CALCIO & CALCIO PIU’/ IL MANOVALE BONI AVVERTE I CROCIATI: “UNA SETTIMANA DI LAVORI FORZATI IN CANTIERE SE PERDONO” E DA SASSUOLO ASSICURANO: “NEROVERDI ALLO SBANDO”.

(Evaristo Cipriani) – QUESTIONE DI LOOK – Una puntata, la 22esima di Calcio & Calcio Più, andata in onda ieri sera su Teleducato, in grado di attrarre non solo gli appassionati del pallone, ma anche i curiosi del look. Da una parte il conduttore Michele Angella, in altre occasioni scambiato per un anonimo ragioniere da qualche telespettatore, ieri con una impeccabile giacca grigia e cravatta blu scuro (forse addirittura esagerate, mica è a Sky come la Bertini…). In sintonia con lui il collega Daniele Longo di calcionews24.com con giacca nera e con una più modaiola cravatta sottile, sempre nera, tenuta un po’ spavaldamente slacciata. All’estremo opposto il Saltimbanco Enrico Boni presentatosi clamorosamente in studio con una mise da muratore (tra poco spiegheremo perché…) in canotta e cappellino di carta di giornale. In mezzo Gabriele Majo, con l’ormai immancabile papillon, che sta diventando una sorta di marchio di fabbrica, questa volta di colore bianco decorato di stelle (modello Champions League) e con una camicia fashion degna di una boutique della moda alternativa di Barcellona, ma acquistabile, più comodamente, da Pianforini in Piazza Ghiaia, che da qualche tempo in qua ha deciso di ridisegnargli l’immagine…

enrico boni manovaleLAVORI FORZATI – “I giocatori del Parma sono avvertiti: se domenica perdono contro il Sassuolo, chiederò al presidente che li mandi una settimana in cantiere a fare i muratori… naturalmente con prodotti Mapei, per giusto contrappasso!”. Ecco spiegato perché  il popolare Saltimbanco ieri sera si è presentato in studio DSCF2680con canotta da muratore anni 70, cappellino di carta, e con secchio cazzuola e altri attrezzi tipici del mestiere. Secondo Boni una sconfitta contro il fanalino di coda Sassuolo azzererebbe quanto di ottimo fatto finora: “Una sconfitta avrebbe conseguenze devastanti sul morale”. L’opinionista di Sant’Ilario ritiene che l’ambiente ducale stia sottovalutando troppo l’incontro con il Sassuolo: “Qui sono tutti convinti di andare a fare una passeggiata, ma se non la affrontiamo con il coltello tra i denti, perdiamo e allora saranno guai e sai cosa ce ne fregherà del record di risultati utili…”. Non ha sottovalutato il Sassuolo nemmeno Gabriele Majo, consapevole delle insidie che il match nasconde, il quale però ha avvertito: “Secondo me DSCF2637la piazza sta pensando troppo a questa partita, ma non dimentichiamoci che lo scontro della vita è quello che ci sarà il turno successivo quando al Tardini arriverà il Verona, quello sarà uno spareggio per l’Europa e lì ci vorrà un Tardini pieno e bollente”. Michele Angella pur riconoscendo che la gara contro i neroverdi possa rappresentare la classica buccia di banana, ha voluto però precisare: “D’accordo che non bisogna pensare di andare a fare una scampagnata, però è anche giusto guardare in faccia la realtà, realtà che dice che il Sassuolo è ultimo in classifica, ha subito 54 gol, è una squadra senza né capo né coda. Domenica due gol li prendono, poi se saranno bravi a farne tre…”. Sì, con la sigaretta in bocca…

DSCF2682ADDIO TATUAGGI DEL GHIRO E DEL LEO – A fine trasmissione, fuori onda, come documentato nella nostra fotogallery amatoriale (clicca qui per vederla), Gabriele Majo ha abbassato una spallina alla canottiera del Saltimbanco: non è che lo abbia fatto, perché anche lui, come Dessena, appoggia la campagna contro la omofobia, quanto per la sua proverbiale voglia di scoop: presentandosi in desabillé, infatti, Enrico Boni si è tradito, perché è assai evidente, nonostante il tentativo di coprirsi, che non ha più sul petto i tatuaggi dei suoi miti Tommaso Ghirardi e Pietro Leonardi, che aveva, a suo dire, indelebilmente fatto disegnare due anni fa da un professionista del tattoo, con tanto di servizio speciale di stadiotardini.it. Majo, dunque, lo ha scoperto, smascherato e attapirato…

DSCF2654SASSUOLO ALLO SBANDO – A rassicurare, per così dire, i tifosi del Parma sullo stato di salute del Sassuolo, ci ha pensato il giornalista modenese Stefano Ferarri intervenuto in collegamento telefonico. Il corrispondente del Corriere dello Sport ha tracciato un quadro a tinte molto buie dell’ambiente neroverde: “Lì nessuno, né tra i giocatori, né tra i dirigenti, né tra il pubblico sente particolarmente la partita di domenica. Affrontare il Parma o il Chievo per il Sassuolo è la stessa cosa. L’ambiente è in confusione totale ed è disorientato. La DSC02127squadra si allena a Sassuolo, gioca a Reggio Emilia, mentre le decisioni vengono prese a Milano dallo staff di Squinzi. E’ una franchigia. E’ stata smembrata la macchina quasi perfetta dello scorso anno, ora ci sono 34 giocatori in rosa, ma regna il caos. Sansone ha giocato mezza partita, Cannavaro non è il fratello di Fabio, ma è il fratello di Paolo, nel senso che è un giocatore irriconoscibile rispetto a quello degli anni scorsi a Napoli. L’unica carta a favore del Sassuolo è quello dei grandi numeri, nel senso che il Parma non perde da tanto tempo e il Sassuolo ha perso le ultime quattro partite. A volte nel calcio i numeri si invertono, diciamo così…”. A proposito del citato Sansone, Daniele Longo ha rivelato che l’ex Parma potrebbe giocare dal primo minuto.

