IL COLUMNIST / E SE CI FOSSE BELFODIL DIETRO IL MEGA SCAMBIO PARMA-SASSUOLO ?

Luca Russo (www.ilcolumnist.net) La notizia risale a ieri, dunque non è più freschissima di stampa, ma è ancora estremamente attuale. E lo sarà almeno fino a stasera, termine entro il quale Tommaso Ghirardi dovrà fornire una risposta al suo collega neroverde Giorgio Squinzi e comunicargli se intende assecondare il maxi-scambio che porterebbe Mendes, Rosi e Sansone alla corte di Eusebio Di Francesco e Schelotto e Rossini a quella di Roberto Donadoni (nonché qualche soldino nelle casse dei gialloblu). Un’operazione del genere, casomai dovesse andare in porto (eventualità che io considero molto probabile, ma il perché ve lo imagespiego alla fine…), sarebbe un affarone per i piastrellisti e solamente un affare per il club Crociato. Proviamo a ragionarci su. Se desse via quei tre, il Parma in un solo colpo perderebbe: un difensore classe 1990 che, per quanto sia stato impiegato col contagocce, ci ha lasciato intendere di poter sopravvivere all’impatto con la massima serie, il che non è un particolare da trascurare se si considera che Paletta non è al massimo della condizione fisica e Felipe difficilmente ritornerà quello di Udine; un terzino destro utilizzabile anche nel ruolo di esterno di centrocampo che quest’anno, pur se raramente utilizzato (solo 10 presenze tra campionato e coppa), ha realizzato lo stesso numero di reti (3) che ha messo insieme nelle 26 apparizioni della stagione passata; e un attaccante che è riuscito a trovare una collocazione relativamente stabile nel 4-3-3 definitivamente sdoganato da Donadoni in occasione della vittoriosa trasferta di Napoli. Portandosi a casa Rossini e Schelotto, il tecnico di Cisano Bergamasco si ritroverebbe in rosa: un difensore centrale più vecchio di un solo anno rispetto al sul collega portoghese dato in partenza, ma che ha già maturato un bel po’ di esperienza in serie A e B; e un laterale destro che, come Aleandro Rosi, può giocare sia da esterno alto che da esterno basso. Sul piano tecnico, insomma, il Parma ci perderebbe sì qualcosa, ma non tantissimo. Schelotto e Rossini valgono Rosi e Mendes, almeno sulla carta. E, con un Cassano ritornato nel giro e nei pensieri di Donadoni, e quindi di nuovo utilizzabile nel tridente d’attacco insieme ad Amauri e Biabiany, non è detto che Pietro Leonardi debba per forza trovare un valido sostituto di Sansone.

Semmai, sono altre le ragioni per cui questa operazione mi convince poco. Ve ne dico due, ma potrei allungarmi fino a tre o quattro. La prima: visto che Felipe non offre più le garanzie e le prestazioni di un tempo, perché non dar via lui, ormai sul viale del tramonto, invece che Mendes, e cioè un giovane di buone prospettive? La seconda: anche se non sono da considerarsi anziani, Schelotto e Rossini lo hanno fatto il loro tempo e, soprattutto, ci han dato l’impressione di essere giocatori adatti alla provincia e a squadre di medio calibro, non di più. Prenderli, significherebbe acquisire due calciatori da cui in futuro sarà difficile ricavare plusvalenze. Al contrario, se Mendes e Sansone dovessero esplodere e consacrarsi una volta e per tutte, li si potrebbe girare al miglior offerente e trarne tutti gli utili del caso. Cederli al Sassuolo, significa regalare questi due gratta e vinci al già facoltoso Squinzi. Comunque, e al di là delle mie obiezioni, temo che la trattativa riesca a raggiungere il porto. Eccovi servito il perché: chi segue le vicende di mercato sa che nei giorni scorsi l’Inter avrebbe voluto cedere la sua parte di Belfodil al West Ham; il Parma, detentore dell’altra metà, si è opposto perché desidererebbe che il franco-algerino fosse ceduto, guarda il caso, proprio al Sassuolo. Per ora non se ne è fatto niente e il ragazzo resta parcheggiato alla Pinetina. La mia, vi sia chiaro, è una semplice ipotesi: è possibile che il patron dei neroverdi si sia  legato al dito  il mancato arrivo di Ishak e che Ghirardi, per tenerselo buono (chi di satellite ferisce, di satellite perisce…), abbia deciso di risarcirlo prendendo in seria considerazione un mega-scambio dal quale il Sassuolo uscirebbe soddisfatto e il Parma solamente rimborsato. Fantascienza? Supposizione bizzarra? Congettura stravagante? Lo scopriremo solo vivendo. Luca Russo (www.ilcolumnist.net)

