martedì, Aprile 23, 2024
News

GAZZETTDIPARMA.IT: “TAR LAZIO, IL GIUDIZIO E’ RINVIATO”

image(da gazzettadiparma.it) – Si dovrà attendere qualche giorno per avere la decisione del Tar del Lazio sul ricorso con il quale il Parma calcio contesta il diniego alla licenza Uefa per la stagione sportiva 2014-2015. Oggi, discussione in camera di consiglio davanti al tribunale in composizione collegiale; i giudici hanno anticipato la possibilità che il ricorso sia deciso direttamente con una sentenza.
Il Parma ha proposto ricorso al Tar con gli avvocati Tedeschini, Giammaria e Rodella per chiedere la sospensione e il successivo annullamento in sede di giudizio di merito, della decisione con la quale l’Alta Corte di Giustizia del Coni, il 29 maggio scorso, ha bocciato il suo ricorso per la mancata concessione della Licenza Uefa da parte delle Commissioni di primo e secondo grado della Figc a causa del ritardato pagamento Irpef per alcuni tesserati.
Il ricorso conteneva anche una richiesta di decisione provvisoria e urgente del tribunale in composizione monocratica; richiesta respinta nei giorni scorsi dal presidente della III sezione quater del Tar sul presupposto che «l’intervento presidenziale, derogatorio della collegialità – si leggeva nel decreto – postula una situazione di estrema gravità oltre che di urgenza, che nella specie non ricorre, tenuto conto che lo svolgimento del torneo Europa League è previsto per il 3 luglio 2014» e che l’udienza era stata fissata oggi, in tempi compatibili con l’inizio della manifestazione.

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

39 pensieri riguardo “GAZZETTDIPARMA.IT: “TAR LAZIO, IL GIUDIZIO E’ RINVIATO”

  • Che 2 palle…

  • quindi? non è chiaro quello che c’è scritto!!!

    • Vediamo se riusciamo ad approfondire e tradurre. Cmq mi pare inequivocabile che ci sarà da aspettare ancora…

      Cmq se riesco a fare approfondimenti vi informo tempestivamente o qui o stasera a Calcio & Calcio (Teleducato ore 21)

      Ciao Gm

      • a giorni cosa vuol dire? domani? dopo domani?

        • Potrebbe arrivare domattina… Almeno così mi dicono persone informate…

  • Direttore per lei questa cosa e positiva?

    • Mica tanto: perché di solito il Tar ricorre alla pronuncia breve in caso di domanda inammissibile o irricevibile…

      Ma forse non vuol dire nulla, anche perché potrebbero fare Ponzio Pilato e scaricare il barile (come fece la II commissione con l’Alta Corte…) al Consiglio di Stato…

      Cordialmente

      Gmajo

  • ci risiamo,un po come fece (e “fece” non e’ a caso) l’alta corte federale,ci metteranno un po a scrivere che : si in fonto c’avete raggione pero’ andatevela a pija’ in TAR culo (anche il romanesco non e’ un caso)

    • Sbagli; sono i tempi dei tribunali italiani. Ne vuoi sapere una?
      Il 20 maggio un giudice ha rinviato una seduta….sai a quando? 13,aprile 2016. Forse lavora troppo.
      Ole’

    • Il rischio è che facciano i Ponzio Pilato: comunque è una stazione di passaggio in vista del Consiglio di Stato…

  • SIG MAJO HO LETTO L’INTERVISTA DI PREITI SU TMW E PARLAVA DI ALCUNE TELEFONATE RICEVUTE DA GHIRARDI PER LA VENDITA DELLA SOCIETA

  • Vi traduco zio ma eventualmente l’avv.Marvisi e’ decisamente più’ competente.
    Allora oggi il TAR si è’ riunito solo per decidere la commissione collegiale che deciderà’ il ricorso.
    Il dato buono e’ che al termine della discussione ci sarà’ la sentenza e tutto questo prima del 3 luglio data inderogabile per le necessità’ UEFA.
    Calmi signori questi sono i tempi pachidermici della giustizia italiana e tenete presente che queste modalità’ per i tempi del tribunale sono da centometrista olimpico

    • A parte che l’avvocato si chiama Paolo Malvisi (e mi ha detto di salutarla visto che lei faceva il medico sociale alla Salle…) a proposito di ridicolaggini direi che tale è la sua spiegazione nella prima parte, perché non è così come ha descritto lei. Sul resto del discorso potremmo anche essere d’accordo…

      Cordialmente

      Gmajo

      • Le tastiere dell’IPad non sono il mio forte. Me lo saluti tanto

        • Scordavo….si faccia spiegare bene dall’avv che è’ il vero esperto

  • Per me il servizio é chiaro, vorrei solo sapere se si ha una indicazione di quanto ci sarà da aspettare.

  • cosa vuol dire “i giudici hanno anticipato la possibilità che il ricorso sia deciso direttamente con una sentenza” ??

    • Che la prossima volta (tipo domattina) sarà con una “sentenza breve”

  • nella mia ignoranza cosa vuol dire sentenza breve? tipo “non siamo noi competenti quindi va rigettato”…chieda all’avv Malvisi se la sentenza breve è un bene o un male?
    grazie

    • Sentenze breve è che viene emessa la motivazione contestualmente alla decisione (come era avvenuto all’Alta Corte). Dopo quella sentenza si può così andare al Consiglio di Stato, senza ulteriori lungaggini. Se sia positivo o negativo rinvio alla risposta data a Marchetto. E cioè che non è proprio bellissimo, ma non si sa mai…

      Cordialmente

      Gmajo

      • Tanto al consiglio di stato i Lord del Toro sarebbero andati comunque(con tutto il diritto). Per cui meglio prima che poscia

  • ma in caso di ricorso in favore del PARMA al Consiglio di Stato ovviamente ricorrerebbe il Torino giusto?

  • Butta male, sento puzza di inammissibilità, che strazio

  • calma resterebbero l’alta corte dell’ONU e volendo la sacra rota.

    comunque per riprendersi un frappo di soldi come risarcimento si puo’ anche aspettare un anno. nel frattempo spero che a Cairo venga un emiparesi

    • Io sinceramente penso che il TAR ci darà’ ragione: cioè un bel risarcimento in dinero o al meglio un blocco della sentenza FIGC
      Fino a ieri ero molto scettico sul Tas; dopo la sentenza per il Rostov mi si è’ aperta una speranziella

      • Capisco la speranza per il Tas, ma questi giudicava come ultima istanza, al livello dell’Alta Corte del CONI per intenderci, e il manuale delle Licenze non prevede ulteriori appelli dopo il terzo grado. Inoltre sembra, ma lo dico con molto beneficio di inventario, che il Tas abbia ravvisato una violazione del FPF e non della licenza, dando un preavviso di multa al posto della mancata licenza. Tutto questo con molto beneficio di inventario visto che manca il dispositivo completo.

    • A Cairo verrà un’emiparesi, ma le parcelle ai vostri commercialisti le continuate a pagare?

      • Niente sfottò da stadio, please. Solo conversazioni costruttive. (P.S. Assioma è come il saltimbanco, cioè un male necessario, ma non bisogna dargli retta e non cadere nelle provocazioni.

        Saluti

        Gmajo

        • Chiedo scusa, ma ho risposto a una provocazione chiarendo che chi ha causato il vostro danno è sempre al suo posto…
          Chiedo comunque scusa…

          • Tranquillo. Basta che le cose non degenerino… Qui siamo aperti al dialogo costruttivo e i tifosi avversari sono benvenuti. Cordialmente
            gm

  • L’unica fregatura e’ che il TAR se ne lavi le mani rimettendo in pratica il giudizio al Consiglio di stato.
    O tempora o mores…direbbe il vecchio Cicerone

  • la mia non era una provocazione era solo una speranza,per quanto riguarda la tua di provocazione caro supporter del bove,ci facci lei nomi e cognomi chiarisca rag. filini !

  • Non so perchè qui tutti i tifosi del torino si trovano bene… poveri gufetti.

    • Claudio, qui i tifosi del Toro, come quelli di altre squadre, si trovano bene nel minuto in cui non si aizzano gli animi. Per cui invito, per l’ennesima volta al dialogo, da ambo le parti…

  • Alcuni sono molto educati e informati.
    I gufi o i trogloditi ci sono dappertutto, quella granata è una bella tifoseria e ne hanno passate tante, anche per loro l europa è una conquista

    • Appunto: io sottoscrivo questo spirito responsabile di dialogo con le tifoserie avversarie e aborro il comportamento da allarme sociale di chi alza le antipatie tra le varie tifoserie. E l’odio verso il Toro (così come là contro i tifosi del Parma) ha raggiunto livelli di guardia. Occorre abbassare i toni, pur nel rispetto di una legittima informazione. Concetto che ho cercato di spiegare a Leonardi durante la telefonata in diretta. Perché a furia di insistere con le battute sul Toro o sulle ingiustizie subite si finisce per aizzare, più o meno inconsapevolmente gli animi.
      Cordialmente
      Gmajo

  • Per noi non è una conquista… noi siamo dei miserabili che meritano di confrontarsi con Piacenza e Reggio-Emilia.

I commenti sono chiusi.