domenica, Luglio 21, 2024
Fotogallery AmatorialeIn EvidenzaNews

LA CURIOSITA’ / L’EVOLUZIONE DI CASSANO, DA FANTANTONIO A SANTANTONIO…

image (14)MILANO – dal nostro inviato – (Gabriele Majo) – Scherza con i fanti ma non coi Santi. Ma una eccezione, specie dopo una vittoria (il 2-4 sul Milan) di cui è stato il primo protagonista, la si può senz’altro fare per Cassano, passato – grazie a Mario di Betclic.it, che ha condiviso questo simpatico santino sulla pagina Facebook di stadiotardini.it – da FantAntonio a SantAntonio (anche se, a inizio stagione, il primo a coniare questo epiteto fu il Saltimbanco Enrico Boni…). Poi bravi i suoi compagni a saper fare anche senza di lui, specie Amauri, che da poco lo aveva rilevato a mettere a segno la rete del 3-2, subito dopo il pareggio di Balotelli per un rigore molto generosamente concesso dal sig. Celi ai padroni di casa. Al fotofinish Biabiany ha chiuso la tenzone su un 4-2 che entra nella storia crociata. Impresa aperta da SantAntonio, cui Betclic.it, per la serie Super Santos, ha scritto questa prece: “Benedetto il fantasista di Bari Vecchia, perché ha redento il popolo parmense, anticipando una salvezza potente per merito del suo talento senza macchia, E dalle zone alte della classifica confesso che mai mi sarei aspettato una stagione così (all’eccesso) di risultati utili, accipicchia! Cassano, il tuo piede io professo affinché lasci l’Inter per la parmigiana parrocchia”. Amen…

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".