IL PARMA SU FACEBOOK RISPONDE A CHI SCRIVE AI BOYS SENTENDOSI PRESO PER IL C… PER LA MANCATA ENTRATA IN FUNZIONE DELLA TESSERA AWAY

image(gmajo) – L’ennesima conferma che il famoso striscione apparso durante Parma-Torino in Curva Nord era favorito, come interpretato da noi di stadiotardini.it, dal  mal di pancia per la mancata entrata in funzione della tessera “Away” è la pubblicazione di una inchiesta telefonica su come si comportano, sul tema rilascio tessere, le altre squadre di serie A, con la conclusione che solo a Parma è possibile fidelizzarsi durante la campagna abbonamenti, e la prosecuzione dello stillicidio di lettere (vecchio sistema, sempre funzionante…) pubblicate dal sito www.boysparma1977.it: l’ultima, del sedicente Marco, è stata pubblicata nel pomeriggio odierno, nella quale, tra l’altro si leggeva: “Sono imageincazzato anche con la società perché sono mesi che ci prende per il culo sull’ormai famosa away card. Prima ci promette che ce la fa poi decide di rimandarla per poi arrivare a questa settimana e sentire con le mie orecchie che il Parma non aderisce a questa cosa”. Repentina, attraverso il profilo ufficiale facebook, la risposta del club, nella quale si evidenzia come tra YBLU e PARMA 100 AWAY non ci siano differenze, a conferma di quanto da mesi predichiamo noi di stadiotardini.it, servendoci dell’abusato paragone tra zuppa e pan bagnato. E se ci sono stati problemi tecnici sull’attivazione della “Away” (così come per le nuove emissioni di TdT) le responsabilità non sono da addossare alla società bensì alle difficoltà di comunicazione tra il CEN ministeriale e Lottomatica: dunque è perfettamente inutile che gli Obiettori se la stiano a prendere con la società Parma FC, che, al contrario, secondo me ha avuto il torto di fare figli e figliastri tra chi si è regolarmente tesserato, da anni, o al principio di questa stagione, e chi, per problemi di coscienza, diciamo così, ha preferito evitare farlo, insistendo, però, per ottenere strumenti uguali e identici come voucher e away, pur di appagare la propria voglia di trasferta, ma senza “tesserarsi”. Eppure, a ben guardare, anche chi è andato lo scorso anno a seguire Sampdoria-Parma, lo ha potuto fare attraverso la Tessera del Tifoso, non la propria, rifiutata, ma quella di qualcun altro. E lo stesso accadrà domenica attraverso la formula 1+1 alla quale aderisce il Chievo e che consentirà, dunque, ai  Boys di organizzare la trasferta, nella quale ognuno dei non tesserati che entrerà al Bentegodi sarà  garantito  da un altro tesserato.

 

ECCO LA LETTERA DI TALE MARCO PUBBLICATA DAI BOYS

image

Lettera di Marco a www.boysparma1977.it Lunedì 13 Gennaio 2014 14:41

Pubblichiamo qui di seguito la lettera inviataci da Marco un ragazzo della Nord dopo la vittoria del Parma sabato a Livorno..

Ciao ragazzi, è appena finita a Livorno (gran vittoria cazzo) e io sono qua che non riesco a essere pienamente felice perché anche oggi come da molto tempo a questa parte c’è stato impedito di andare in trasferta per una maledetta tessera di merda. Vi scrivo perché questa mia rabbia la posso condividere solo con voi. Sono incazzato anche con la società perché sono mesi che ci prende per il culo sull’ormai famosa away card. Prima ci promette che ce la fa poi decide di rimandarla per poi arrivare a questa settimana e sentire con le mie orecchi che il Parma non aderisce a questa cosa. Per non parlare dell’inutile tessera del tifoso che si è resa veramente una grandissima stronzata, però anche in questo caso la società PARMA CALCIO è L’UNICA in Italia a livello di serie a ha non aver disponibile il rilascio immediato della tessera di fidelizzazione durante del campionato. A sto punto la domanda viene spontanea da fare al Parma Calcio. . MA CI TENETE VERAMENTE AI VOSTRI TIFOSI?????……SEMBRA DI NO. Il problema grosso e che si sta stancando la gente normale cioè tifosi che seguono il Parma con regolare abbonamento e questo ve lo dico perché ho una marea di amici che me lo dicono. Io si mi sto rompendo i coglioni ma non mollo perché nel bene e nel male io e voi ci salteremo fuori. Per oggi non voglio più pensare a queste cose e voglio godermi la vittoria. Vorrei fare anche i complimenti a staff e squadra che ci stanno facendo godere parecchio e sembra anche che ci sia un bel gruppo all’interno dello spogliatoi… Bene cosi. Vi lascio con una foto di quando non esistevano tessere e stronzate varie di noi a Livorno. AVANTI BOYS PARMA VINCEREMO OGNI BATTAGLIA

