martedì, Maggio 28, 2024
Carmina ParmaNews

QUELL’APERITIVO BENEAUGURANTE ALL’AQUILA LONGHI PER LA PRESENTAZIONE DI “ON THE ROAD CON L’EURO PARMA” DEL NOSTRO LUCA SAVARESE, CHE CI RACCONTA LA SUA GIORNATA SPECIALE

CIMG1701(Luca Savarese) – “Ciao Luca! grazie per l’invito e dispiaciuto per non poter presenziare alla presentazione del tuo libro.piacere mio di conoscerti e un augurio di cuore per il tuo libro che sarà fantastico visto che siamo riusciti a convertirti… Un abbraccio, a presto”. Questo il testo che sabato pomeriggio Antonio Benarrivo mi ha inviato, con mia grande sorpresa, su facebook, dopo che lo avevo invitato alla presentazione del mio libro, che si sarebbe rivelata “fantastica”, per riprendere l’aggettivo usato dall’ex terzino, nel regno di Corradone, CIMG1704all’Aquila-Longhi, ieri pomeriggio, domenica 18 maggio 2014. In sede di presentazione dell’evento, in fondo, lo avevamo detto: noi raccontando, ci facciamo la bocca all’Europa. Lo abbiamo infatti proposto come momento rilassante e leggero, in cui parlare del Parma e far salire l’appetito per la gara contro il Livorno. più di tanto non l’avevamo programmata. Abbiamo fatto l’invito, ci siamo presentati da Corradone, ritrovare il quale è stato il primo piacere della domenica pomeriggio. Diceva Camus, che non è a furia dis scrupoli che un uomo diventerà grande, la grandezza arriva, a Dio piacendo, come un bel giorno. Il bel giorno è stato quello di ieri, domenica 18 maggio 2014, data che difficilmente riusciremo a toglierci dal cuore. Verso le 17 ciò che riempie l’Aquila Longhi, sono soprattutto i vassoi di panini e pizzete che ho fatto portare da CIMG1696Milano al Ducato per sopperire alla mancanza di libri fisici, indisponibili, non perché squalificati o infortunati, ma perché impossibili ad arrivare, da Praga in Italia, entro questa settimana. Lo spirito, però, è fin dalle prime battute, di quelli giusti: Gabriele, in ottemperanza all’invito dei Boys di presentarsi all’ultima giornata vestiti di Parma, sfoggia una polo blu con croce gialla e colletto bianco, elegante e sportiva al tempo stesso. Io avevo scelto un target casual, ma il direttore va personalmente a prendermi a casa propria la maglia da sfoggiare: è una t-IMG_0022shirt blu da allenamento del Parma originale dei tempi quando curava l’ufficio stampa, da lui stesso più volte indossata allora. Così, da araldi dei nostri eroi, ci presentiamo… alla presentazione. Mentre le persone stentano ad arrivare (i tanti invitati da Majo con SMS anche nottetempo ed email hanno un po’ latitato…), la presenza che ci rende ancor più presenti è quella di Gaetano Tedeschi, presidente dell’Energy T.I. Group. Un vero signore. In dolce compagnia, Tedeschi prende posto, in anticipo, nella sala dove si terrà la presentazione. E’ una presenza  discreta e DSC00423silenziosa. Seduto quando il pubblico è ancora deserto, sfoglia il libro, dando subito un’impressione di essere dentro all’evento e non lì di passaggio quasi per adempiere ad un dovere di cinque minuti, come troppo spesso si vede fare ai presidenti, ai proprietari, insomma, ai pezzi grossi. Dopo questa prima piacevolissima sorpresa, la seconda lieta notizia arriva dal modo, davvero coinvolgente di Gabriele Majo, di condurre la kermesse. Sul parterre, una lunga scrivania ben vestita con tanto di tovaglia blu-conferenza, preparata da Corradone, in cattedra oltre al moderatore Gabriele ed al sottoscritto autore del volume On the Road con l’Euro Parma. Se l’incontro di Ugo Russo era stato l’occasione di presentare il suo volume Un microfono a due facce, questa volta il microfono è uno, sapientemente fatto girare dal direttore, CIMG1734perché i volti che ospita sono più di uno. Come più di una sono le partite di coppa del Parma, che l’autore del volume riporta nelle sue pagine, nelle quali fa vivere anche le partite della sua vita mentre seguiva quelle partite, il tutto a partire da una data: 14 maggio 1992, il Parma batte la Juve 2 a 0 e vince la sua prima Coppa Italia. Un bambino a Milano, cambia treno: lascia il freccia rossonera e sale su un regionale (superveloce, però,puntualizza Majo) perché intuisce che anche se è più piccolo, gli piace tanto e sente che è il treno giusto per il suo viaggio. Non c’è nessuna monotonia da monologhi stancanti (come potrete apprezzare direttamente appena StadioTardini.it pubblicherà i video della serata), perché Majo è davvero abile a far conciliare armoniosamente le voci presenti alla presentazione. Oltre a Savarese ed a CIMG1715Corradone, chiama al tavolo anche Gian Carlo Ceci, il primo radiocronista italiano ad aver raccontato una diretta integrale (Arezzo-Parma dell’11 gennaio del 76”, annota Majo, che per broadcastitalia.it ha documentato quelle vicende), storica voce del Parma, radiocronista e telecronista di tante battaglie dei crociati, che ammette di essere stato il primo, ma che nel giro di pochi mesi si aggiunsero almeno altri 150 suoi emuli in tutta Italia.. Le sorprese però non finiscono.  Ecco Henry Rotelli fare un ingresso all’americana e sfoggiare i suoi cavalli di battaglia CIMG1728come l’inno Parma sei grande, che ebbe come testimonial per fino Asprilla, Parma Voladora e il Va’ pensiero di Verdi, tra il grande trasporto del pubblico. La più inattesa delle sorprese e che ci ha sinceramente riempito di gioia, arriva da Tedeschi che appena invitato da Majo a salire in cattedra, prima di parlare di sé, fa un riferimento ed un complimento a quanto dice Luca, (e sentire pronunciare il mio nome mi emoziona), sul cambiamento di un treno, poiché anche lui cambiò treno che lo portò a conoscere la realtà di Parma dove è stato per tanto tempo direttore generale della Bonatti, come lo fu dell’Avellino. Più che essere uno di loro, è uno di noi e a più riprese ammette che lo spirito di queste riunioni è quello giusto, il cuore del tifo dovrebbe per lui essere così. Svela poi un episodio curioso: nel 2000 CIMG1725quando il Napoli (di cui lui era a capo in rappresentanza delle banche) era un grosso nome, ma una povera squadra ed il Parma un nome normale ma un’ottima squadra, le due società furono ad un passo da una fusione. Conquista per come espone con calma e saggezza le questioni che espone. La vera presentazione non è quella del mio libello, ma del suo livello di umanità, educatissima, altissima, profondissima, che si capisce anche da come si pone: “Ma io non sono vestito da tifoso come voi, non ho quello imageche avete voi…”, dice in tono scherzoso, nascondendo con la pergamena delle eccellenze di Parma, donata dal padrone di casa Corrado Marvasi la cravatta e l’elegante giacca, mostrando uno spirito simpatico e donando ancor più leggerezza al pomeriggio. Infine, cosa non da poco, rimane per tutta la durata della presentazione ed oltre, nel cuore del buffet, dove volentieri scambia battute e accetta di posare con noi per una foto di gruppo. La serata, poi, decolla, IMG_0065l’Europa chiede di essere guadagnata sul campo, anzi su due campi. La presentazione sembra quasi aver stuzzicato ancor di più l’interesse. Chi c’era all’Aquila ora presenzia al Tardini. L’impresa riesce, la gioia si scatena. Le sorprese continuano. Come il messaggio che Gaetano Tedeschi, il volto umano di questa domenica insolita, invia a Gabriele Majo: “Dedicato a Luca e a tutti coloro che si emozionano come noi. Tedeschi Gaetano”. L’Europa, appena conquistata, non è mai stata così dolce… Luca Savarese

CLICCA QUI PER VEDERE I FILMATI CON LA REGISTRAZIONE INTEGRALE DELLA PRESENTAZIONE DI ON THE ROAD CON L’ EURO PARMA ALL’AQUILA LONGHI

image

PER ACQUISTARE IL VOLUME ON LINE CLICCA QUI

14,00 €
pagine:  216

anno di pubblicazione:  2014

codice ISBN:  978-80-87797-49-5

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

QUELL’APERITIVO BENEAUGURANTE ALL’AQUILA LONGHI PER LA PRESENTAZIONE DI “ON THE ROAD CON L’EUROPARMA” DEL NOSTRO LUCA SAVARESE. I video dell’evento e la fotogallery amatoriale

ON THE ROAD CON L’EURO PARMA: OGGI POMERIGGIO ALLE 17 SAVARESE, CONVERSANDO CON MAJO, PRESENTA IL SUO LIBRO AL CIRCOLO AQUILA LONGHI

“ON THE ROAD CON L’EURO PARMA”: LE GESTA DEI GIALLOBLU’ INTERSECATE ALLA VITA DA TIFOSO DEL NOSTRO LUCA SAVARESE, AUTORE DEL LIBRO EDITO DA URBONE CON LA PREFAZIONE DI MAJO

LA PRESENTAZIONE DI “ON THE ROAD CON L’EURO PARMA” ALL’AQUILA LONGHI / L’AUTORE, LUCA SAVARESE: “PRIMA DI PARMA-LIVORNO, NOI, RACCONTANDO, CI FACCIAMO LA BOCCA…”

DOMENICA 18 MAGGIO ALLE 17 IL NOSTRO LUCA SAVARESE PRESENTA DA CORRADONE, ALL’AQUILA LONGHI, IL SUO VOLUME “ON THE ROAD CON L’EURO PARMA”. SIETE TUTTI INVITATI

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

6 pensieri riguardo “QUELL’APERITIVO BENEAUGURANTE ALL’AQUILA LONGHI PER LA PRESENTAZIONE DI “ON THE ROAD CON L’EURO PARMA” DEL NOSTRO LUCA SAVARESE, CHE CI RACCONTA LA SUA GIORNATA SPECIALE

  • vanni zagnoli

    Complimenti ancora, Luca, mi è dispiaciuto non riuscire a venire. Avevo proposto una serie di articoli, mi è arrivato proprio l’ok a scrivere del titolo europeo di Vanessa Ferrari e mentre mi accingevo a uscire. E anche per Benny Carbone. Splendidi gli aneddoti di Gaetano Tedeschi, è stato un onore conoscerti, ciao

    • Luca Savarese

      Ciao Vanni, grazie delle tue parole. Mi ha fatto piacere salutarti. Un abbraccio.

  • Fantastico, emozionante racconto di una passione pura che porta il nome di Luca, di una professionalità generosa e unica nel suo genere che è di Gabriele e della sorprendente sensibilità di Gaetano Tedeschi!
    Inviato da iPad

    • Luca Savarese

      Grazie Simona. E’ stato proprio un gran bell’evento

  • Tatiana Lorenzini

    Complimenti Luca … meriti ..

  • Luca Savarese

    Grazie di cuore Tatiana. Un caro saluto

I commenti sono chiusi.