LE DUE TESSERE DEL TIFOSO (Y BLU E PARMA 100), CON EMISSIONE IMMEDIATA GRATIS, DISPONIBILI DOMANI POMERIGGIO (SABATO 25 GENNAIO) NELL’UFFICIO BIGLIETTERIA DEL TARDINI

image(gmajo) – I siti dei Boys e di Settore Crociato, a reti unificate (potenza del Centenario che ha fatto unire gli intenti, superando le asperità che c’erano all’alba di una idea), hanno diffuso la notizia che “da domani, sabato 25 Gennaio, dalle ore 16.30 alle ore 19.30, come avverrà poi fino al termine della stagione, il giorno precedente di ogni partita casalinga, negli uffici della biglietteria dello stadio ‘Ennio Tardini’, al primo piano del ventre della Tribuna Petitot, potranno essere sottoscritte gratuitamente, con emissione imageimmediata, le Tessere del Tifoso del Parma Calcio, la Parma 100 o la YBlu, secondo le singole esigenze di ogni sostenitore. La Parma 100 serve esclusivamente per acquistare i biglietti dei Settori Ospiti degli stadi in cui la nostra squadra è impegnata in trasferta La YBlu, oltre a dar la possibilità di acquistare i titoli d’ingresso degli stadi in cui la nostra squadra è impegnata in trasferta, è il badge su cui viene caricato telematicamente l’abbonamento al ‘Tardini’”.

imageNei giorni scorsi, dopo che sul sito dei Boys, ripresa da Settore Crociato, era uscita una lunga articolessa esplicativa di quella che nei fatti è stata una conversione alla Tessera del Tifoso da parte degli ex obiettori (“Away card: i motivi di una scelta”) , il nostro lettore (col quale mi scuso per il imageritardo nella risposta, ma era notte fonda e bisognava che andassi anche un po’ a dormire, benché mi avessero tenuto sveglio fino a quell’ora i commenti sulle dichiarazioni del core ingrato Sansone…) Marco aveva postato nello spazio commenti di stadiotardini.it la seguente richiesta: “mi piacerebbe sapere la sua opinione riguardo all’articolo pubblicato oggi dal Boys riguardo la loro presa di posizione sull’Away. imageSo che si è dilungato più di una volta sulla querelle zuppa o pan bagnato, ma spero comunque in una sua risposta!”. In effetti, caro Marco, non è che abbia da aggiunger molto di più sull’argomento, giacché il popolare esempio zuppa e pan bagnato rende chiaro come, di riffa o di raffa, gli ex obiettori si siano convertiti, al di là di tutte le spiegazioni filosofiche del caso, magari arrampicandosi sugli specchi, al progetto ministeriale, pur continuando a combattere, a loro dire, l’articolo 9.

Io penso che, finalmente, abbiano capito che al di là dell’ideologia dell’universo ultrà cui si ispirano, debba prevalere l’amore per la squadra di calcio che si ha nel cuore. Con qualche anno di ritardo – sarà stata la crisi di astinenza da trasferta – ci sono arrivati, piegandosi all’istituzione Tessera, di cui hanno sottoscritto (quasi tutti, a parte alcuni rimasti fedeli ai propri principi) il modulo per l’emissione. Ci si poteva arrivare prima, soprattutto in virtù del fatto che la tessera del Parma Y Blu è sempre stata svincolata da istituti bancari o altre iniziative commerciali: per cui l’opposizione non aveva senso, nel minuto in cui si viene schedati dalla Polizia anche acquistando un semplice biglietto.

