IL COLUMNIST / BUONE NOTIZIE DALLA GHIAIA E DAL TARDINI, CATTIVE DAGLI ALTRI ALTRI CAMPI: LE VITTORIE DI MILAN E TORINO NEFASTE PER L’OBIETTIVO EUROPA DEI CROCIATI

Luca Russo (www.ilcolumnist.net) – Una splendida giornata? Per certi versi sì, per altri decisamente meno. Le buone notizie sono arrivate dalla Ghiaia, dagli spalti e dal rettangolo di gioco. Quelle cattive ci imageson pervenute dagli altri campi. Detto che il gemellaggio tra tifosi gialloblù e blucerchiati è stato il miglior destro, tra quelli possibili, che si potesse rendere ai fattacci che hanno preceduto e intossicato la finale di Coppa Italia; e aggiunto che il Parma è riuscito a non cadere nella trappola di una Sampdoria venuta al Tardini con poche preoccupazioni e la mente libera da cattivi pensieri, e per questo potenzialmente in grado di far saltare il (nostro) banco, la domenica ci è stata rovinata dai risultati maturati altrove. Nel pomeriggio il Chievo si è fatto superare in casa dal Torino. In serata il Milan ha fatto suo il derby della Madonnina. Due risultati che impediscono al Parma di essere padrone del proprio destino. Due risultati che, a meno di poco probabili colpi di scena, ci mettono nella condizione di dover mietere sei punti dalle prossime e ultime due campagne, se l’idea resta quella di imagecontinuare a rincorrere il sogno Europa League. Sei punti. E cioè, il massimo. La classifica parla chiaro: il Toro ha 55 punti, Milan e Parma sono appaiate a quota 54, ma con i Crociati in vantaggio in virtù della supremazia negli scontri diretti. Lazio e Verona si incroceranno stasera. Che dire di questo scenario? Il primo pensiero corre ai punti persi tra Roma (sponda Lazio), Bologna e Cagliari. Se da queste tre trasferte ne avessimo raccolto appena uno in più, ora come ora potremmo permetterci di andare a Torino anche per puntare solamente al pari, avendo già vinto il match d’andata. E invece, al lume della classifica, dall’Olimpico granata ci toccherà uscirne col bottino pieno, altrimenti possiamo scordarci dei giovedì di coppa. Ci inguaia, e mica poco, anche la vittoria rossonera nel derby milanese. Avessero vinto i nerazzurri, adesso avremmo una avversaria in meno tra le “scatole”. È andata al contrario, e così bisogna non solo sopravvivere alla concorrenza, quasi spietata, dei rossoneri, ma anche sperare che non si arrivi a pari punti con l’Inter, nei confronti della quale siamo in svantaggio negli scontri diretti. Insomma, i passi falsi di Roma, Bologna e Cagliari hanno reso molto più faticoso e molto meno praticabile il nostro viaggio verso l’Europa. Dispiace, ma va ricordato pure che siam finiti a punti su campi dai quali credevamo di non venirne fuori illesi. Luca Russo (www.ilcolumnist.net)

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

E’ STEFANO PERRONE IL DELEGATO ALLA SICUREZZA DELLA LEGA CALCIO DELLA FINALE DI COPPA ITALIA TRA FIORENTINA E NAPOLI INIZIATA IN RITARDO PER GRAVI SCONTRI ALL’ESTERNO DELL’OLIMPICO

CARMINA FESTA GIALLOBLUCERCHIATA / SI SCRIVE “GEMELLAGGIO”, SI LEGGE “SAGGIO DI CONVIVIALITA’ SPORTIVA”

LA FESTA GIALLOBLUCERCHIATA IN GHIAIA CONTRAPPASSO DELLA ORDINARIA FOLLIA ULTRA’ DI IERI SERA A ROMA. E DONADONI CITA FACCHINETTI: “PER CAMBIARE BISOGNA INIZIARE DA NOI STESSI”

MA IL CIELO E’ SEMPRE PIU’ BLU (CERCHIATO DI BLU) E LA MARCIA TRIONFALE DELL’AIDA AL FAIR PLAY VILLAGE DI PARMA E SAMPDORIA IN GHIAIA – Video e fotogallery amatoriale

PIETRO LEONARDI AL FAIR PLAY VILLAGE DELLA FESTA GIALLOBLUCERCHIATA IN GHIAIA – Fotogallery amatoriale

3 pensieri riguardo “IL COLUMNIST / BUONE NOTIZIE DALLA GHIAIA E DAL TARDINI, CATTIVE DAGLI ALTRI ALTRI CAMPI: LE VITTORIE DI MILAN E TORINO NEFASTE PER L’OBIETTIVO EUROPA DEI CROCIATI

  • 5 Maggio 2014 in 10:56
    Permalink

    Il derby ha aumentato i rimpianti per la partita persa con l’inter, squadra non certo irresistibile.
    Tralasciando i poco utili rimpianti per i punti persi qua e là continuo a fare l’avvocato del diavolo: fermo restando che se andiamo a Torino per pareggiare ne prendiamo un cestino ed in attesa del risultato di stasera, è davvero cosi probabile che il Torino vinca a Firenze all’ultima giornata e che il Milan vinca a Bergamo (e in casa con il Sassuolo)? Il risultato di Atalanta – Milan lo sapremo in anticipo perchè giocano alle 12:30.
    Dico tutto ciò perchè dubito fortemente che qualcuna delle pretendenti al sesto posto riesca a fare 9 punti nelle ultime 3 partite e sono curioso delle analoghe considerazioni altrui

  • 5 Maggio 2014 in 11:02
    Permalink

    Con cinque pretendenti per un solo posto bisogna vincerle tutte e poi potrebbe non essere sufficiente. Infatti se la Lazio o il Verona ne vincessero tre noi resteremmo senza Europa.

  • 5 Maggio 2014 in 11:21
    Permalink

    Ok, grazie per il confronto. Non le avevo incluse nelle personali considerazioni di cui sopra, ma mi sembra che lazio e verona, oltre allo scontro diretto, abbiano un calendario peggiore, anche di milan e torino

I commenti sono chiusi.