I CHIARIMENTI DI DONADONI SULLE TIRATINE D’ORECCHIE AL PUBBLICO E LE FANTOMATICHE PISTE INGLESI DI SPORTAL: “SE VOGLIO FARE QUALCOSA LO DICO CHIARO E TONDO. IL RESTO E’ FANTASIA”

(gmajo) – Tra le domande poste da  stadiotardini.it a Roberto Donadoni in conferenza stampa (clicca qui per vedere il video amatoriale), non poteva mancare quella relativa alla tiratina d’orecchie al pubblico del Tardini dopo i fischi al termine di Parma-Catania, che sarebbero all’origine, secondo il collaboratore di Sportal.it  Marco Venturini, della sua volontà di trasferirsi, a fine stagione, in Inghilterra, dove ci sarebbero ben tre club pronti ad accoglierlo.

Questa la trascrizione della sua risposta:

“Bisogna chiederlo a loro: io ho detto semplicemente quello imageche pensavo, senza tirare le orecchie a nessuno (in realtà la colorita espressione l’aveva usata proprio lui domenica, nella conferenza stampa post Parma-Catania, nda), senza fare ragionamenti che vanno oltre questo semplice discorso. Quindi: se ogni cosa che il sottoscritto dice è motivo di fare dei ragionamenti che poi vanno oltre, io non sono capace: nel senso che non ho questa malizia. Se voglio fare qualcosa di differente lo dico chiaro e tondo. Quindi non ho tirato le orecchie a nessuno, ma ripeto il concetto: ognuno è libero di fare ciò che vuole, ed è libero, giustamente, di comportarsi come meglio crede. Io ho il mio modo di comportarmi: chiaramente dal punto di vista mio personale, come allenatore, sarò sempre in difesa della mia squadra, dei miei ragazzi, dei miei giocatori. Questo sì, ma ciò non toglie che rispetto e non ho nulla contro i tifosi del Parma: anzi, li devo soprattutto ringraziare perché tutte le volte che vado fuori e mi trovo in giro per la città, ho sempre grandi dimostrazioni di affetto e di stima e questa è assolutamente ricambiata, perché ho grande rispetto della città dove lavoro e dove vivo. E quindi non c’è nessun tipo di discorso differente da questo. Tutto quello che viene fuori oltre questo è frutto della fantasia di qualcun altro che non è certamente Donadoni”.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

CALCIO & CALCIO PIU’ / GIORNALISTA SPORTAL VEDE DONADONI IN PREMIER, MA MAJO E’ SCETTICO: “DESTABILIZZAZIONI”

CALCIO & CALCIO PIU’ – Il video integrale del talk show di Teleducato con la telefonata di Molinari di Sportal sulla pista inglese per Donadoni e la fotogallery amatoriale dal backstage

LA TIRATINA D’ORECCHIE DI DONADONI A GIARDINIERI E PUBBLICO E LA CHIOSA DI GABRIELE MAJO

L’OPINIONE DI MAJO DOPO PARMA-CATANIA 0-0

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.