L’AFFAIRE BIABIANY SPIEGATO DA LEONARDI A STADIOTARDINI.IT. E STASERA IL PLENIPOTENZIARIO SARA’ IN DIRETTA ALLE 21 A CALCIO & CALCIO PIU’ SU TELEDUCATO

image(gmajo) – Stavolta – al fine di non essere eccessivamente invadente e rubare ossigeno e domande ai colleghi monopolizzando la conferenza stampa di Pietro Leonardi come avevo fatto in occasione del suo ultimo incontro con i giornalisti a Collecchio per la presentazione di Schelotto e Rossini – pur avendo in mano io il microfono, avendo chiuso la serie dei quesiti ai due nuovi acquisti Molinaro e Pozzi, ho preferito lasciare la linea ad altri giornalisti, salvo intervenire solo nel finale tirando fuori alcuni argomenti fino a quel momento rimasti insoluti (la telenovela Biabiany) o che erano stati toccati nei miei editoriali (le favorevoli ripercussioni economiche del Parma in caso di accesso alla Zona Europa League), ai quali l’AD ha risposto con precisione e gradevole cortesia. Aspetto che rimarco più che volentieri. Nella faretra avevo ulteriori curiosità, ma ho preferito non esaurire subito tutti gli spunti tenendo qualcosa in serbo per stasera: il Plenipotenziario, infatti, alle 21 sarà ospite di Calcio & Calcio Più, l’approfondimento giornalistico del mercoledì di Teleducato (canale 12 dtt, diretta streaming su www.teleducato.it). I lettori che avessero dei quesiti da porgere all’amministratore delegato possono postarli nello spazio commenti o inviarci una e-mail (stadiotardini@stadiotardini.it).

LA TRASCRIZIONE DELLE RISPOSTE DI PIETRO LEONARDI A STADIOTARDINI.IT

Direttore, quanto può essere importante, dal punto di vista economico, un piazzamento finale del Parma il più vicino possibile all’Europa League e quanto questo tipo di pensiero vi ha accompagnato durante le operazioni del calciomercato?

“Sicuramente, come aveva detto il nostro presidente, non volevamo indebolirci. L’Europa League? Lo avete visto anche ieri sera: con questo risultato si rischia, pur volendo bene all’Udinese per i quattro anni in cui sono stato lì, per loro me lo auguro, per il Parma un po’ meno, ma non perché ho l’ambizione, ma perché chiaramente può essere un obiettivo. Quando io ho detto: andiamo a prendere quelli davanti, è perché vorrei sempre dirlo settimana per settimana. L’Europa League, se passa l’Udinese è alla quinta posizione, se passa la Fiorentina è alla sesta, perché l’altra semifinale di Coppa Italia è Roma-Napoli e si presume che sia la Roma che il Napoli siano fuori e la Fiorentina, a meno che non faccia un girone di ritorno disastroso, dovrebbe essere tra le prime cinque. Perciò dico: l’Europa League, da un certo punto di vista, è una questione di grande prestigio, di grande emozione per tutti, però non pensate che arrivare sesti o ottavi o settimi cambi granché, da un punto di vista di risorse. Perciò: il discorso dell’Europa League inizia a produrre nel momento in cui si arriva nella fase a gironi, cioè più avanti, ma è sempre una produttività molto relativa rispetto alla Champions League. Per quanto riguarda il campionato, invece, se il Parma riesce a ottimizzare nel quinquennio dalla decima posizione in su è un balzo in avanti per il prossimo triennio notevole per la ripartizione, perché va ad inserirsi nel 15% famoso degli ultimi 5 anni; e il Parma, purtroppo, almeno da quando sono arrivato io, ha sempre avuto quella stagione monca della serie B che abbassava il ranking. Poi siamo stati sempre a cavallo dell’ottava o nona posizione questo significa che se arriviamo ancora un’altra volta sopra il decimo posto siamo in una certa posizione. Visto che nella ripartizione di A, cosa che ci ha meravigliato non poco, nel bacino d’utenza, con tutto il resto, siamo nell’ultima posizione, è chiaro che ce la giochiamo sul campo per cercare di recuperare quello che stiamo perdendo in riferimento a tutto il resto”.

CONTINUA –

UNDER CONSTRUCTION – SI PREGA DI CLICCARE PIU’ TARDI PER LEGGERE LA TRASCRIZIONE DELLE RISPOSTE DI LEONARDI A STADIOTARDINI.IT SUL CASO BIABIANY

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 58 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

6 pensieri riguardo “L’AFFAIRE BIABIANY SPIEGATO DA LEONARDI A STADIOTARDINI.IT. E STASERA IL PLENIPOTENZIARIO SARA’ IN DIRETTA ALLE 21 A CALCIO & CALCIO PIU’ SU TELEDUCATO

  • 5 Febbraio 2014 in 18:46
    Permalink

    Stasera a Calcio&Calcio+ mi piacerebbe molto che l’AD, esauriti gli argomenti di più stretta attualità, spendesse qualche parola in più sulla questione dei tanti giocatori di proprietà del parma. In passato, se non erro, spiegò solamente che la cosa era riconducibile alla mancata istituzione delle c.d. squadre riserve od analoghe.
    Gradirei infine che la società prendesse atto che ci sono appassionati anche tra i non iscritti alle associazioni che vanno per la maggiore (CCPC e Boys), sicchè (belle) iniziative tipo quella di aprire le porte ai tifosi dovrebbero essere rivolte a tutti e ben pubblicizzate.
    L’odierna conferenza mi pare un ottima premessa nell’ottica di un dibattito costruttivo.

    • 5 Febbraio 2014 in 19:02
      Permalink

      Condivido. Questo Leonardi “propositivo” mi piace e mi fa piacere poterlo sottolineare. Sono convinto che gli avesse fatto bene anche la precedente apparizioni dal vivo di qualche mese fa negli studi di Teleducato, allorché, appunto, non fu reticente nel rispondere alle nostre domande.

      Cordialmente

      Gmajo

    • 5 Febbraio 2014 in 23:24
      Permalink

      Come immagino avrai sentito, durante Calcio & Calcio abbiamo riportato la tua domanda all’AD.

      A presto

      Gmajo

  • 6 Febbraio 2014 in 12:04
    Permalink

    Alex Bocelli non ha ancora caricato la puntata su YouTube 🙁

    • 6 Febbraio 2014 in 12:29
      Permalink

      Purtroppo, Filippo, ieri Alex Bocelli, che ringrazio per la preziosa opera che svolge, ha avuto dei problemi tecnici con la web-registrazione: ma conta, nel pomeriggio, di metterci a disposizione la puntata di ieri sera con ospite Leonardi.

      Cordialmente

      Gmajo

      • 6 Febbraio 2014 in 20:55
        Permalink

        Adesso mi metto a guardarla, grazie!
        Il servizio che lui svolge per chi come me, che per impegni non può guardare la puntata in diretta, è davvero molto importante!

I commenti sono chiusi.