imageRISCHIO DISORDINI ? – Sotto la lente di ingrandimento di Calcio & Calcio Più è finito anche il tema ordine pubblico. Il rischio è quello di infiltrazioni di ultras reggiani tra i sassuolesi con pericolo di provocazioni e imboscate. Categorico il nostro direttore Gabriele Majo, notoriamente sensibile a questi aspetti.: “Va bene il campanilismo con i reggiani, vanno bene gli sfottò, ma guai se dovessero verificarsi intemperanze o addirittura violenze. Vigileremo su questo e nel caso ne daremo conto!”

DSCF2651MAURI E GIOVINCO – Nella parte conclusiva della puntata è stata dibattuta la voce riportata l’altra sera dal sito  calciomercato.com secondo cui la Juventus sarebbe seriamente interessata al 17enne centrocampista argentino della Primavera crociata (ma già aggregato alla prima squadra) José Mauri. Juve che sarebbe disposta a mettere sul piatto il cartellino di Sebastian Giovinco. Majo si è detto contrario: “Giovinco è ancora giovane, ha 27 anni e potremmo costruire intorno a lui un bel progetto, ma io sono per battere altre strade di imageprospettiva e poi non mi priverei di Mauri”. Il mercatologo Longo (sopranominato il “Pedullà di Parma”) ha spiegato che probabilmente l’entourage della Formica Atomica preme per una soluzione diversa, che porti il ragazzo, assistito dal procuratore top class Andrea D’Amico, in una piazza più importante di quella di Parma, in Italia o all’estero. Boni dal canto suo è andato su tutte le furie: “Parlare di questa operazione è una bestemmia! Alla Juve non sanno nemmeno chi è Mauri, non gliene frega niente! Sono tute invenzioni! Basta esaltare questo Mauri, è un ragazzo della Primavera, ma ha ancora tutto da dimostrare!”. Evaristo Cipriani

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

CALCIO & CALCIO PIU’ – Il video integrale della puntata di ieri sera del talk show di Teleducato e la fotogallery amatoriale dal backstage

CALCIO & CALCIO / LO STRIPTEASE DEL SALTIMBANCO PER MOSTRARE IL PETTO TATUATO COI VOLTI DI GHIRARDI E LEONARDI

PASSIONE INDELEBILE – IL SALTIMBANCO S’E’ FATTO TATUARE SUL PETTO I VOLTI DI GHIRARDI E LEONARDI – VIDEO ANTEPRIMA

IL SALTIMBANCO TATUATO – Fotogallery amatoriale dal Beauty Angel di Rubiera dove Enrico Boni si è fatto marchiare i volti di Ghirardi e Leonardi sul petto

DESSENA INSULTATO SUL WEB PERCHE’ HA GIOCATO COI LACCI COLORATI CONTRO L’OMOFOBIA

IL COLUMNIST/ VOI PER RIPRENDER GIOVINCO DARESTE MAURI E DEI SOLDI ALLA JUVE?

OGGI POMERIGGIO (16.30-19.30) NUOVA APERTURA STRAORDINARIA DELLE BIGLIETTERIE DEL TARDINI PER LA EMISSIONE DELLE TESSERE DEL TIFOSO (COMPRESA L’ORIGINAL, NON SOLO LA AWAY…)

C’E’ TANTA, TANTA VOGLIA DI REGGIO… (3) – MA IL SASSUOLO HA SOSPESO, PER MOTIVI DI ORDINE PUBBLICO, LA VENDITA DEI TAGLIANDI DI TRIBUNA LATERALE INFERIORE RISERVATA AGLI OSPITI

C’E’ TANTA, TANTA VOGLIA DI REGGIO… (2) / IL PROMO DELLA TRASFERTA DEI BOYS E’ VIRALE SU YOUTUBE: L’OBIETTIVO E’ INVADERE I 4.000 POSTI IN CURVA OSPITI DEL MAPEI STADIUM

C’E’ TANTA, TANTA VOGLIA DI… REGGIO

image

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO INTEGRALE DELLA PUNTATA DI IERI SERA DI CALCIO & CALCIO PIU’ – web registrazione a cura di Alex Bocelli

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “CALCIO & CALCIO PIU’/ IL MANOVALE BONI AVVERTE I CROCIATI: “UNA SETTIMANA DI LAVORI FORZATI IN CANTIERE SE PERDONO” E DA SASSUOLO ASSICURANO: “NEROVERDI ALLO SBANDO”.

  • 27 Febbraio 2014 in 15:39
    Permalink

    su una sola cosa boni ha ragione L AMBIENTE SOTTOVALUTA LA PARTITA ….. occhio!!

  • 28 Febbraio 2014 in 07:19
    Permalink

    la curva del Sassuolo avrà più striscioni “Forza Reggio” che “Forza Sassuolo”

  • 28 Febbraio 2014 in 13:51
    Permalink

    Sabato sera c’è una festa per festeggiare la vittoria sul Sassuolo.

I commenti sono chiusi.