CALCIO & CALCIO / ANGELLA: “A TORINO PER VINCERE”. E IL NEO-SALTIMBANCO DELLA GIUSTINA RIDIMENSIONA CASSANO: “NON E’ DA GRANDE CLUB”

CAM00190(Lorenzo Fava) – IL CENTRALINISTA DELLO SCERIFFO Quando si dice il “bello della diretta”. Proprio mentre nel parterre di Calcio & Calcio – allestito per la 30^ volta in stagione – si stava discutendo della trasferta che vedrà domani il Parma impegnato sul campo della Juventus (prossima tripla-regina d’Italia), il centralino di Teleducato, aperto a ogni tipo di telefonata, ha ospitato quella di un bizzarro telespettatore che asseriva di chiamare da Gaione e il cui contenuto non è apparso molto chiaro. Questi, comunque, si è rivolto all’avvocato Paolo Malvisi, tra gli ospiti in studio della serata, CAM00184per chiedergli come mai l’ultima volta che aveva partecipato al programma (il 18 febbraio scorso, mica ieri…), aveva definito il padrone del Parma come lo Sceriffo di Nottingham; in realtà, Big Jim (così come il professionista è stato soprannominato dall’aficionado ROCKETT 70 per la rassomiglianza con il popolare personaggio/giocattolo di moda anni fa) quella volta intendeva alludere al Plenipotenziario Pietro Leonardi e non al presidente Tommaso Ghirardi. Senza dubbio, però, il telespettatore ha dimostrato di possedere una memoria di ferro se si è ricordato, dopo settimane, di quella uscita. Perché CAM00134l’ha ritirata a mano adesso?  E cosa c’azzeccava quella domanda al legale mentre si il dibattito ferveva sulla posizione in campo che Cassano potrebbe ricoprire contro la Juve? Il conduttore Angella, in virtù della bassa qualità della telefonata (sia per motivi di audio sia di contenuti), ha preferito sbrogliare la situazione: «Grazie per seguirci, ma secondo me ha letto male il foglio sul quale si era preparato o le avevano preparato il discorso. Anche perché non capiamo il senso della telefonata…».  L’anchor man Angella, prima di mandare la réclame, se l’è cavata con un’altra battuta, allorquando Rockett 70 aveva twittato la sua solidarietà a Big Jim Malvisi: «Speriamo che dopo lo Sceriffo di Nottingham non arrivino CAM00173telefonate da parte di rappresentanti della Mattell che intendano dissociarsi da questa affermazione…». [La fonte Wikipedia ci aiuta così:«La Mattel Inc., statunitense, è una delle più grandi case produttrici di giocattoli del mondo. I suoi prodotti più celebri sono Barbie, Big Jim, e gli automodelli Hot Wheelse Matchbox. Produce anche bambole e giochi da tavolo, e negli anni ottanta è stata attiva anche nel settore videoludico, producendo console e videogiochi.»].

CAM00142LA JUVE NON FA PAURA – Nemmeno il tempo di poter analizzare il pari con il Genoa e il Parma domani – come tutta la serie A – già torna in campo. E lo fa allo Juventus Stadium, dove la squadra di casa allenata da Conte in questo torneo ha vinto 14 volte in altrettante circostanze. Michele Angella non si è lasciato impressionare dai numeri da record della Vecchia Signora, anzi ha sostenuto che il Parma dovrà affrontare la gara con lo spirito di vincerla: «E’ legittimo dire che il Parma possa andare a Torino per fare una grande partita e per tentare l’impresa, visto che la Juve è un po’ stanca ed ha lo scudetto in tasca».  Nemmeno l’opinion leader  Gabriele Majo, direttore di Stadiotardini.it, si è lasciato suggestionare dalla supremazia del club torinese. Anzi per il farfallino nel mercoledì da leoni la squadra di Donadoni CAM00158potrà portare a 18 la sua striscia di risultati utili: «Chi ha più da perderci è la Juve, nell’affrontare la seconda squadra che fatto più punti nel 2014. Il Parma è più spensierato, però non deve commettere l’errore di andare a Torino per pareggiare, perché altrimenti, partendo con questo spirito, loro sarebbero abbastanza bravi nel fregarci… Sono fiducioso, con le squadre di alto lignaggio il Parma ha sempre fatto bella figura». Ospite per la prima volta in stagione nel parterre del talk show calcistico del lunedì sera, il medico di base e attore di teatro Auro Della Giustina ha sostenuto che la sfida tra le due squadre più in forma del campionato arriva nel momento più opportuno per gli emiliani: «E’ il momento ideale per il Parma per incontrare la Juve. Siamo la sorpresa del campionato, contro di noi giocano tutti alla morte. E’ un’occasione per far punti». Ancora più CAM00161ottimista Tullo Baroni, che – per una volta – s’è sbilanciato parlando apertamente di vittoria: «Il Parma in più ha la volontà. in queste partite i Crociati danno sempre il massimo, hanno qualcosa in più. Sono convinto di una vittoria». Dati alla mano, invece, il legale Malvisi s’è detto meno speranzoso: «Se guardiamo i dati del campionato, si capisce che è una Juventus stratosferica! In Europa solo meglio il Bayern Monaco. Il Parma deve chiudersi e ripartire, che è la cosa che riesce meglio agli uomini di Donadoni».

