SORSEGGIANDO PAPA FRANCESCO CHE SORSEGGIA IL MATE DI GARGANO… LE EMOZIONI DEI CROCIATI IN VATICANO

image(Luca Savarese) – Oggi 1 febbraio 2014, santa Brigida d’Irlanda, giorno seguente a San Giovanni Bosco, educatore di giovani all’incontro con Gesù, il Parma dallo spirito giovane, ha incontrato alle ore 12.15 in Vaticano, nello studio dell’Aula Paolo VI, il vicario di Cristo sulla terra, papa Francesco, il gesuita Jorge Mario Bergoglio, dalla sera del 13 marzo al soglio pontificio. Incontro unico, un vero e proprio tuffo al cuore nel sostare un pochino con un papa dal volto umano, sui generis, tifoso del san Lorenzo di Almagro e freschissimo comunicatore della misericordia di Dio. Il imagepresidente Tommaso Ghirardi è rimasto colpito dalla semplicità del pontefice, che si è addirittura scusato per un po’ di ritardo. “La sua semplicità è d’esempio per il mondo intero”,  sentenzia il numero uno dei ducali, accompagnato da papà Enrico e da mamma Gabriella Pasotti, perché certe cose bisogna estenderle alla famiglia, forse così emozionato nemmeno nel giorno in cui Claudio Ranieri gli regalò la salvezza.  Ha del Vangelo messo in atto quello che è successo tra Walter Gargano ed il papa. E’ risaputo che quest’ultimo sia un amante del mate, bevanda argentina alle BfZgt45IIAAumBnerbe. Gargano ed il clan degli argentini, Paletta, la new entry Schelotto e Mauri,sono soliti portarsela dietro nelle trasferte. Gargano l’aveva in mano, quando Sua Santità gli ha chiesto se poteva averne anche lui. Sembra di vedere Gesù che dice "ho sete". Infatti il centrocampista uruguagio racconta: “E’ stato lui a chiedermela, è stata un’occasione unica, in cui ha dimostrato di essere un uomo unico, speciale, nessuno si aspettava che potesse accadere qualcosa di simile, sono orgoglioso di portare nei miei ricordi più cari questa udienza, poi il mate è uruguaiano, gli argentini non sono d’accordo, loro hanno tante cose, ma in questa, arrivano secondi". Gabriel Alejandro Paletta, questa volta più che difendere,è stato attaccato dall’emozione: "Sono molto orgoglioso di avere un papa argentino, è una soddisfazione immensa, un’emozione grande". Il piccolo Jose Mauri, a imagequanto pare già grande dalla potenza di quello che sta vivendo, una raffica di cose belle, una dietro l’altra, è impazzito di gioia; prima l’esordio con quasi gol contro l’Udinese domenica scorsa al Tardini, oggi la visione del papa argentino, suo connazionale. "E’ una figura umile, semplice, con le nostre stesse radici. Ci ha chiesto di dove siamo, di che regione, e quindi questo è per me un doppio orgoglio".

imageSchelotto, amante dei social network, avrà concordato che per una volta,vedere le persone dal vivo, è tutta un’altra cosa che visualizzarle on-line e la persona da vedere in questione non era certo uno qualsiasi. El Galgo, ha voluto consegnare personalmente al pontefice un piccolo dono da parte delle donne della sua vita, sua mamma e la sua fidanzata. "Non dimenticherò mai questo giorno,è stata un’emozione unica. Ho dato a lui una lettera di mia madre e della mia BfaPQZNIMAAdG43fidanzata. Sono molto contento di quest’occasione irripetibile che mi è capitata". Vedere papa Francesco per il Parma, è stato imbattersi nella novità coinvolgente e toccante di Dio. I crociati hanno gustato mentre il papa sorseggiava il mate di Gargano, una persona rivoluzionaria si, ma della Gioia, un papa che ci sta sorprendendo perché non guarda in faccia stilemi stantii, ma si è fatto mente e braccio di iniziative intense e nuove, telefonate a persone che vuole salutare, giri infiniti per salutare ed entrare in contatto con il imagecuore di tutti, ma proprio di tutti. La sua passione sanguigna per il gioco del pallone, che ha scelto di amare da ragazzo, nei colori rosso e blu del San Lorenzo. Tutto questo, e quello che nasce da quello che lo Spirito Santo avrà detto ai i loro animi, la rosa del Parma ha vissuto oggi a mezzogiorno, a tu per tu con il papa, e quindi con Gesù, un incontro dalla portata teologica unica, non una visita ufficiale, questa è stata una visita terrena ed insieme spirituale, una fonte di grazia, propedeutica sicuramente alla sfida di domani alla Roma, ma preparatoria per la vita. Nel sostare con il papa, i nostri hanno toccato con mano la grandezza del dono della vita, che anticipa, riempie e segue, ogni vittoria, sconfitta o pareggio. Si, questa visita di oggi dice al Parma di oggi ed ai suoi attuali araldi, che la dimensione esistenziale ha un raggio molto più ampio BfZlZHVIgAEZhnadi un mero 105 x 68 (misura abituale di un terreno di gioco). I giocatori e l’entourage sono stati lì poco, ma hanno ricevuto molto. Dalla persona di papa Francesco è arrivato loro direttamente l’Autore della vita, di cui il Bergoglio ne è, per così dire, il vice allenatore in terra. Una giornata che funge quindi da coronamento e culmine, destinazione ed abbraccio di tutta l’annata centenaria e di ogni sua attività. Se la serata al Regio del 16 dicembre era stata una kermesse lunga e di rigore, importante, ma circoscritta lì, questo incontro tra imageil papa ed il Parma, è stata un’iniziativa universale, carica di contenuti, spendibili tutta la vita. Si, il colpo di mercato che ci voleva; ed il sogno Europa, ora che si sono varcate le porte del Vaticano continua più slanciato e benedetto che mai. Forse non è un caso ma dopo l’ultima, e prima di questa unica, udienza del Parma con il papa, datata 18 gennaio 1988, negli anni seguenti sappiamo tutti quello che il Parma ha fatto in Italia ed in Europa. Quindi, Paganini non ripeteva, ma le benedizioni che nascono dal vedere un papa ed i loro effetti, si raddoppiano e si moltiplicano. Coraggio ruspante Parma, serba in te questa visita. Luca Savarese