6 pensieri riguardo “IL COLUMNIST / E SE CI FOSSE BELFODIL DIETRO IL MEGA SCAMBIO PARMA-SASSUOLO ?

  • 18 Gennaio 2014 in 23:02
    Permalink

    ottima analisi la tua Luca……certo che se Ghirardi non riesce a tener la schiena dritta davanti ad un sassuolo ……..che futuro può garantirci Ghirardi…..che tra un piagnisteo e l altro dice che bisogna sempre essere ambiziosi??,

  • 19 Gennaio 2014 in 00:44
    Permalink

    Non se la prenda, la leggo sempre ed ė più istintivo commentare quando non si ė d’accordo che viceversa.
    Pare assodato che sia stato belfidil a rifiutare, cosa ha ghirardi di cui scusarsi con Squinzi?
    Condivido il linea di massima la sua analisi ma se il Sassuolo retrocede? Che operazione diventerebbe? Si possono e a volte si devono prendere anche dei rischi

    • 19 Gennaio 2014 in 00:52
      Permalink

      Veramente è stato il Parma a porre il veto alla cessione a titolo temporaneo di Belfodil al Sassuolo (o a qualsiasi altra squadra): lo ha confermato lo stesso Ghirardi nell’intervista concessa a Mediaset Sport qualche sera fa.

      Ciò non toglie che anch’io non sia convinto dal teorema del Columnist. Certo: secondo me Ghirardi ci tiene a far bella figura o affari col presidente di Confindustria, per evidenti motivi anche extra-calcistici, e quindi una certa pulizia dello scantinato potrebbe derivare da questo, ma non – come sostiene Luca Russo – come forma di indennizzo per il veto al prestito del Medicinale.

      Cordialmente

      Gmajo

    • 19 Gennaio 2014 in 10:30
      Permalink

      Da quel che io ho letto in proposito, è stato il Parma ad opporsi alla cessione del medicinale in Inghilterra. Ghirardi voleva mandarlo al Sassuolo. Poi nel mercato vale tutto…c’è chi dice che Ghiraradi abbia detto x, chi invece sostiene di avergli sentito dire y…ripeto: da quel che io ho letto, il Parma avrebbe voluto spedirlo al Sassuolo.

      • 19 Gennaio 2014 in 10:58
        Permalink

        Ghirardi nella intervista dell’altra sera a mediaset, basta riascoltarl
        o, si era dichiarato contrario a qualsiasi prestito di belfodil. Diverso e’ il ragionamento sulla cessione del mezzo caryellino rimasto e di cui si vorrebbe disfare per far soldi senza indebolire la squadra. Cosa che secondo me sta invece accadendo con la maxi operazione.
        Cordialmente gmajo

  • 19 Gennaio 2014 in 15:49
    Permalink

    Le fonti che citavo io parlavano di un Sassuolo interessato alla nostra metà, e del rifiuto di belfodil. Naturalmente siamo nel campo delle chiacchiere, non lo so se sia vero..
    Nella intervista che citavi giustamente tu il riferimento era al west ham, loro si che lo avrebbero chiesto in prestito.. si fa x parlare..

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI