martedì, Aprile 23, 2024
Bar SportNewsVideogallery Amatoriale

MALESANI, GALLOPPA, GRIGNAFFINI E PISANU (VIA SKYPE) I PRIMI FRIENDS DI PAVAROTTI-PIOVANI – Video intervista di Gabriele Majo e fotogallery amatoriale

DSC05541(gmajo) – I primi friends di Pavarotti-Piovani? Alberto Malesani, Daniele Galloppa e Andrea Grignaffini, oltre ad Andrea Pisanu collegato via skype. Sandrone, in maniche di camicia e bretelle, dopo esser stato oscurato per gran parte della stagione a Bar Sport (rare le sue partecipazioni, dopo esserne stato per lunghi anni prima il conduttore e poi opinionista fisso) torna stasera, venerdì 4 aprile 2014, (ore 21.15) su Tv Parma con un nuovo programma tutto suo (o meglio, condiviso con Giovanna Melli, nessuna parentela con “Ciccio”, giornalista all’esordio sul piccolo schermo, che dal DSC05545Tardini, quando era piccola era scappata, senza più volerci tornare e che ora Piovani vorrebbe riportare…): un format in cui le sue grandi passioni – il calcio e la cucina – si fondono insieme, anche se all’80% si parla di pallone e per il 20% si mangia e si beve (e si disquisisce di enogastronomia, of course). Con il giornalista della redazione sportiva della Gazzetta di Parma, nonché titolare dell’inserto Gusto, collaborano – a titolo personale – anche gli autori della seguitissima pagina Facebook “Io parlo Parmigiano” (sul social è aperto anche un profilo DSC05548ufficiale di Piovani & Friends) e i ragazzacci di Parma Fanzine, quelli del pesce Iaquinta, con la loro specialità, le vignette (in anteprima dalla registrazione di ieri, Piovani ce ne ha mostrata una dove la gara è tra o Babbà e o Biabbià). Alberto Malesani – scelto da Sandrone non solo per il suo passato come tecnico del Parma che vinse tre coppe, ma non lo scudetto (“c’erano molti giocatori che volevano andare via…”, ha rivelato, durante il programma registrato ieri, l’allenatore al popolare giornalista che gli ha chiesto perché quel traguardo non fosse stato centrato), ma anche DSC05526come produttore di vini (“e davvero buoni, ne abbiamo assaggiato uno, assieme al prodotto tipico della Campania, non la pizza, saremmo stati banali, ma la mozzarella di bufala”)ha per la prima volta rivelato perché si ostinava ad andare a dormire a Verona, anziché a Parma come gli hanno sempre imputato i tifosi (e qualche giornalista…). Un reato di lesa parmigianità che ha a lungo pesato ancor più della mancanza della conquista del tricolore, sia pure con la squadra comunemente ritenuta la più forte al mondo. Il motivo è che aveva la madre malata. Piovani imagedice che forse ha sbagliato lui, Il Male, a non farlo sapere, perché la gente lo avrebbe capito e forse apprezzato di più, ma nello stesso tempo, a mio modo di vedere, noi parmigiani ci eravamo comportati da provincialotti… Per il debutto del nuovo rotocalco (“Un format leggero per parlare di calcio senza tensioni ma anche di altro”) la società crociata ha messo eccezionalmente a disposizione un proprio tesserato, Daniele Galloppa, recordman di sfortuna – come ricordato da Piovani nella intervista esclusiva che ci ha concesso, dopo averci accolto nella sua nuova postazione al terzo piano della mega struttura di Via Mantova –  per via dei tre crociati che si è fatto nella sua esperienza… in crociato. Non poteva mancare Andrea Grignaffini con il quale spesso mette i piedi sotto la tavola e si confronta su cibi e vini. Andrea Pisanu, infine, si è collegato via Skipe…

 

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

4 pensieri riguardo “MALESANI, GALLOPPA, GRIGNAFFINI E PISANU (VIA SKYPE) I PRIMI FRIENDS DI PAVAROTTI-PIOVANI – Video intervista di Gabriele Majo e fotogallery amatoriale

  • vanni zagnoli

    Caro Gabriele, complimenti per l’anticipazione, non sapevo che avessi già pubblicato, ho parlato ora con Sandro. Bella trasmissione, un abbraccio

    • Mi raccomando stasera guardala e poi manda la tua recensione… Sei stato menzionato durante la chiacchierata, quando, appunto, ho anticipato a Sandrone che te ne saresti occupato tu…

  • Contento per Piovani, professionista che stimo.
    Ma pronto chi parma coi fantastici Ampollini – Michelotti è una ferita ancora aperta..

    • Per me era già uno spreco che il gruppo GdP, in preda ad una crisi editoriale senza precedenti che l’avrebbe portato a tagli e contratti di solidarietà, la scorsa estate, per la tv, avesse fatto campagna acquisti prendendo firme pregiate altrove, rinunziando, di fatto, a chi aveva già in casa e più di tutti “buca lo schermo”, alias Piovanone. E solo a poche giornate dalla fine della stagione cercare di mettere le cose a posto è un classico chiudere la stalla quando i buoi sono scappati…

      Sulla cancellazione di “Pronto chi parma?”, dopo circa un mese dall’avvio della stagione, concordo appieno con te, anche se debbo ricordare che l’intera domenica informativa (salvo un tg settimanale preconfezionato) è stato soppressa e questo è ancor più grave, poiché è stato tolto un importante servizio alla città.

      Ricordo anche come, proprio al venerdì, esistesse la rubrica di Marco Balestrazzi, Tg Parma le Ultimissime, su cui calò sempre la mannaia della spending review.

      Il lancio della trasmissione di Piovani è un segnale positivo di ripresa, anche se onestamente non so quanto senso abbia a fine stagione…

      Cordialmente

      Gmajo

I commenti sono chiusi.