Interviste e riferimenti da fcparma.com e parma channel

Per vedere le immagini esclusive su Parma Channel clicca qui

La fotogallery

Le foto a corredo dell’articolo sono tratte da fcparma.com e dai profili Istagram o Twitter dei calciatori Alessandro Lucarelli, Ezequiel Schelotto, Walter Gargano e Raffaele Palladino

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

SU INSTAGRAM L’EMOZIONE ARGENTINA DI SCHELOTTO E MAURI IN ATTESA DI ESSER RICEVUTI DAL PAPA

ED ECCO IL LUCARELLI PAPALE…

LIA COME BELEN: NOZZE BENEDETTE DAL PAPA – Da Ca’ Pina la fotogallery del ricevimento nuziale del direttore di sportparma.com: scatti di Carlo Del Vasto

L’ARGENTINA BATTE L’ITALIA 1-2. PER LA GIOIA DI PAPA FRANCESCO

CARMINA PAPA / ALLA SCOPERTA DI FRANCESCO I, PERSONA FRESCA E TIFOSA (Il video delle sue prime parole da Vescovo di Roma)

HABEMUS PAPAM (E FORSE IL RINVIO DI ROMA-PARMA). PAPA FRANCESCO E’ L’ARGENTINO BERGOGLIO (video)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

10 pensieri riguardo “SORSEGGIANDO PAPA FRANCESCO CHE SORSEGGIA IL MATE DI GARGANO… LE EMOZIONI DEI CROCIATI IN VATICANO

  • 1 Febbraio 2014 in 23:17
    Permalink

    Raccontami la fede di Tommaso Ghirardi, Gabriele, visto che la conosci e lo conosci, ciao

    • 1 Febbraio 2014 in 23:26
      Permalink

      Non lo conosco così profondamente da poterti raccontare la sua fede

  • 2 Febbraio 2014 in 09:03
    Permalink

    Ovviamente, Gabriele, io sollecito su temi che interessano a me ma possono essere interessanti per tutti. vorrei le tue pagelle settimanali, un bel pagellone fra calciatori, addetti ai lavori, gossip writer, insomma da majo

    • 2 Febbraio 2014 in 09:33
      Permalink

      Ma chi sono io per dare dei voti? A parte che non amo darli: un logorroico come me preferisce motivare ampiamente i propri giudizi anziche’ sintetizzarli in uno sterile voto

  • 2 Febbraio 2014 in 14:01
    Permalink

    Personalmente preferirei che il Papa incontrasse più disoccupati e poveri e meno miliardari viziati. Grazie

  • 2 Febbraio 2014 in 16:21
    Permalink

    Caro “ildiavoloincorpo” il papa quotidianamente incontra disoccupati e poveri. E’ però una bella iniziativa che ogni tanto, essendo poi anche’egli appassionato di calcio, incontri alcune realtà calcistiche: fa bene anzitutto ad i giocatori, che non sono tutti viziati, ma alcuni hanno conservato e conservano belle persone dentro al loro essere giocatori di calcio, e poi, fa bene anche al papa stesso,che si sente giovane e tocca con mano la sua passione pallonara. Credo che sia un momento importante come lo sono le visite quotidiane del pontefice ai più bisognosi,anch’esse importanti e per i destinatari e per Jorge Mario Bergoglio. Forse il bello di questo papa, è proprio che vuole vedere tutti, poveri e giocatori, comunicando loro una sola cosa:la misericordia di DIo, la gioia di una sguardo che accoglie senza giudicare. Un saluto

  • 2 Febbraio 2014 in 17:32
    Permalink

    Caro Savarese, a differenza sua ho il difetto di essere meno poetico e di avere una concezione del mondo del calcio e di chi lo compone un po’ più disillusa. Ho espresso un parere personale, non una critica al suo articolo. A me il Papa argentino (che non è Paletta) piace molto e non metto in dubbio che ogni giorno incontri anche disoccupati e bisognosi, ma a volte bisognerebbe dare dei segnali. Peccato che io da comune mortale non abbia possibilità di un ricevimento privato dal Santo Padre, mentre i milionari che corrono dietro a un pallone o alle plusvalenze (non mi interessa di che squadra, non c’entra il Parma) abbiano le porte aperte in quel di San Pietro. Carmina Vaticano!

  • 2 Febbraio 2014 in 18:20
    Permalink

    E’ inaccettabile vedere un diavolo che esprime simpatie x il papa!!!!

  • 3 Febbraio 2014 in 20:12
    Permalink

    Come mai nelle foto durante la visita in Vaticano manca Antonello Preiti? Leonardi é simpatico però credo che dovrebbe citare più spesso i meriti del suo direttore tecnico invece di dividersi sempre la scena e i meriti con il Presidente. Credo che il vero Ds del Parma sia proprio Preiti che rimane sempre nell’ombra ma fa un gran lavoro e non é un tuttologo.
    Buona serata

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI