CAOS STEWARD NON PAGATI / LA BATTUTA DI ANGELLA NEL TG DI TELEDUCATO: “A BARI HANNO ‘PIGNORATO’ GALANO: SPERIAMO CHE A PARMA NON AVVENGA LA STESSA COSA CON CASSANO…”

web registrazione a cura di Alex Bocelli

SAM_3841[2] (1)(Michele Angella, dal TG di Teleducato, web registrazione a cura di Alex Bocelli) – Controlli e ordine pubblico molto rigidi lunedì sera al Tardini dove alle ore 19 andrà in scena il posticipo Parma-Fiorentina. L’auspicio è che la tifoseria toscana sia un pochina più tranquilla di quanto ha dimostrato giovedì sera in Danimarca, dopo la gara di Europa League contro l’Esbjerg, occasione nella quale si erano verificati scontri tra gli ultras viola e gli steward in servizio nello stadio scandinavo. Tre sostenitori fiorentini erano stati arrestati e poi rilasciati ieri. Due di loro sono imagestati sanzionati con una multa, mentre un terzo è stato denunciato e dovrà presentarsi nuovamente in Danimarca per sottoporsi a processo. Lunedì i tifosi gigliati a Parma dovrebbero essere un migliaio: un ruolo importante, per monitorare la situazione all’interno dello stadio, lo svolgono solitamente gli steward, che però sono sul piede di guerra nei confronti della società STS che si occupa della sicurezza dell’impianto per conto del imageParma Calcio e che gestisce dunque il loro operato. Alcuni addetti, infatti, hanno reso noto di non ricevere pagamenti addirittura da sei mesi: l’amministratore della società, Stefano Perrone, delegato alla sicurezza per il Parma F.C., interpellato dal sito stadiotardini.it, ha replicato con una nota ufficiale, ammettendo i ritardi e le difficoltà, ma garantendo che l’azienda sta operando nel rispetto delle regole. Una situazione che, per la verità, non rappresenta un caso isolato: gli steward che prestano servizio allo stadio Marassi di Genova, proprio imagenei giorni scorsi, hanno reclamato, attraverso una protesta condotta dai sindacati, oltre tre mesi di arretrati; mentre, sempre nei giorni scorsi, il Bari si era visto addirittura pignorare il calciatore Cristian Galano,  ovvero quello che in rosa vale di più, da una azione promossa dalla società che gestisce gli steward dello stadio San Nicola e che deve ricevere dal club pugliese ancora 70 mila euro di arretrati. Speriamo, insomma, che a Parma la grana si risolva a breve e che la società crociata, ma è una battuta, non si debba vedere pignorato Antonio Cassano…”

(di Michele Angella, dal TG di Teleducato delle ore 14 di sabato 22.02.2014)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

DUE STEWARD STS SCRIVONO A STADIOTARDINI.IT: “NON ABBIAMO RICEVUTO SEI MESI DI ARRETRATI”, L’AD PERRONE RISPONDE: “OPERIAMO NEL RISPETTO DELLE REGOLE PUR CON RITARDI E DIFFICOLTA’”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

2 pensieri riguardo “CAOS STEWARD NON PAGATI / LA BATTUTA DI ANGELLA NEL TG DI TELEDUCATO: “A BARI HANNO ‘PIGNORATO’ GALANO: SPERIAMO CHE A PARMA NON AVVENGA LA STESSA COSA CON CASSANO…”

  • 22 Febbraio 2014 in 19:17
    Permalink

    e c’e’ ancora qualcuno che mette in dubbio le difficoltà economiche della società?

  • 23 Febbraio 2014 in 14:04
    Permalink

    Egregi dott. Angella e dott. Majo, intendendovi di pignoramenti mi sapete aggiornare in merito a appropriazione indebita?

I commenti sono chiusi.