domenica, Giugno 16, 2024
NewsUbi Majo

“UBI MAJO” – TU COME LI VEDI? IL MAJOMETRO DEI CROCIATI PRIMA DI ROMA-PARMA

(Luca Savarese) – Mercoledì, giorno delle imprese da leoni e delle serate di coppe, il Parma è a Roma per recuperare contro i giallorossi la gara sospesa per il diluvio universale del 2 febbraio. “L’ubi Majo…Tu come li vedi?” arriva anche nei recuperi e quindi, è con gioia che cedo la parola a Gabriele Majo.

Direttore, allora come va? Questo fatidico recupero è finalmente arrivato. Due mesi esatti dopo e…?

“… E vediamo un po’ come va a finire… Quando il match venne sospeso e rinviato ci si interrogava su quale delle due squadre sarebbe stata avvantaggiata dalla non disputa della gara in quel giorno. Se da un lato il Parma ha potuto proseguire con il vento in poppa la propria marcia trionfale, fino alla partita con la Juventus, dove la musica è rimasta buona, ma lo stesso c’è stata l’interruzione, c’è da dire che ora ci si presenta al cospetto dei ringalluzziti secondi della classe in condizioni di organico ridotto ai minimi termini, come direbbe Conte c’è una incredibile emergenza; viceversa i giallorossi, che allora stavano accusando un po’ di fatica, ora mi paiono rilanciati, anche dalla vittoria sui bianconeri del Napoli che potrebbe aver riaperto il campionato. E il fatto gli è che poi ci toccheranno proprio i partenopei, a propria volta ripresisi. Sebbene il nostro lettore Marchetto non sia d’accordo con me, io, conoscendo i miei polli, preferisco sempre affrontare la squadre grandi che offrono stimoli in più e la possibilità di compiere le imprese. Difficile essere ottimisti oggi, senza Cassano e Paletta, ma mai darsi per vinti. Magari i giallorossi soffrono di vertigine e gli fa male essere tornati così vicini ai bianconeri…”

Cosa vorresti vedere al cospetto dei giallorossi romani, che non hai visto contro i biancocelesti romani?

“Un maggiore animus pugnandi e voglia di fare l’impresa. Contro la Lazio i nostri portacolori mi sono parsi un po’ molli. Non ho visto una prova disastrosa come altri, ma nella nostra media (anche durante la serie aurea non è che mi fossi molto esaltato, perché certi limiti atavici – giocare un tempo solo, la gestione dei cambi da parte del mister, solo per elencare un paio di criticità – ci sono sostanzialmente sempre stati, anche se un po’ celati dai risultati), però, al di là di Eupalla che alle volte ti dà e alle volte ti toglie, si poteva e doveva decisamente fare di più. La gestione della turnazione proposta dal Don con Juve e Lazio non mi ha convinto (non ha mia schierato la formazione migliore possibile), e ora, ridotti ai minimi termini, ci aspettano Roma e Napoli. Poi, come dicevo lunedì sera a Calcio & Calcio, mi lascia perplesso il fatto che una squadra piena zeppa di impegni venga sottoposta al supplizio di fare due volte lo stesso percorso dovendo giocare nel medesimo stadio due gare in appena tre giorni. Capisco la voglia di ammortizzare il Direzionale di Collecchio, ma, sinceramente, mi sarebbe parso più razionale restare nella Capitale, anche se il disagio, grazie all’alta velocità, è decisamente inferiore rispetto a percorrere la stessa tratta in pullman”.

Alessandro Florenzi e Mattia Destro sono da mondiale per te?

“No. Sperando che non ci purghino proprio loro, e neppure il solito Totti, che ce ne ha già fatti 19 di gol. A proposito. Io in Brasile ci porterei lui. Anche se credo che ci sia un posto solo per il Pupone e FantAntonio e mi sa che sia favorito il nostro, oggi grande assente per via della cura di Biava, che ai giallorossi mi sa che abbia fatto un grande piacere…”

Buonissimo recupero e Forza crociati! Luca Savarese

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

2 pensieri riguardo ““UBI MAJO” – TU COME LI VEDI? IL MAJOMETRO DEI CROCIATI PRIMA DI ROMA-PARMA

  • majo cambia nome alla rubrica in “MA TU LI VEDI IN CAMPO ?”

  • Imbarazzanti!!!! Siamo tornati ridicoli come tante volte nell’era ghirardi. Siamo riusciti a prendere goal dopo 3 minuti, a fare fare il solito goal a Totti, goal a taddei che e’ un ex – giocatore e per finire a pianjc che compie gli anni. Comunque solita figura di merda a Roma.. Majo sempre sicuro di volere queste squadre e non il Catania o il Livorno. Comunque per finire cerchiamo di prenderne 4 dal napoli….

I commenti sono chiusi.