Come ho più volte sottolineato la Tessera del Tifoso è un male per il calcio italiano e per chi l’ha sottoscritta fin da principio, continuando a subire angherie (per colpa, però, di chi questa Tessera l’ha fatta partorire come rimedio alla violenza negli stadi). Però era – e resta così anche dopo le spiegazioni – una palese contraddizione l’averla dapprima osteggiata, per poi accettarla, di fatto, tre anni dopo. Tre anni in cui il Parma, lontano dal Tardini, ha dovuto fare a meno – a parte qualche sporadica piratata – dei propri sostenitori più calorosi. Società Parma F.C. che, sia pure sapendo di accontentare una piccola parte, numericamente parlando, del proprio pubblico, non ha mai smesso di ascoltare – spesso avallandole anche in sede istituzionale – le ragioni dei No-tessera. Ingiusto, dunque, a mio modo di vedere, lo striscione che con la scusa del Centenario (anche se sono al corrente che c’è in vista qualche incontro chiarificatore anche su questo tema, dopo il mal di pancia dimostrato per il presunto disinteresse o mancato sostegno del club alle lodevoli iniziative organizzate – e pagate – dal Comitato Popolare) abbia fatto indebite pressioni per una rapida soluzione dei problemi tecnici (peraltro dipendenti dal CEN di Napoli) che impedivano l’emissione delle card. Singolare, poi, che sullo stesso portale che aveva ospitato da anni le tesi del No alla Tessera (sul Sì alla passera noi maschietti siamo tutti d’accordo…), fossero apparse missive di chi si lamentava perché la Tessera non poteva essere sottoscritta fuori dalla campagna abbonamenti. Con la notizia di cui sopra, si nota, come ora la Tessera sia regalata (e il generoso Ghirardi è uno dei pochi che non si fa corrispondere un rimborso spese)  anche al di fuori della campagna abbonamenti, appunto in ogni vigilia di gara interna.

Grazie alla Tessera del Tifoso Parma 100, dunque, gli obiettori possono andare in trasferta, e con piacere riportiamo che i Boys stanno organizzando quella per Roma. Clicca qui per tutte le info per viaggiare con la comitiva ultrà.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

SUL SITO DEI BOYS UN ELOGIO PER CORRADO SANI, RESPONSABILE DELLE BIGLIETTERIE

CONTRO IL CHIEVO CON LA CARICA DELLE 101 AWAY…

I TRE GIORNI DELLA AWAY, LA NUOVA TESSERA DEL TIFOSO CHE CONSENTE AGLI OBIETTORI DI ANDARE IN TRASFERTA. Il video integrale della conferenza di Stefano Perrone e tutte le info

IL PARMA SU FACEBOOK RISPONDE A CHI SCRIVE AI BOYS SENTENDOSI PRESO PER IL C… PER LA MANCATA ENTRATA IN FUNZIONE DELLA TESSERA AWAY

LA MANCATA ENTRATA IN FUNZIONE DELLE TESSERE “AWAY” E’ TRA LE CAUSE DELLO STRISCIONE POLEMICO DI LUNEDI: MA IL PARMA NON HA COLPA

LA TESSERA SIMIL-ROMA PER LE TRASFERTE DEI NO-TDT? IL PARMA STA SOPPESANDO PRO E CONTRO…

A NAPOLI IL RITORNO “UFFICIALE” IN TRASFERTA DEI BOYS?

SAMPDORIA-PARMA, Fotogallery amatoriale

SAMPDORIA-PARMA, VIDEO REPORTAGE DAL FAIR PLAY VILLAGE DEI GEMELLATI, a cura di Luca Savarese

L’ARREMBAGGIO DEL GEMELLAGGIO

L’OPINIONE DI MAJO DOPO SAMPDORIA-PARMA 1-0: “SOLO IL GEMELLAGGIO FA SORRIDERE. DAL CAMPO RISPOSTE CHE FANNO PIANGERE…”

OBIETTORI DELLA TESSERA, LA TRASFERTA CON LA SAMPDORIA E’ SALVA. E’ ARRIVATA L’ATTESA “AWAY”, SI CHIAMA “PARMA 100” E DA DOMANI SARA’ IN DISTRIBUZIONE AL TARDINI

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

One thought on “LE DUE TESSERE DEL TIFOSO (Y BLU E PARMA 100), CON EMISSIONE IMMEDIATA GRATIS, DISPONIBILI DOMANI POMERIGGIO (SABATO 25 GENNAIO) NELL’UFFICIO BIGLIETTERIA DEL TARDINI

  • 25 Gennaio 2014 in 09:11
    Permalink

    Direttore, condivido tutto quello che ha scritto.
    ……. ma si è avvicinato Settore ai Boys o i Boys a Settore? Questo qui sarebbe da capire. Chissà se all’eventuale incontro chiarificatore andranno insieme….. o uno forse è già la a lavorare a-macca commuovendosi (come disse il Ghiro).
    Leggendomi il kilometrico comunicato dei Boys su uno dei due siti, che tanto è uguale, in cui i Boys ufficializzano di tesserarsi mi hanno lasciato un pò di stucco alcune cose, che io non ho trovato mica troppo oneste e lineari, al contrario del nuovo Settore.

    ….Dire “No alla tessera” per noi voleva dire “SI alle trasferte”….
    Eh???? Dire No alla tessera ha voluto dire non poter andare in trasferta!!! e infatti l’hanno chiesta e fatta proprio x tornare in trasferta, dove non potevano andare e non andavano praticamente + da anni perchè gli era VIETATO. Altre tifoserie che hanno detto subito SI alla tessera in trasferta ci sono sempre potute andare e ci sono sempre andate alla grande. Bo ma forse avranno sbagliato a scrivere…… o a rifiutare la tessera x anni….

    ….che l’away sarebbe una invenzione delle società per riportare gente allo stadio…
    Ma appena più giù scrivono che sono stati loro a richiederla specificatamente al Parma ad Agosto!!!
    Poi chi era da riportare allo stadio? Tutti noi tifosi non-ultrà avevamo già Yblu e loro le loro tessere vaucher solo x loro. Le tessere x le trasferte servivano solo a loro… mica alla “gente” (non siamo scudi umani x le politiche ultrà). A me pare che il Parma abbia fatto questa tessera blu ai Boys perchè i Boys gli hanno rotto le palle in tutti i modi possibili, non x altro. I numeri lo dimostrano 12.000 Yblu, 110 Away (forse).

    … che grazie alla loro protesta la tessera sia cambiata….
    Noi 10.000 tifosi non-ultrà del Parma non abbiamo mai avuto in tasca una tessera del tifoso con funzione di credit cart o commerciale, perchè Yblu non lo è mai stata. Non è cambiato un fico secco per noi.

    …che i controlli sono gli stessi x biglietti e tessere del tifoso, così tanto vale fare la tessera perchè poi alla fine è una cazzata… un numerino, un codicino, una fotina….
    Detto da chi x un saco di anni ci ha fatto su queste storie una guerra di religione fa molto strano. Ok cambiare idea ma senza esagerare…. o forse lo dicono per convincere a tesserarsi qualcuno di loro ke forse è rimasto contrario???

    …che per fare Yblu ci vogliono tre mesi… quindi meglio la “Boys” 100…
    quando da metà Gennaio tutte le tessere crociate (la gialla e la blu) vengono rilasciate subito. Infatti non si capisce perchè non andasse bene la tessera gialla e ce ne volesse una blu solo per gli ultrà, che tra l’altro da meno cose (così ne devono fare di più!!!)

    A me fa già strano che gli ultrà scrivano comunicati… però almeno fare dei testi in cui le frasi non si contraddicono tra di loro sarebbe meglio….

    Speriamo il favore dell’away ai Boys sia ripagato dai Boys con un tifo caldo ma non violento, responsabile, senza insulti alle forze dell’ordine. Speriamo ci sia civiltà a Roma e così anche Reggio, visto che a breve andremo anche li in trasferta e già si sentono arie non troppo rassicuranti. Speriamo non ci si sia convertiti alla tessera del tifoso per fare teppismo e violenza in giro. Il Parma gli ha fatto il favore della away, adesso gli chieda il favore di comportarsi bene. Tifo si anche tanto, anche contro, ma solo quello.
    Mica violenza per poi scaricare tutta la responsabilità sui……….
    “funzionari “da ufficio” incapaci di gestire l’ordine pubblico”
    La violenza è colpa dei violenti, mica delle forze dell’ordine. Altri scudi umani???
    (eccola qui la “riflessione” dei Boys, che il nuovo Settore ha introdotto come bella e che merita di essere letta…..).
    Chissà se meritano di essere lette anche le scritte digos boia o acab in giro x Parma… io direi proprio di no.

    Buon weekend!

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI