L’ASSESSORE ALLO SPORT MARANI SU PARMA.REPUBBLICA: “LA TRIBUNA DISABILI HA AVUTO UN ITER SFORTUNATO…”. LE RISPOSTE DI GHIRARDI A RADIO PARMA SUL TEMA STADIO

image(gmajo) – L’assessore allo sport del Comune di Parma Giovanni Marani è stato intervistato da Maria Chiara Perri  di parma.repubblica.it: tra gli argomenti toccati nella conversazione ce n’è uno che sta molto a cuore di StadioTardini.it che si era fatto promotore di una apposita campagna di sensibilizzazione, partita da una serie di appelli reiterati nel tempo, del tifoso crociato in carrozzina Fabio Giarelli, e cioè la tettoia per i disabili del Tardini lasciati esposti alle intemperie con l’attuale sistemazione. Dopo il nostro pressing, sfociato anche in alcuni servizi della stampa nazionale, il proprietario dello stadio, cioè il Comune di Parma e il concessionario, il Parma F.C., fecero una conferenza stampa congiunta il 12 ottobre 2013, con tanto di presentazione del rendering e promessa che entro Parma-Juventus (novembre 2013) sarebbe entrato in funzione. Un mese dopo, il 28 dicembre, noi di StadioTardini.it, chiosammo un un articolo dal imagesignificativo titolo: “Tra il rendering e il fare c’è di mezzo il mare”, al quale il giorno successivo alla pubblicazione (il 29 dicembre) ci replicò il geometra Vincenzo Forleo – capo del gruppo di lavoro per la realizzazione del nuovo settore che sarebbe sorto sull’ex tribuna ospiti, da noi ribattezzata Curva Bortolon, che ci spiegò che non erano rimasti con le mani in mano, ma che erano insorte problematiche connesse all’anti-sismica. Nel frattempo il campionato è terminato, Licenza Uefa permettendo il Parma è persino in Europa, ma il nuovo settore disabili non è entrato in imagefunzione. Anzi, come leggerete sotto, nella risposta di Marani, siamo ancora piuttosto indietro, giacché, “i progetti sono stati consegnati all’Ufficio tecnico del Comune e sarà necessario attendere l’iter dell’approvazione”. Insomma, spero proprio che ci diano la Licenza Uefa, così, dovendo per forza mettere mano al Tardini, chissà che finalmente non si sistemi questa annosa vicenda, che una civile risposta concreta avrebbe già avuto averla da tempo. Purtroppo, però, questa tribuna, come sospira Marani, ha avuto un iter sfortunato. Ecco domanda e risposta da parma.repubblica.it

Recentemente uno dei temi caldi per la città è la messa a norma dello stadio Tardini in vista della possibile partecipazione del Parma F. C. alla Coppa Uefa. La società contribuirà alla realizzazione della tribuna disabili?

“La Uefa ha rilevato due elementi da adeguare secondo standard di comfort, e non di sicurezza: gli spogliatoi e l’altezza degli schienali della tribuna. C’è poi il caso della tribuna est, che secondo alcune perizie è provvisoria mentre per altre è fissa. Prudenzialmente, il Parma Calcio ha indicato come campo di gara anche quello di Modena, in attesa di risolvere queste problematiche. La tribuna disabili ha avuto un iter sfortunato, c’è stata un’accelerazione della progettazione lo scorso inverno poi i rilievi sull’impatto sismico hanno allungato i tempi. Ora i progetti sono stati consegnati all’Ufficio tecnico del Comune e sarà necessario attendere l’iter dell’approvazione. Il Parma F. C. è disponibile a sostenere i costi”.

Marani, dunque, non ha parlato solo del settore disabili, ma anche del resto dei problemi connessi l’agibilità dell’Ennio in ottemperanza ai dettami della UEFA, cioè gli spogliatoi (se ne era parlato anche il 12 ottobre) e l’altezza degli schienali dei seggiolini (che già ci fecero perdere la possibilità di ospitare una gara della Nazionale ufficiale, poi dirottata a Modena) e la questione della Tribuna Centrale Est che secondo il Parma è fissa e secondo la Uefa è mobile: secondo me, se avremo la Licenza, andrà a finire che si giocherà con un Tardini ridotto, cioè senza l’apertura della zona dei Distinti e superiori, a meno che non vinca il club ducale il braccio di ferro. Che venga rifatta in tempi brevi ho ragionevoli dubbi, anche perché lo stesso Ghirardi, a Radio Parma, mercoledì scorso, parlando dell’Ennio ha più volte sottolineato come la struttura sia di proprietà del Comune.

Ecco la trascrizione del dialogo con un radioascoltatore che si lamentava poiché nella parte alta della TCE

Sono Marco, sono un abbonato della Tribuna Est, volevo chiedere al presidente se sono in programma dei lavori, perché noi che siamo proprio in alto, quando piove ci bagnamo tutti, perché l’acqua viene dentro dal didietro: siccome dietro c’è aperto, c’è uno spazio di un paio di metri aperto, quando piove l’acqua viene dentro di lì. Noi siamo proprio in fondo, diciamo così, e ci bagnamo tutti, pur essendo coperta. Basterebbe un plexiglass dietro, secondo me…

“No, mi spiace per disagio e intanto la saluto. Io voglio sempre sottolineare una cosa, che lo stadio non è di proprietà del Parma Calcio, lo stadio è del Comune, perciò noi, qualsiasi tipo di attività che dobbiamo fare sullo stadio dobbiamo avere l’autorizzazione del Comune. Un’ultima opera che io avevo fatto, a mie spese, era stata la copertura proprio della Tribuna Est, che come lei saprà era in condizioni pessime, qualche anno fa, e l’abbiamo messa a posto. Prendo spunto da quello che lei mi dice, perché, ovviamente, cercheremo di risolvere questo problema e magari sarebbe importante se alcuni tifosi, come lei, o abbonati, ce lo segnalassero in maniera scritta, in modo tale che noi, prendiamo spunto da questa segnalazione per girarla al Comune per avere la possibilità di fare una protezione, un qualcosa che mi sembra di aver capito non implichi neanche un grosso lavoro. Perciò, sicuramente, me lo prenderò come impegno personale, però,appunto, avrei piacere che ci fosse qualcosa di scritto, per poterlo segnalare anche al Comune”.

Il tema prosegue con una domanda del direttore del Gruppo Gazzetta Giuliano Molossi: “Tra l’altro resta il problema anche della copertura della Curva Nord, ma quella, però, è un po’ più onerosa…”

“Sì, ma quella, ripeto, è sempre una condizione che bisogna esaminare con il Comune. Noi non siamo proprietari dello stadio e tanto meno possiamo fare delle opere strutturali sullo stadio. Io mi auguro che in futuro si riesca col Comune ad ottimizzare questa situazione che porterebbe sicuramente dei vantaggi ai nostri tifosi”.

Altra domanda di un radioascoltatore: Buongiorno presidente, innanzitutto grazie per quello che sta facendo per il Parma e per la città sportiva. La mia domanda è questa: quando si potrà vedere uno stadio con negozi, attività ricreative, ristoranti per le famiglie, in modo che la domenica sia una giornata di festa?

“Beh: questo è il nostro sogno. Io avevo due sogni, uno era realizzare un Centro Sportivo all’altezza e ci sono riuscito: devo dire che quello dipendeva esclusivamente da me e dalla mia società e ci siamo riusciti. Il secondo sogno è quello di ristrutturare il Tardini. Ripeto ancora una volta, per chi non lo avesse capito, che la mia intenzione è quella di ristrutturarlo e di lasciarlo esattamente dov’è perché per noi è una risorsa importante e anche per i nostri tifosi. E’ chiaro che bisogna trovare degli imprenditori, bisogna trovare degli accordi col Comune, e poi sicuramente ci vuole qualcuno, io auspico della parmigianità, che possa condividere con me questo progetto”.

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI /IL GEOM. FORLEO SCRIVE A STADIOTARDINI.IT E SPIEGA IL RITARDO: “NE’ IL GRUPPO DI LAVORO, NE’ IL PARMA FC SONO RIMASTI CON LE MANI IN MANO”

UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI / TRA IL RENDERING E IL FARE C’E’ DI MEZZO IL MARE…

MAJO: “IL GENEROSO GHIRARDI NON BADA A SPESE PER IL NUOVO FARAONICO SETTORE DISABILI, MA IO NON LI USEREI COME ‘SCUDO UMANO’, O DETERRENTE ALLA VIOLENZA”

LEONARDI (LEGGENDO UNA TRACCIA SCRITTA) HA PRESENTATO LA RIQUALIFICAZIONE A NORMA UEFA DEL TARDINI. PRIMO STEP: IL NUOVO SETTORE DISABILI AL COPERTO NEL SETTORE BORTOLON

ALLE 17.30 CONFERENZA STAMPA CONGIUNTA DI COMUNE E PARMA FC. STADIOTARDINI.IT RIBADISCE: NO ALLA GHETTIZZAZIONE DEI DISABILI NEL SETTORE BORTOLON

PANORAMA: “STADIO DI PARMA, PIOVE SUI DISABILI”

UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI / LEONARDI A MAJO DURANTE CALCIO & CALCIO PIU’ : “E’ DA MESI CHE LAVORIAMO SULLE INFRASTRUTTURE, MA NON CERCHIAMO PUBBLICITA’ OCCULTA”

NO ALLA GHETTIZZAZIONE DEI DISABILI NEL “SETTORE BORTOLON”: GLI SI DIA UNA TETTOIA LA’ DOVE SONO ORA. (SE PROPRIO NON SI VUOL FARE UNO SKY BOX PER LORO…)

LEONARDI E IL GEOMETRA FORLEO DI BUON MATTINO AL TARDINI: ERA PER IL SOPRALLUOGO PREANNUNCIATO DA MARANI PER LA TETTOIA DEI DISABILI?

IL FATTO QUOTIDIANO / STADIO DI PARMA, PIOVE SUI POSTI PER I DISABILI: “TETTOIA PROMESSA DA 3 ANNI”

CONSIGLIO COMUNALE, IL CONSIGLIERE VESCOVI: “LA FOTO DEI DISABILI CON L’OMBRELLO AL TARDINI NON E’ SPETTACOLO DA SQUADRA DI SERIE A”. MARANI: “SOPRALLUOGO DOMATTINA”

LA FOTOGALLERY DI PARMA.REPUBBLICA.IT: “TARDINI, CONTINUA A PIOVERE SUI DISABILI”

DISABILI, ACCORATA LETTERA SULLA GAZZETTA DI PARMA DI SIMONA VITALI, FIGLIA DELL’EX ALA CROCIATA LUCIANO: “PARMA E COMUNE, AVETE IL DOVERE DI GIOCARE LA PARTITA DELLA CIVILTA’”

CALCIO & CALCIO / MAJO: “SE GIARELLI E’ L’UNICO TIFOSO IN CARROZZINA CHE HA ESPOSTO PUBBLICAMENTE IL PROBLEMA, CIO’ NON SIGNIFICA CHE PIOVA SOLO ADDOSSO A LUI”

SIMONA VITALI TRA IL 97° ED IL NATALE

LETTERA DI MAJO PUBBLICATA DALLA GAZZETTA DI PARMA: “PROTEGGERE I DISABILI ALLO STADIO E’ UN DOVERE CIVICO CUI PARMA FC E COMUNE NON POSSONO PIU’ SOTTRARSI”

MODENA QUI: “IL PARMA DEDICA LA GARA AI DISABILI DELLA TANZANIA. INTANTO I SUOI…”

FERRAGUTI A “CITTA’ SERA” RILANCIA “UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI”, MA IL SINDACO E’ FUMOSO: “STIAMO DIALOGANDO COL PARMA CALCIO PER MIGLIORARE IL SISTEMA STADIO NEL COMPLESSO”

IL TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI NON PUO’ ASPETTARE LA RIQUALIFICAZIONE DELL’ENNIO – editoriale di Gabriele Majo, direttore di stadiotardini.it

LA TETTOIA PER I DISABILI DEL TARDINI NON E’ UN “RATTOPPO” E VA FATTA IL PRIMA POSSIBILE

CALCIO & CALCIO PIU’ / MAJO E LA TETTOIA PER I DISABILI DEL TARDINI: “NON E’ UN RATTOPPO, MA UNA PRIORITA’”

PARMA-SASSUOLO DEDICATA ALLA TRAVERSATA IN HANDBIKE DELLA TANZANIA DI NORBERTO DE ANGELIS. Il video della conferenza stampa di presentazione

GHIRARDI PROMETTE LA TETTOIA DEI DISABILI, SVELA CHE BARILLA FORNISCE LA PASTA AL PARMA E SPIEGA LA FILOSOFIA DEL MERCATO MINORE DA RECORD

INAUGURAZIONE PARMA BRAND / GHIRARDI: “ABBIAMO INIZIATO A METTERE MANO ALLE STRUTTURE DEL TARDINI. IL RESTO DELLA RIQUALIFICAZIONE DIPENDE DA UN MIX DI SITUAZIONI”

L’APERITIVO CROCIATO NELLA PALAZZINA MARIA LUIGIA PER LA PRESENTAZIONE DELLA NUOVA LINEA ABBIGLIAMENTO CASUAL GRIFFATA PARMA FC E IL ROMPETE LE RIGHE–Video e fotogallery amatoriale

E ANCHE IERI I DISABILI SENZA TETTO AL TARDINI HANNO DOVUTO ZUFOLARE SOTTO LA PIOGGIA. Nuova video testimonianza del tifoso in carrozzina Fabio Giarelli

PIZZAROTTI RIVORREBBE IL PARMA IN CITTADELLA. E A ME PIACEREBBE CHE IL SINDACO PENSASSE ANCHE AL MUSEO DEL TARDINI E ALLA COPERTURA DEL SETTORE DISABILI

GRANDI PULIZIE DI FERRAGOSTO AL TARDINI

DEGRADO TARDINI / REPORTAGE FOTOGRAFICO DAL “SECONDO STADIO PIU’ BELLO D’ITALIA”

E SE GIORNALISTI E DISABILI VENISSERO DELOCALIZZATI NEL “SETTORE BORTOLON” DEL TARDINI?

UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI / CASSANO: “FAREI VOLENTIERI QUALCOSA, MA NON E’ IL MIO CAMPO…” – Il video della prima parte della conferenza stampa

UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI / MAJO: “LA CAMPAGNA DI SENSIBILIZZAZIONE NON PUO’ ESSERE SOLO NOSTRA: GRAZIE A CHI CI HA RIPRESO, MA ALL’APPELLO MANCA QUALCUNO…”

UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI /MARANI: “PRIMA DI TUTTO SERVE UN PROGETTO. L’OPERA SIA FINANZIATA DAGLI STESSI CALCIATORI”. L’ASSESSORE PARLA ANCHE DELLA COPERTURA DELLA NORD…

VALENTINI (STS) E’ IL NUOVO AD DEL PADOVA: “AMICI SI’, MA NON SATELLITI DEL PARMA. LA RISTRUTTURAZIONE DEL TARDINI E’ POSSIBILE ANCHE SENZA LA LEGGE SUGLI STADI”

“UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI” – L’APPELLO DEL TIFOSO IN CARROZZINA FABIO GIARELLI A “CALCIO & CALCIO ESTATE” RIPRESO DAL TG DI TELEDUCATO (video)

MAJO, AL TG DI TELEDUCATO, RILANCIA: “UN TETTO PER I DISABILI DEL TARDINI”. L’APPELLO DEL TIFOSO IN CARROZZINA FABIO GIARELLI STASERA ANCHE A CALCIO & CALCIO

L’APPELLO DI FABIO GIARELLI AL SINDACO, A GHIRARDI E A CASSANO: “PER IL CENTENARIO PROTEGGETE I DISABILI DEL TARDINI DALLE INTEMPERIE”

FABIO E L’UPPER CLASS AL TARDINI PER I DISABILI

DISABILI, ALLA TETTOIA CI PENSA G SPORT

DISABILI, LA TETTOIA SI FARA’ ANCHE SENZA I G LUX. E I SEGGIOLINI NON ERANO FINITI A LEVICO…

GIOVANNI PAOLO BENEDICE L’IDEA “G HANDICAP”

ANTONINI E I DISABILI AL TARDINI: “INTEGRAZIONE, NON SOLO COPERTURA”

CALCIO & DISABILI: LA LEZIONE DI CIVILTA’ DEL SIENA. SPERIAMO CHE IL PARMA TROVI UNA SOLUZIONE PER LA PIOGGIA SULLE CARROZZINE ALMENO NELL’ANNO DEL CENTENARIO…

MARCO FEDERICI NEL RICORDO DELL’AMICO DI INFANZIA FABIO GIARELLI

IL TARDINI CHE CAMBIA / ADDIO CAMERA OSCURA, ARRIVA IL G GOLD

LEONARDI, LA PROMESSA: “AL TARDINI, PER SEMPRE, INDISCUTIBILMENTE”

NATALE GIALLOBLU’ / IL ‘CONDUCATOR’ LEONARDI STRAVINCE ALL’APPLAUSOMETRO DELLA “NOSTRA GENTE”, MA SUL SOLENNE IMPEGNO CHE AVEVA PRESO DI COPRIRE LE CURVE DEL TARDINI MI E’ PARSO INDIETREGGIARE…

COPERTURA CURVE DEL TARDINI, LA PUNTUALIZZAZIONE DI LEONARDI: “E’ UNA QUESTIONE DI BUROCRAZIA, NON DI SOLDI…”

TARDINI COPERTO O RIFATTO PER IL CENTENARIO? NON E’ UNA MISSION IMPOSSIBLE…

VALENTINI (STS) E’ IL NUOVO AD DEL PADOVA: “AMICI SI’, MA NON SATELLITI DEL PARMA. LA RISTRUTTURAZIONE DEL TARDINI E’ POSSIBILE ANCHE SENZA LA LEGGE SUGLI STADI”

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 59 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

3 pensieri riguardo “L’ASSESSORE ALLO SPORT MARANI SU PARMA.REPUBBLICA: “LA TRIBUNA DISABILI HA AVUTO UN ITER SFORTUNATO…”. LE RISPOSTE DI GHIRARDI A RADIO PARMA SUL TEMA STADIO

  • 24 Maggio 2014 in 23:57
    Permalink

    Questi sono i 5 stelle auguri

  • 25 Maggio 2014 in 11:34
    Permalink

    Importante la risposta di Maroni x il settore disabili che di fatto scagiona il Parma per il ritardo. Credo ke un assessore invece di parlare di “sfortuna” e di “iter” dovrebbe darsi da fare per SVELTIRE l’iter.

  • 26 Maggio 2014 in 12:50
    Permalink

    Ho capito. Per questo sono per le soluzioni semplici e non faraoniche.

I commenti sono chiusi.