ED ECCO L’ARTICOLATA RISPOSTA DEL PARMA FC ATTRAVERSO FACEBOOKimage

Continuano a pervenirci richieste per ricevere maggiori informazioni circa la Tessera del Tifoso YBLU e la nuova Tessera PARMA 100 AWAY (che presto sarà
disponibile) e le loro modalità di utilizzo ed emissione. Sperando quindi di  fare cosa gradita ai tutti i tifosi interessati, pubblichiamo questo piccolo
report per aiutare a fare chiarezza.

In Italia esiste un solo “Programma Tessera del Tifoso” da cui derivano due tipologie di Tessere Fidelity delle Società di Calcio:

Tessera del Tifoso YBLU (in senso stretto):

Consente la sottoscrizione di un “Abbonamento Stagionale” (con smaterializzazione del titolo…ovvero: l’abbonamento non è più un documento a sé stante ma è caricato sulla tessera stessa) e consente l’acquisto di qualsiasi titolo in Trasferta (Settore Ospiti e/o altro settore).

La TDT YBLU può essere emessa con la procedura “Standard”: i dati anagrafici  raccolti vengono inviati dal gestore (es. Lottomatica) alla Questura di  competenza che verifica, in tempi che non sono determinati, l’eventuale esistenza di elementi che possono comportare divieto all’emissione.

A sua volta la Questura, in caso tali elementi non sussistano, risponde che nulla osta per  l’emissione della stessa e solo a questo punto il gestore produce la TdT che  viene inviata alla Società richiedente e/o direttamente al Titolare….

I tempi della procedura Standard si aggirano intorno ai 60 giorni (chi dice 5/10 giorni non riporta un dato reale).

Questa è la procedura ad oggi utilizzata dal Parma per l’emissione della YBLU.

La TdT YBLU può anche essere emessa con il sistema “Instant Issuring”  (emissione immediata).

In questo caso le società per potervi ricorrere devono  richiedere speciale autorizzazione all’Osservatorio oltre che dotarsi di un sistema di emissione adeguato. Il Sistema “Instant Issuring” permette di verificare in tempo reale eventuali elementi che possono comportare divieto all’emissione e, in caso questi non sussistano, di stampare immediatamente il titolo.

I tempi di attesa per l’emissione della TdT con tale procedura sono pari a zero (è però obbligatoria la presenza fisica della persona per sottoscrivere l’ accettazione del regolamento TdT, (chi dice il contrario non riporta un dato reale).

Il Parma FC si è già dotato di tutte le autorizzazioni e degli apparati  tecnologici per emettere la Tessera del Tifoso YBLU in modalità “Instant Issuring” ed è pronto ad emettere le Tessere già dal 17 dicembre 2013.

COME TUTTE LE ALTRE SOCIETA’ è però in attesa della soluzione di un problema
GENERALE
relativo alla Connessione con il Centro di Elaborazione Dati del  Ministero Dell’Interno (CEN Napoli) che dovrebbe arrivare a breve.

 
Tessera AWAY Parma 100 (Tessera Fidelity per trasferte)

Consente esclusivamente l’acquisto di biglietti per le trasferte e questo sistema è stato introdotto in forma sperimentale dalla ROMA nel maggio 2013 lo stesso è stato sospeso momentaneamente ad inizio campionato (I Tifosi della ROMA per esempio, pur avendo la Tessera AWAY non sono venuti in trasferta a Parma lo scorso 15 settembre).

La Tessera AWAY viene emessa con il sistema “Instant Issuring” (emissione  immediata). In questo caso le società devono richiedere speciale autorizzazione  all’Osservatorio Nazionale sulle Manifestazioni Sportive per poter utilizzare la seguente procedure e per poter ampliare il proprio programma TdT al modello AWAY oltre a dotarsi di un sistema di emissione adeguato.

Il Sistema “Instant Issuring” permette di verificare in tempo reale eventuali elementi “ostativi” e
in caso di non sussistano di stampare immediatamente il titolo eliminando i tempi d’attesa (è obbligatoria la presenza fisica della persona per sottoscrivere l’accettazione del regolamento TdT: chi sostiene il contrario non riporta un dato reale).

Il Parma FC si è dotato di tutte le autorizzazioni e gli apparati tecnologici per emettere la Tessera AWAY denominata “Parma 100”.

