LA JUNIOR TIM CUP, PROPOSITIVA ALLEANZA TRA LO SPORT DI VERTICE E QUELLO DI BASE: LUNEDI 24 AL TARDINI LA SFIDA TRA GLI ORATORI DEL SAN BENEDETTO E DELL’IMMACOLATA

Centro Sportivo Italiano, Lega Serie A e TIM hanno organizzato la Junior TIM Cup, un torneo di calcio a 7 riservato a giovani under 14 frutto dell’alleanza tra lo sport di vertice e quello di base che coinvolgerà gli oratori delle 15 città le cui squadre militano nella Serie A TIM 2013-2014.

Ancor prima dell’aspetto agonistico, ciò che più vorremmo porre alla Sua attenzione è lo spirito della Junior TIM Cup, ispirato a principi fortemente educativi. Per la prima volta, infatti, una competizione di calcio giovanile  celebra l’insieme di valori, storie e buone pratiche che rappresentano il patrimonio del mondo oratoriale; valori che costituiscono contestualmente il riferimento del progetto di TIM “Il calcio è di chi lo ama”. Si tratta di una iniziativa voluta per realizzare una concreta alleanza educativa a favore dello sport dei giovani e dei luoghi dei giovani, che coinvolge circa 8mila ragazzi di tutta Italia e finanziata da fondi provenienti, in parte, dalle ammende comminate alle Società della Serie A TIM durante il Campionato.

Per sancire non solo simbolicamente il legame tra il mondo del calcio di vertice e questa iniziativa, come già nella precedente edizione del torneo, alcune partite verranno disputate negli stadi in cui giocano le squadre del massimo campionato, durante il pre-partita dei match di Serie A TIM. Inoltre ogni settimana i protagonisti del grande calcio si recheranno negli oratori per uno scambio di esperienze con i piccoli protagonisti della Junior TIM Cup.

A Parma gli appuntamenti sono in programma il 13 febbraio, ore 17, con l’incontro tra i ragazzi della Junior TIM Cup e gli ambasciatori del Parma Fc presso l’Oratorio San Benedetto – Viale Mentana 58 – e il 24 febbraio con il pre-gara tra gli oratori Maria Immacolata e San Benedetto che anticiperanno la gara dello stadio “Ennio Tardini” Parma-Fiorentina.

Proprio per gli obiettivi sopradescritti, la “Junior TIM Cup – Il calcio negli Oratori” si è aggiudicata il “Best Practice Awards 2013” per la categoria Social Responsibility, premio assegnato dall’EPFL, l’Associazione che riunisce le leghe di calcio professionistico in Europa.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.