venerdì, Luglio 19, 2024
NewsUn uomo in due maglie

UN UOMO IN DUE MAGLIE / LUIGI SARTOR TRA ROMA E PARMA

luigi-sartor-436.jpg_415368877(Luca Savarese) – La pioggia fece fermare Roma-Parma del febbraio, in quell’occasione “L’uomo in due maglie”  fu Nakata. Ora, siccome si tratta di un rinvio, la nostra rubrica agisce così, lasciamo il Samurai come Uomo in due maglie principale”, ma prendiamo, anche se con una versione leggermente mignon, in considerazione un altro Uomo in due maglie, che, andiamo subito a delineare, per entrare già in clima partita.  Le storie legate alle scommesse sportive in questa sede non c’interessano, perché prima di essere squalificato per cinque anni e radiato a causa dello scandalo Scommessopoli del 2011, Gigi Sartor è stato un giocatore anche di Parma (dove adesso ha un bar in zona Chiesa di San Lazzaro) e di Roma.

Nato a Treviso, il 30 gennaio del 1975, dopo le giovanili nel Padova, lo nota e lo fa suo la Juventus, con cui giocherà nella stagione 1992-93, una sola presenza, ma quanto basta per essere nella rosa che vince la Coppa Uefa contro il Borussia Dortmund. Dopo una brevissima parentesi con la Reggiana e non trovando più spazio tra i bianconeri, Gigi torna nel suo Veneto ed impreziosisce delle sue sgroppate sulle corsie, il bel Vicenza di Francesco Guidolin. Il ragazzo è pronto per il grande salto, prima se lo gusta l‘Inter, con i cui colori vince un’altra coppa Uefa, nella finalissima di Parigi tutta italiana contro la Lazio, e poi se lo aggiudica il Parma. Squadra che va, Coppa Uefa che vince, potrebbe essere questo il refrain ad hoc per Sartor che anche con gli emiliani, arriva alla conquista delle coppa argentea dalla forma variamente a V. E sono tre, con tre club diversi, record. E sono due consecutive, con la maglia dell’Inter e con la casacca gialloblù-crociata. Il ragazzo va quindi a Roma per giocare con i giallorossi. Si concede un viaggio anche ad Ancona (per aiutare una squadra che vagamente ricorda il Sassuolo di oggi, tanti nomi, Jardel, Ganz e Dino Baggio su tutti, e mille difficoltà) prima di tornare nella capitale, sempre sponda giallorossa, fare un salto al Genoa e concludere la sua esperienza romanista a trent’anni. Lo attende l’avventura estera, che Sartor vive con i colori biancorossi del Sopron, in Ungheria. Nel suo Veneto torna con il Verona, per poi chiudere col calcio giocato a Terni, con la Ternana nella primavera del 2010. Quello che ha vissuto dopo fa parte di questioni che non centrano con le maglie che ha indossato e che sono state anche quelle di Parma e Roma. Oggi gestisce un pub, e chissà che tra la preparazione di un cocktail ed un altro, non pensi ogni tanto, ai suoi cross ducali e capitolini. Luca Savarese

LE PRECEDENTI PUNTATE DI “UN UOMO IN DUE MAGLIE”, STAGIONE 2013-14

1. ALBERTO PALOSCHI TRA PARMA E CHIEVO (24.08.2013)

2. NESTOR SENSINI TRA UDINESE E PARMA (31.08.2013)

3. DIEGO FUSER E ABEL BALBO TRA PARMA E ROMA (15.09.2013)

4. JOHAN WALEM TRA CATANIA E PARMA (21.09.2013)

5. DAMIANO ZENONI TRA PARMA E ATALANTA (25.09.2013)

6. SEBASTIEN FREY TRA FIORENTINA E PARMA (29.09.2013)

7. TANTE STELLE IN DUE MAGLIE, GIALLOBLU’ E CROCIATA (12.10.2013)

8. ADRIAN MUTU TRA VERONA E PARMA (18.10.2013)

9. ROBERTO MUSSI TRA PARMA E MILAN (25.10.2013)

10. GIANLUCA SIGNORINI TRA GENOA E PARMA (30.10.2013)

11. LILIAN THURAM TRA PARMA E JUVENTUS (02.11.2013)

12. JUAN SEBASTIAN VERON TRA PARMA E LAZIO (08.11.2013)

13. FABIO CANNAVARO TRA NAPOLI E PARMA (23.11.2013)

14. ADAILTON TRA PARMA E BOLOGNA (29.11.2013)

15. NICOLA BERTI TRA INTER E PARMA (07.12.2013)

16. PATRICK MBOMA TRA PARMA E CAGLIARI (14.12.2013)

17. ENRICO CHIESA TRA SAMPDORIA E PARMA (20.12.2013)

18. ANDREA GASBARRONI TRA PARMA E TORINO (04.01.2014)

19. EMANUELE FILIPPINI TRA LIVORNO E PARMA (10.01.2014)

20. BERNARDO CORRADI TRA CHIEVO E PARMA (17.01.2014)

21. DAMIANO FERRONETTI TRA PARMA E UDINESE (24.01.2014)

22. HIDETOSHI NAKATA TRA ROMA E PARMA (01.02.2014)

23. ALESSANDRO POTENZA TRA PARMA E CATANIA (07.02.2014)

24. MAURIZIO GANZ TRA ATALANTA E PARMA (14.02.2014)

25. PAOLO VANOLI TRA PARMA E FIORENTINA (22.02.2014)

26. SANSONE, ROSI, MENDES, ROSSINI E SCHELOTTO TRA SASSUOLO E PARMA (28.02,2014)

27. FILIPPO MANIERO TRA PARMA E VERONA (07.03.2014)

28. GIOVANNI GALLI TRA MILAN E PARMA (14.03.2014)

29. DAVIDE FONTOLAN TRA PARMA E GENOA (21.03.2014)

30. DINO BAGGIO TRA JUVENTUS E PARMA (25.03.2014)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".