Il Parma FC si è già dotato di tutte le autorizzazioni e degli apparati tecnologici per emettere la Tessera Away Parma 100 in modalità “Instant Issuring” ed è pronto ad emettere le Tessere già dal 17 dicembre 2013.  COME TUTTE LE ALTRE SOCIETA’ è però in attesa della soluzione di un problema GENERALE relativo alla connessione con il Centro di Elaborazione Dati del Ministero Dell’Interno (CEN Napoli) che dovrebbe arrivare a breve.

Qualsiasi variante a queste indicazioni è “contro legge” e pone in grave pregiudizio sia le società che non le applicano che i tifosi che ne usufruiscono.

Come già ribadito e comunicato il Parma FC appena sarà perfettamente operativo e funzionante il sistema “Instant Issuring” illustrerà a tutti i tifosi i tempi e i modi per poter sottoscrive sia la Tessera del Tifoso YBLU che quella AWAY Parma 100.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

LA MANCATA ENTRATA IN FUNZIONE DELLE TESSERE “AWAY” E’ TRA LE CAUSE DELLO STRISCIONE POLEMICO DI LUNEDI: MA IL PARMA NON HA COLPA

LA TESSERA SIMIL-ROMA PER LE TRASFERTE DEI NO-TDT? IL PARMA STA SOPPESANDO PRO E CONTRO…

A NAPOLI IL RITORNO “UFFICIALE” IN TRASFERTA DEI BOYS?

SAMPDORIA-PARMA, Fotogallery amatoriale

SAMPDORIA-PARMA, VIDEO REPORTAGE DAL FAIR PLAY VILLAGE DEI GEMELLATI, a cura di Luca Savarese

L’ARREMBAGGIO DEL GEMELLAGGIO

L’OPINIONE DI MAJO DOPO SAMPDORIA-PARMA 1-0: “SOLO IL GEMELLAGGIO FA SORRIDERE. DAL CAMPO RISPOSTE CHE FANNO PIANGERE…”

OBIETTORI DELLA TESSERA, LA TRASFERTA CON LA SAMPDORIA E’ SALVA. E’ ARRIVATA L’ATTESA “AWAY”, SI CHIAMA “PARMA 100” E DA DOMANI SARA’ IN DISTRIBUZIONE AL TARDINI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

9 pensieri riguardo “IL PARMA SU FACEBOOK RISPONDE A CHI SCRIVE AI BOYS SENTENDOSI PRESO PER IL C… PER LA MANCATA ENTRATA IN FUNZIONE DELLA TESSERA AWAY

  • 13 Gennaio 2014 in 21:14
    Permalink

    Io non sono un ultrà e nemmeno un giornalista. Però credo ci starebbe una domandina ai Boys. Visto che tra Yblu e Away 100 non c’è nessuna differenza (finalmente il Parma lo ha detto, si vede che anche la sua pazienza ha un limite), non potevate fare Yblu come tutti noi?????? E non potevate farla entro settembre (sempre cm tutti noi)????? Dite che avete chiesto l’Away in agosto ma c’era Yblu già fatta!!!!!!!!
    Cioè che senso ha farsi fare due vaucher e l’away invece di Yblu???? Sono tutte tessere del tifoso ragazuoli.
    Secondo me alla fine siamo più contro la tessera noi, che ne abbiamo fatta una e basta, anni fa, che loro che ne fanno forse 3 in un anno. Noi poi ci siamo fatti quella che cera, non siamo andati a chiedere al Parma di farne delle altre….. Cioè qua si legge che il Parma ha dovuto fare richiesta per una seconda tessera…… O certo io non conosco l’ideologia ultrà e magari questa è una mossa contro la polizia e la digos……… però mi sfugge un pò la logica.
    Va be da oggi saremo noi tifosi non-ultrà a dire NO alla tessera, visto che ne abbiamo una e basta. Ma no alla tessera…. forse vuol dire NO a chi te la chiede per scroccare l’ingresso senza farla? Scherzo scherzo.
    Dopo la domandina un consiglino. Secondo me quando si chiedono dei favori (in questo caso al Parma) ci vuole un pò di educazione, specie se i problemi dei ritardi non sono di chi ti fa il favore. Striscioni, critiche molto aspre, campagne stampa, sono proprio fuori dal mondo, e producono quella risposta qua. Risposta educata, tecnica, ma anche molto diverse dalle precedenti….. qui nn si racconta più la fola dello strumento “alternativo” per gli obbiettori, qui si dice la verità, e ci fate la figura dei cioccolatini. La risposta molto tecnica dimostra che in società ci sono persone competenti, altro che consigli a Ghirardi per prendere altro personale…..
    La cosa che comunque mi sorprende di più è che il Parma si sbatta per fare delle tessere del tifoso apposta per gli ultrà, si vede che è meglio accontentarli….. Mi sa che l’unico ad avere le palle a Parma sia Majo. (Anchio mi metto tra i senza Maroni . Da non confondere con il ministro della tessera. Comunque adesso che siamo tutti tesserati va bene anche Maroni, credo…..).
    PS: visto che siamo tutti tesserati o aspiranti tali, proporrei anche ai Boys di andare per la città a cancellare finalmente tutte le scritte contro la tessera, oltre a cattare su gli striscioni del Centenador che ormai siamo nel 2014.

