giovedì, Maggio 30, 2024
Fotogallery AmatorialeIn EvidenzaNews

PRANDELLI, BAGNO DI FOLLA AL TARDINI: MA SOTTO I SUOI OCCHI CASSANO NON E’ RIUSCITO A TRASFORMARE UN RIGORE E PALETTA E’ STATO ESPULSO… Fotogallery amatoriale

image(gmajo) – Qualcuno lo vorrebbe sindaco di Parma, non al posto di Marco Osio (protagonista alla Tribù del Calcio), ma quale successore di Federico Pizzarotti, e lui, non si tira indietro: “Va bene, va bene, volentieri…”. L’abbraccio della città ducale è bello caldo ed affettuoso come testimonia la serie di foto che abbiamo scattato al suo arrivo al Tardini. C’è anche chi gli dà qualche DSC06966consiglio, reiterato: “Deve convocare Verratti, deve convocare Verratti”, (sarà contento Parolo…); lui, il CT, tira giù il finestrino (accetta il selfie con un altro) e sembra dare il suo assenso muovendo il capo, anche se poi lo sappiamo bene, ma è giusto così, visto l’incarico che ha farà di testa sua. E chissà cosa frullerà nella sua testa dopo che oggi, al fianco dei fidi Danfio “Bianco” Bianchessi e Gabriele Pin ha seguito dagli spalti (si fa per dire…) dell’Ennio Cassano non trasformare un calcio di rigore (non scriviamo “sbagliare”, in ossequio all’osservazione di Leonardi, per cui non lo ha DSC06971sbagliato, ma è stato bravo e fortunato il portiere) e Gabriel Paletta finire di fatto la partita dopo il primo tempo, visto che ad inizio ripresa si è buscato subito un cartellino rosso per doppia ammonizione, Un collega milanese ha aggiunto pure la prestazione a suo dire, così così di Parolo: al che Pietro Leonardi ha chiosato: “Magari Prandelli si sarà augurato che queste cose che sono avvenute oggi per sfortuna si possano trasformare in fortuna quando li porterà al Mondiale…”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".