giovedì, Luglio 25, 2024
News

IL CALENDARIO TERRIBILE NON SPAVENTA DONADONI: “ABBIAMO DIMOSTRATO DI SAPER FARE BENE ANCHE IN TRASFERTA”

(gmajo) – Durante la conferenza stampa post Parma-Genoa 1-1 il collega della Gazzetta di Parma Sandro Piovani (curiosamente l’unico a porre domande al Mister, durante il brevissimo question time, appena 5’) ha chiesto a Roberto Donadoni che sapore abbia questo punto prima di tre trasferte consecutive contro tre big: “Non cambia assolutamente niente. Se dovessimo ragionare in questo modo, allora chi si aspettava che domenica scorsa dovessimo vincere a Milano, e la volta prima ancora, o quella precedente idem? Quindi, come ho sempre detto, noi cerchiamo di valutare ogni gara per quella che è: mercoledì ci sarà la Juve e quindi incanaleremo tutte le nostre energie, tutte le nostre risorse, sperando che tutti quanti stiano bene e qualcuno riesca a recuperare, perché poi, in settimana, si è fatto male anche Rossini, e quindi lo abbiamo perso per un po’ di tempo, Gargano che è ancora fuori, Pozzi che si è fatto male ed è stato operato, che è una risorsa che sicuramente da qui alla fine ci verrà a mancare. Però gli altri si stanno comportando benissimo, Munari è entrato, quelli che han giocato pur non partendo spesso dall’inizio hanno fatto la loro parte, e questo mi piace, questo spirito mi piace. Quindi, come dico sempre, un bottone alla tavola, adesso affrontiamo la prossima, senza fare troppi ragionamenti, che non ci competono, che non mi interessano, che lascio fare agli altri, ma io cerco di stare con i piedi per terra, con i ragazzi e di valutare gara dopo gara”. Piccolo inciso: dell’infortunio a Rossini non mi risulta che fosse stata data comunicazione alla stampa attraverso i consueti bollettini ufficiali, tuttavia è pure vero che non figurava nell’elenco dei convocati diffusi ieri. Trasparenza. Certo che il Parma – a parte l’exploit inatteso dai più di Schelotto, e il buon inserimento di Molinaro – nel mercato di gennaio è stato piuttosto sfigato, visto che si sono rotti Vergara, Pozzi e appunto Rossini, di cui aspettiamo che ufficialmente ci venga detto qualcosa (diagnosi e prognosi, ad esempio). Torniamo al botta-risposta Piovanone-Donadoni. Sandrone chiede: “Prima ti ho chiesto se questo punto condiziona; ora, invece, ti chiedo: queste tre trasferte consecutive in otto giorni…”. E il Dona risponde: “Sono tre partite; che giochiamo qui o che giochiamo fuori cambia poco. Credo che il Parma abbia dimostrato nel recente passato di fare bene anche in trasferta e quindi cercheremo di affrontarle come sempre, pensando che il terreno di gioco ha sempre più o meno le stesse misure, e quello che succede fuori ci interessa relativamente, perché non giocano fuori, giochiamo noi dentro, e quindi dovremo essere bravi a interpretarle e ad affrontarle in questo modo”.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".