CAM00168CASSANO-AMAURI COPPIA A DISTANZA – Il medico Della Giustina, successivamente, quando ha sostenuto che Cassano dovrebbe fare coppia fissa con Amauri ha fatto tornare alla mente le esternazioni che faceva chi di solito poggiava le natiche su quella poltroncina, in cui egli iersera era seduto, ovvero il Saltimbanco Boni (ancora assente perché ricoverato all’ospedale di Montecchio): «Io vedo bene insieme Cassano e Amauri. Altrimenti, senza l’italo-brasiliano siamo troppo schiacciati e lui è utile anche in fase difensiva CAM00174soprattutto sui calci da fermo. Io farei giocare Amauri perché dà profondità. Cassano si ritaglia un posto sulla sinistra perché è un destro e si accentra». Inoltre il NeoSaltimbanco Auro – che ai tempi fu anche il pediatra del vostro web boy – ha proseguito il proprio discorso, asserendo che la fama del Discolo di Bari al di là delle Alpi è pari allo zero: «La Serie A è l’ultimo o il penultimo campionato dell’Europa Occidentale. Cassano a livello internazionale credo che faccia fatica sinceramente e anche lontano da Parma dove potrebbe mai giocare? Non è da grande CAM00132club». Giorgio Iotti, vice presidente del Centro di Coordinamento Parma Club era in parte d’accordo con quanto espresso dalla controfigura di Boni, ma: «Amauri può venire utile in corso d’opera. Partirei con Cassano centravanti per non dare punti di riferimento alla Juventus». Il direttore di Stadiotardini.it  Gabriele Majo ha spiegato che a volte il dente avvelenato e la voglia di rivalsa posso determinare una grande prestazione: «Donadoni non ama questo tipo di motivazioni, ma è evidente che Amauri abbia voglia di riscatto contro la sua ex squadra». Poi ha completato, dicendo che opterebbe per un’altra soluzione: «Anche se per il bene della squadra è meglio Cassano come finto centravanti».  Così invece il Tullosauro:: «Se è in giornata, Cassano è talmente bravino che si va a trovare lui gli spazi. Non è una questione di compatibilità con Amauri o di posizioni sul terreno di gioco».

imageEUROPA: ORA O MAI PIÙ – Quella contro la Juve è solo la prima di quattro partite quasi proibitive che vedranno il Parma sfidare nell’ordine Lazio, Roma e Napoli. Il Grillo Parlante –  che sfoggiava l’immancabile papillon, che gli rifornisce il suo spacciatore di qualità Pianforini, stavolta con le stelline da Champions League, con l’auspicio non celato che il Parma possa raggiungerla – ha analizzato il calendario e ha specificato che gli uomini di Donadoni non hanno ancora vissuto in questa stagione un momento di crisi: «Mi preoccupa di più la sfida con la Roma. Lazio e Napoli stanno davvero vivendo un periodo buio. Periodo che il Parma non ha ancora vissuto in questa stagione: ciclicamente succede sempre anche alle big. E dirlo non significa fare i gufi come sostenuto su Facebook da qualcuno del Parma Club Cittadella». Nonostante il calendario in salita, il tifoso Giorgio Iotti è sicuro della qualificazione alla prossima Europa League: «La Lazio fa fatica a vincere, non ci prenderà mai! Donadoni ha cambiato dall’inizio della stagione e ora è riuscito a trovare la giusta quadra». Paolo Malvisi era imagecautamente ottimista riguardo il conseguimento di un posto europeo a fine campionato: «Credo che per l’Europa si possa stare moderatamente tranquilli: il Parma è molto più continuo delle altre concorrenti». E a proposito delle rivali si è espresso così il dottor Della Giustina:  «Se non ci si va quest’anno in Europa non ci si andrà mai più! E’ difficile trovare altre stagioni in cui Inter, Lazio e Milan saranno così in basso».

CAM00159LA JUVE, PALETTA E I GIORNALI – Il quotidiano sportivo Tuttosport ieri aveva riportato la notizia che la Juventus avrebbe messo gli occhi sul difensore crociato del Parma Paletta, prossimo, per altro, a disputare il suo primo Mondiale con la maglia dell’Italia, insieme ai colleghi di reparto Barzagli, Bonucci e Chiellini. Che in futuro potrebbero essere pure i suoi nuovi compagni di squadra. Il direttore di Stadiotardini.it, interpellato dal capitano Angella, non ha dato peso a questo rumor di imagemercato: «Tuttosport ha scritto la notizia di Paletta solo perché mercoledì c’è Juve-Parma. Così come la Gazzetta dello Sport prima di Milan-Parma aveva esaltato Donadoni… Mancanza di fantasia dei colleghi…». Big Jim Malvisi si aspetta la cessione dell’italo-argentino, soprattutto per portare liquidità nelle casse: «Paletta ha una dimensione internazionale. Probabilmente i problemi economici del club porteranno a far sì che sia ceduto. Per Paletta, però, niente Giovinco in cambio: solo cash». Il NeoSaltimbanco, invece, ha chiosato con far boniano: «Paletta e Lucarelli è probabilmente una delle migliori coppie difensive europee, al di là dei dati anagrafici di quest’ultimo che finora ha fatto cose inaudite!». Chapeau. Lorenzo Fava

CLICCA QUI PER VEDERE LA PUNTATA DI IERI SERA DI CALCIO & CALCIO, WEB REGISTRAZIONE A CURA DI ALEX BOCELLI

image

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI