CALCIO & CALCIO PIU’ / STORICA ASSENZA DI BONI: IL SALTIMBANCO E’ RICOVERATO IN OSPEDALE. DA VERONA IL GIORNALISTA VIGHINI DICE: “L’HELLAS ROVINATO PIU’ DEL PARMA DALLA FINANZA CREATIVA”

(Evaristo Cipriani) – FORZA SALTIMBANCO – Una data quella di ieri da segnalare con il circoletto rosso per i telespettatori di Teleducato. Per la prima volta, infatti da 4 anni a questa parte, il Saltimbanco Enrico Boni, non era presente negli studi di via Barilli per partecipare a Calcio & Calcio (ieri sera in onda c’era la versione del mercoledì Calcio & Calcio Più, 23esimo appuntamento stagionale). Un’assenza dovuta a problemi di salute. Come ha spiegato il conduttore Michele Angella, inviandogli il proprio in bocca al lupo, Boni è stato ricoverato in ospedale a Montecchio. Già lunedì si era presentato all’appello con 39 di febbre, non si trattava, tuttavia, di una semplice influenza, ma di qualcosa di un po’ più serio. Nulla di particolarmente grave, a quanto pare, però il vulcanico CAM00011opinionista dovrà darsi una regolata per un po’ di giorni. Anche noi di stadiotardini.it rivolgiamo a Boni un caloroso abbraccio. In studio, ieri sera, oltre all’inossidabile e “papillonato”  Gabriele Majo c’erano Mattia Begatti del quotidiano online ilmattinodiparma.it e Luca Pizzarotti di parmafanzine.it  (bravini, per carità, ma – opinione personale – devono mangiare ancora parecchia pastasciutta per crescere ed essere in grado di bucare lo schermo con argomentazioni capaci di lasciare il segno…)

imagePANCIA PIENA? MACCHE’ – Puntata quasi interamente dedicata al match di domenica al Tardini tra Parma e Verona. Per presentarlo dalla città scaligera è intervenuto al telefono il giornalista di Telenuovo Gianluca Vighini (noto per le sue esultanze sudamericane ai gol dell’Hellas, vedi su youtube: https://www.youtube.com/watch?v=-0P8yatr4-s). Vighini ha assicurato: “Il Verona rispetto al Parma è un outsider, noi siamo partiti per i 40 punti, ma non credo che ci sarà appagamento. La società è molto ambiziosa, la piazza è entusiasta e poi abbiamo un allenatore affamatissimo di vittorie. Può darsi che di qui alla fine il Verona abbia un calo, ma non credo che sarà un calo drastico”.

imageFINANZA CREATIVA? NO GRAZIE – Vighini nel suo intervento ha molto elogiato sia il presidente Ghirardi (definito “molto simpatico”) sia quello del Verona Setti: “Sono imprenditori che si sono fatti da solo e che hanno preso in mano due realtà reduci da vicende problematiche. Sono società che hanno idee e sono ben gestite, con i piedi per terra e con ambizione”. Vighini ha affermato: “Meglio questa situazione che non quella delle gestione della finanza creativa che hanno portato ai dissesti che sappiamo. Anche se – ha aggiunto l’anchorman veneto – l’Hellas è stato penalizzato più del Parma. Se da voi la società è sopravvissuta al crac Parmalat, qui a Verona dopo la gestione Pastorello la situazione era precipitata e siamo finiti addirittura in Lega Pro”.

imageESODO HELLAS – “Eravamo in migliaia a Foggia e Manfredonia in Lega Pro, tre anni fa, figuriamoci se non veniamo in migliaia a Parma ha fatto sapere Vighini rendendo noto che nella città di Romeo e Giulietta si respira un clima di grande fibrillazione per la trasferta di domenica al Tardini. Gabriele Majo dal canto suo ha ribadito l’auspicio per una presenza massiccia anche del pubblico di casa: “Spero in almeno 3000 tifosi locali in più rispetto ai numeri standard, ma la vedo dura”.

CAM00010FINALE AZZURRO – Nei minuti finali della puntata anche qualche considerazione sull‘Italia e su Paletta titolare al suo debutto in azzurro proprio in quei minuti a Madrid contro la Spagna. A proposito di Nazionale da segnalare l’input di Majo: “Per me Prandelli sbaglia a fare troppi esperimenti e ad affidarsi a giocatori che futuribili. Al Mondiale bisogna andarci con i migliori, con i giocatori fatti. Ecco perché ribadisco che la convocazione di Perin e non quella di Mirante è assurda”. Il nostro direttore ha poi rincarato la dose: “Se in Brasile non superiamo il primo turno Prandelli deve dimettersi!”. Evaristo Cipriani

CLICCA QUI PER VEDERE LA PUNTATA DI IERI SERA DI CALCIO & CALCIO PIU’ – Web registrazione a cura di Alex Bocelli

image

CLICCA QUI PER VEDERE LA FOTOGALLERY AMATORIALE DAL BACKSTAGE

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.