evidentemente lo ritiene uno scontro di gioco e data la tranquillità e correttezza della gara non prende provvedimenti.

Il Parma torna alla vittoria disputando una buona gara, facendo possesso palla e offrendo un bello spettacolo al pubblico. Pur senza Paletta, Gobbi, Gargano e Cassano dimostra di essere squadra, dando continuità ad una serie positivi di risultati che auspichiamo proseguano anche nel girone di ritorno. Buona la gara di Amauri, che oltre al gol, mostra grande impegno e attaccamento alla maglia. Prodezza balistica il gol di Lucarelli che corona questo straordinario momento di forma anche con il terzo sigillo personale in questa stagione. Se non fosse per qualche primavera di troppo sarebbe inserire tra gli azzurrabili per il Brasile. Molto bello anche il gol di Marchionni. Cassano entra e riceve qualche fischio, come prevedibile a causa delle voci di calciomercato, però l’atteggiamento di FantAntonio sembra quello giusto: sorriso sulle labbra e incitamento ai compagni. Se il Parma continuerà con questa intensità e con questa mentalità, a partire dalla trasferta di Livorno, potranno arrivare buone soddisfazioni. Matteo Agoletti

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".