SCHELOTTO AI TIFOSI SCETTICI SU DI LUI: “FARO’ DI TUTTO PER FARLI RICREDERE E FARLI ANDARE A CASA CONTENTI DELLE MIE PRESTAZIONI” – Il video e le foto della presentazione con Rossini

image(gmajo) – Sarà un po’ per il suo recente curriculum, che non è certo eccezionale, sarà perché è finito in mezzo ad una operazione che aveva coinvolto alcuni veri e propri idoli della tifoseria crociata, come  Nicola Sansone,  per il quale il popolo del web si era stracciato le vesti già in estate, che pochi giorni fa, fatto sta che Ezequiel Schelotto non è che avesse entusiasmato particolarmente i tifosi crociati. Di quelli che sono stati i suoi recenti stenti, e di questa accoglienza un po’ così così, StadioTardini.it ha parlato direttamente con il calciatore durante la conferenza stampa odierna di presentazione, sua e di Jonathan Rossini. Ecco la trascrizione del nostro colloquio.

“Io sono uno che il passato non lo guarda. Io guardo avanti: in questo momento io sto indossando la maglia del Parma, voglio avere continuità, ovviamente, e voglio riuscirci. Per ò dipende da me. Quello che è accaduto in passato, durante il quale non ho avuto molte possibilità, si è tratto di scelte degli allenatori, oppure perché magari, in quel momento lì, non stavo molto bene. Ho avuto, magari, degli infortuni, in passato, che non mi hanno permesso di esprimermi con il gioco che tutti conoscono e grazie al quale ho conquistato la maglia della Nazionale. Vengo qui, ovviamente, per avere continuità, però, come dicevo, dipende da me e spero di poter stare in una squadra per molti anni.

Per conquistare i tifosi debbo rispondere sul campo. Per quello che è questa squadra, questa società e la storia che ha, io sono molto contento di essere arrivato qua: ai tifosi rispondo che farò di tutto perché loro possano tornare a casa contenti delle mie prestazioni. Per la fiducia che mi sta dando la società e quella che ritroverò in campionato tutto dipende dalle mie prestazioni dentro il campo. Stiamo parlando di una squadra molto importante, spero di riuscire a ritrovare la continuità, e di poter dare ai tifosi la gioia di trovare un giocatore che ha molta voglia di conquistare questa maglia. Per questo dico che sono arrivato da due giorni e mi sto mettendo a disposizione del mister e quando lui mi chiamerà in causa e toccherà a me, io farò di tutto per giocare con la maglia del Parma”.

A Jonathan Rossini abbiamo fatto presente che, stante la squalifica di capitan Lucarelli, potrebbe già avere una immediata chance per scendere in campo nella partita di domenica contro l’Udinese…

“L’unica cosa che io posso dire è che mi sto allenando al massimo per trovare la condizione migliore, poi tocca al mister scegliere. Io, in ogni allenamento, cerco sempre di dare il 100% per farmi trovare pronto”

 

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.