GHIRARDI ALLA DOMENICA SPORTIVA: “SONO SICURO CHE L’ANNO PROSSIMO DONADONI SARA’ ANCORA CON NOI. CASSANO? DECIDEREMO ANNO PER ANNO”

slide ghirardi domenica sportiva(gmajo) – Parma Calcio protagonista nella parte iniziale della Domenica Sportiva, grazie alla presenza nel parterre del presidente Tommaso Ghirardi. Subito dopo la presentazione da parte della conduttrice Paola Ferrari, il comico Gene Gnocchi, ospite fisso del longevo programma di Rai Due, mostra un cestino pieno di panini e scherza col Ghiro (che anni fa lo aveva scritturato come calciatore per il Parma): gene panini“Se non ci pensassi io a Ghirardi… Paola, lui non può stare due ore e mezza senza mangiare. Tommaso: vuoi questo filone cotto e maio?” Gene, Gene: come puoi offrire maio a Ghirardi… Poco dopo: “Non trovi Paola che Ghirardi assomigli a Raphael Gualazzi dopo che si è mangiato l’intera orchestra di Sanremo?“.  Torniamo seri, terminata la presentazione del monday match  Parma-Fiorentina di domani sera (stadio Tardini, ore 19) con tommaso ghirardi dsil servizio di Andrea De Scalzi, in cui è stato rimarcato come entrambi i club inseguano i risultati attraverso il gioco, e che Amauri ha già segnato otto reti alla Fiorentina. Gomez potrebbe essere utilizzato solo a gara in corso. Proiezione Europa, propone la grafica a cura di Maurizio Losa e Paola Arcaro, curatori della DS. La Ferrari dice al Ghiro: “Si sogna l’Europa, ma è anche un obiettivo concreto…” E il pres: “Stiamo sicuramente vivendo un un bel campionato. Stiamo crescendo anno dopo anno: abbiamo negli ultimi 5 anni la media del 9° posto, ed ora essere tra le prima sei o sette è per noi motivo di orgoglio. Merito anche di Donadoni, che sta facendo bene e che ha dato un gioco alla squadra. E mi fa piacere che lo abbia riconosciuto anche Montella, che è l’allenatore comunemente considerato quello che ha dato il miglior gioco alla propria squadra. E se lo riconosce lui ci gratifica.” imageIntanto Zazzaroni scherza: “Ma quanto hai speso in questi anni?”. E Gene Gnocchi, certifica: “E’ l’unico presidente non ancora mandato a quel paese da Cassano”. A proposito di FantAntonio, la Ferrari chiede a Ghirardi se si era infastidito per il fatto che volesse tornare alla Sampdoria. Ghirardi: “Innanzitutto ringrazio per la domanda che mi consente di fare chiarezza una volta per tutte. Cassano ha un legame con la Sampdoria e con Genova, perché là abita sua madre e la famiglia della moglie, ma lui sta bene a Parma e ha la consapevolezza di poter tornare alla Sampdoria. A Gennaio ha ricevuto delle telefonate che non dovevano arrivare, che volevano riportarlo alla Sampdoria, ma non dalla società che è seria, e siamo gemellate da 35 domenica sportivaanni, perciò non credo che la società si sua comportata scorrettamente, ma il ragazzo ha ricevuto qualche telefonata”. La Ferrari chiede: “Pensa di tenerlo l’anno prossimo?”. Ghirardi: “Me lo auguro, ma nello stesso tempo ho un rapporto sincero e diretto con lui, perciò alla fine di ogni anno alla fine faremo una chiacchierata e sarà rispettata la volontà di entrambi”. Adriano Baconi rimarca come Cassano sia stato autore, finora, di 48 passaggi finali di cui 5 assist vincenti, meglio di Borja Cavalero. Segue Parolo con 27, cioè 21 in meno: se Cassano fosse andato via a Gennaio sarebbe stato destabilizzante per l’equilibrio della imagesquadra. Collovati, invece, dice che il Parma non è solo Cassano, e cita Lucarelli, Parolo, Paletta che sta facendo grandi campionati. E poi dice che Donadoni è un po’ sottovalutato e chiede a Ghirardi cosa farebbe per trattenerlo, qualora arrivasse la proposta di qualche grande, anche se ora il Milan sembra a posto con Seedorf. Donadoni – gli ha risposto Ghirardi ha voluto fare assieme a noi un contratto di due anni la passata stagione, nel momento in cui lo abbiamo fatto poi bisogna rispettarli. Io non sono imageamante dei contratti lunghi a prescindere, ma del reciproco rispetto e del lavoro. Lui era orgoglioso per i due anni di contratto e mi aveva detto che sarebbe rimasto con noi. Questo non vuol dire che se dovesse arrivare una grande opportunità lo tratterremo: bisogna essere coerenti. Io sono sicuro che l’anno prossimo sarà con noi. Gli auguro di fare la carriera di allenatore come quella da giocatore. E’ una persona dai valori umani e tecnici rari per quello che ho visto. Farà una grande carriera: non dico che fosse sottovalutato, ma per lo meno non aspettato, perché da da questi grandi campioni ci si aspetta che in 2 o 3 anni facciano da allenatori quello che hanno fatto da calciatori, ma anche come calciatore era partito dall’Atalanta prima di un percorso importante e lo sta dimostrando in questi anni a Parma”. Sergio Brio sottolinea che a Parma sono stati rigenerati calciatori come Cassano e Amauri e che Donadoni non sa vendersi.

CLICCA QUI PER LEGGERE L’ARTICOLO CON LA SECONDA PARTE DELLE DICHIARAZIONI DI TOMMASO GHIRARDI ALLA DOMENICA SPORTIVA

image

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

7 pensieri riguardo “GHIRARDI ALLA DOMENICA SPORTIVA: “SONO SICURO CHE L’ANNO PROSSIMO DONADONI SARA’ ANCORA CON NOI. CASSANO? DECIDEREMO ANNO PER ANNO”

  • 23 Febbraio 2014 in 23:50
    Permalink

    Il Ghiro alla Domenica Sportiva sta facendo una gran figura ma son capace anch’io. Bella forza con Malesani e Lotito a confronto apparire saggi ed equilibrati.

    • 23 Febbraio 2014 in 23:55
      Permalink

      Su Lotito non sono d’accordo. Anzi: sono abbastanza scandalizzato per come lo studio non abbia capito la sua battaglia di legalità.

      Ciao

      Gmajo

  • 24 Febbraio 2014 in 00:26
    Permalink

    Si forse è vero. Effettivamente laquilone è coerente sportivo simpstico e biondo.

    • 24 Febbraio 2014 in 00:43
      Permalink

      Non sono solito giudicare in base a sentimenti di simpatia/antipatia. Io posso dire che Lotito avrà mille difetti e non è biondo (sempre ammesso che questo sia un pregio), però è l’unico presidente italiano a non esser sceso a compromessi con la delinquenza che controlla la Curva. Vive sotto scorta da dieci anni e, come gli hanno detto in quello studio, non è certo un bel vivere. Ma per me merita rispetto solo per quello.

  • 24 Febbraio 2014 in 00:42
    Permalink

    Grande il ghiro alla ds,mio fisso appuntamento della domenica sera!

  • 24 Febbraio 2014 in 00:51
    Permalink

    Ah non è nemmeno biondo? Ma nemmeno
    …. e neanche …… e men che meno ….. tu Majo non giudichi quei canoni ma non sei presidente del pallone a Roma. Ma se lo godi te … buon Lotito a tutti.

    • 24 Febbraio 2014 in 01:11
      Permalink

      Ripeto: io non godo Lotito. Lo apprezzo, però, perché non si è fatto mettere i piedi in testa dalla Curva e non è sceso a patti con la delinquenza.

      Buonanotte

I commenti sono chiusi.