  • 14 Gennaio 2014 in 09:30
    Permalink

    Più puntuale della risposta del Parma è puntuale il commento del sedicente Marcello! Dai Marcello, non mollare mai!!!! 🙂

    • 14 Gennaio 2014 in 15:02
      Permalink

      Buondì Michele e grazie per aver colto il mio invito a battezzare un nome “michele” in luogo dei precedenti nick name variabili utilizzati.

      Nel caso di Marcello, però, l’espressione “sedicente” non è appropriata, infatti il Marcello in questione è persona che correttamente si è qualificata con il proprio nome e cognome, indirizzo e recapiti fin dalla prima volta in cui ha usufruito dello spazio commenti, e dunque non è affatto un illustre sconosciuto, ma una ben identificabile persona. Peraltro piuttosto bene informata dei fatti. Che ha pieno diritto di essere tempestivo nel commentare vicende che indubbiamente gli stanno a cuore, pur urtando la suscettibilità di qualcun altro dalle pelle particolarmente sensibile.

      Cordialmente

      Gmajo

    • 14 Gennaio 2014 in 15:20
      Permalink

      Tutte le opinioni che vi danno fastidio sono di “sedicenti” persone…..Cioè quindi chi sarei…. no dai…… della Digos???? Della polizia????? Dell’Interpol??????
      Voi potete parlare, scrivere, offendere, insultare, ma gli altri li volete muti. Qui invece la gente può scrivere liberamente, anche quando nn la pensa come il direttore.
      Se vi scrivo una lettera al vostro sito me la pubblicate? Ne pubblicate tante in questo periodo…….. 🙂
      A proposito di sito io modificherei la rubrica Come disdire la Tessera del Tifoso, che ormai non mi sembra mica più valida. Forse dovreste scrivere “Come rompere le palle al parma finchè ci fa la seconda tessera” o “come andare in trasferta scroccando la tessera agli altri”.
      NO ALLA PROLIFERAZIONE DELLE TESSERE 😛

  • 14 Gennaio 2014 in 15:32
    Permalink

    Per problemi personali non so ancora se riuscirò ad andare a Verona come gli anni scorsi ma se cosi fosse piuttosto che far entrare con me un non tesserato in virtù dell’italianissimo 1+1 mangio una merda

    • 14 Gennaio 2014 in 16:39
      Permalink

      Gabriele ocio che ti danno del sedicente anche a te! 😉

  • 14 Gennaio 2014 in 17:05
    Permalink

    Perché ti scaldi Marcello? Perché mi dai del Voi? IO sono uno (cane sciolto, va molto di moda) e parlo per me stesso. Riesci a non rispondere ai boys? Non ci riesci? Parla con me. Sfogati, aiuta.

    • 14 Gennaio 2014 in 18:32
      Permalink

      Sei sicuro Michele? Credevo fossi Elio Marcello o Ecco Marcello o Marco… Un personaggio lettera-rio diciamo… anche questo è andato molto di moda in questi giorni. Sai qui non ci sono argomenti vietati. Ti brucia? Ci mancava solo il….. se hai qualcosa da dirgli vai nella loro sede 🙂
      A me viene il dubbio che sia tu il sedicente….. cane sciolto. Secondo me sei dei Boys, ma non ce ne mica da vergognarsene. Magari puoi parlare dell’articolo, cioè dei contenuti, invece di provare a zittire chi commenta. Spero la verità non ti faccia soffrire.
      si felice dai domani potete fare le vostre due tessere in un botto solo 🙂
      TWO TESSERA IS MEI CHE UAN
      Serve altro?
      E se hai da dirmi qualcosa…. vieni a dirmelo presso il mio condominio 🙂 Io scrivo qui, tu vieni al mio condominio.
      Spero il mio sarcasmo non dia fastidio. Intanto nn sei dei boys, chettefrega 🙂

  • 14 Gennaio 2014 in 19:38
    Permalink

    La battaglia contro la tessera del tifoso rischia di far sparire a poco a poco tifoserie come i boys e simili. Io farei come i veronesi, tutti tesserati perchè qua rischiamo l’estinzione. Spero se ne accorgano in tempo mettendo da parte le cagate sulla mentalità ultras e tornando semplicemente ad essere dei Crusader Supporters come si era in origine.

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI