I METEORismi di Lorenzo Fava / LO SVEDESE LOFQUIST: DI LUI SI RICORDERANNO SOLO I BIONDI CAPELLI E L’UNICO GOL D’AUTORE IN ITALIA CON LA MAGLIA DEL GUBBIO

image(Lorenzo Fava) – Inverno 2012. All’inizio del mese di gennaio il Parma perde pesantemente (5-0) contro l’Inter e il giorno 9 dai vertici della società di via Partigiani d’Italia arriva la notizia del ribaltone in panchina: esonerato Franco Colomba, arriva Roberto Donadoni. Il nuovo coach può subito sfruttare la finestra di mercato per chiedere nuovi rinforzi: e fu così che arrivarono Jonathan (che il roseo Andrea Schianchi, a Calcio & Calcio aveva riferito come i suoi compagni all’Inter lo avessero ribattezzato “Il parcheggiatore della Pinetina”), il baluardo difensivo Stefano Ferrario, il cannoniere Stefano Okaka e, soprattutto, lo svedese David Löfquist.

Löfquist chi? In pochi lo conoscono e ancor oggi tanti fanno fatica a darsi una risposta.

Il nuovo arrivato in casa Parma è un 25enne biondissimo centrocampista svedese di 88 kg, spalmati su 189 centimetri di altezza, proveniente dal Mjällby, squadra del suo paese natale. In patria si dice un gran bene di lui: è un centrocampista centrale bravo a giocare in tutte le posizioni della mediana e all’occorrenza anche sull’esterno; il suo piede preferito è il mancino. Potrebbe essere l’alter ego perfetto di Daniele Galloppa, che piano piano si sta imageriprendendo dall’intervento al crociato anteriore (sarà il primo, ahilui, di una lunga serie).  E poi dalla Scandinavia giunge voce che Löfquist abbia anche un certo feeling con il gol, nonostante l’arretrata posizione in campo lasci pensare a un altro tipo di mansioni: per le movenze e la fisicità a qualcuno ricorda la stella Zlatan Ibrahimovic. E così i siti cascano nei soliti scomodi e puntualmente smentiti grandi paragoni (leggere per credere quando affermava calciomercato.com).

imageSu internet iniziano a circolare e a farsi prepotenti alcuni video che ritraggono nei momenti salienti la carriera del nuovo acquisto crociato. Lo svedese classe ’86, cresciuto nelle giovanili del Sölvesborg, militava fin dal 2007 nei gialloneri del Mjällby, dove ha esordito nel calcio professionistico nel 2008. Con la squadra che ha sede presso Hällevik disputa quattro campionati, due in massima serie svedese – l’Allsvenskan – l’ultimo dei quali, quello del 2011, concluso alla grande: 10^ piazzamento finale per il suo team, 27 partite giocate e 8 reti messe a segno per il biondo centrocampista. imageQuesto score è sufficiente ad attirare su di sé le attenzioni di club europeo di rango superiore al suo Mjällby, con il quale decide di non rinnovare e andare in scadenza di contratto. Come spesso accade in queste circostanze, il Parma è più lesto di tutti e, dopo un periodo di prova, non se lo lascia scappare, tesserandolo il 27 gennaio 2012. Queste le sue prime parole all’arrivo: «Spero davvero che questa esperienza mi migliori come calciatore. Ho avuto offerte concrete da altri club all’estero, ma l’Italia è sempre stato la scelta numero uno per me». Era stato proprio il presidente Ghirardi ad anticiparne l’acquisto, alla fine del mese di novembre, regalando, di fatto, un assist per i titoli dei “mercatologi” italiani, Di Marzio e Pedullà su tutti.

imageC’è interesse e curiosità per vedere all’opera il nuovo arrivato in casa Parma e il nostro direttore Gabriele Majo gli dedica una  fotogallery amatoriale  tutta speciale, il 30 gennaio. Ma il giorno dopo crollano tutti i castelli di sabbia e arriva la notizia del suo prestito al Gubbio, in Serie B. Evidentemente il provino in crociato non aveva convinto appieno il nuovo trainer Donadoni: meglio mandarlo a fare un po’ di esperienza e a rigenerarlo in cadetteria. E quale miglior posto se non nella pacifica Gubbio? La società eugubina (che negli anni ha instaurato con il Parma un canale preferenziale per quanto riguardo lo scambio di calciatori), matricola e meteora della Serie B 2011-2012 al termine del campionato tornerà presto in Lega Pro e nemmeno l’arrivo dell’«Ibrahimovic del centrocampo» aiuterà la squadra, traghettata persino a un certo punto da Gigi Simoni, a evitare la retrocessione.

imageAnzi, gli spazi per David Löfquist – che debutta il 18 febbraio nella sconfitta contro l’Hellas Verona, entrando al 57′ – sono ridotti al lumicino. Tuttavia il 10 marzo arriva il suo primo (e unico) gol italiano: da subentrato, Löfquist al minuto 75′ trova con un poderoso tiro di destro (peraltro non il suo piede naturale) da fuori area il gol che vale il momentaneo pareggio del Gubbio al San Francesco d’Assisi di Nocera Inferiore, contro i padroni di casa della Nocerina (come si può vedere nel video a partire dal minuto image2.33). Un gol d’autore. Sembra che la storia del centrocampista svedese abbia tante belle pagine da scrivere. Ma la gioia e le illusioni durano lo spazio di un quarto d’ora: il tempo per la Nocerina di trovare il gol vittoria allo scadere e di incanalare la squadra umbra alla retrocessione. Il nostro “protagonista” diventa un oggetto misterioso e al termine del campionato colleziona 9 apparizioni, condite, però, da quella bella marcatura messa a segno. Ritorna in estate nel Ducato per fine prestito, ma non prende nemmeno parte al ritiro estivo della squadra, sempre allenata da Donadoni. Così, al termine della sessione di calciomercato, viene ufficializzato il suo passaggio in prestito al Malmö; il ritorno in patria non sortisce gli effetti sperati (appena 4 le presenze), così nel 2012 il Parma prova a rivitalizzarlo con un altro prestito, stavolta ai danesi dell’Odense, dove gioca 13 volte. Dopo tre anni di girovagare per l’Italia e per la Scandinavia, l’avventura di Löfquist a Parma è definitivamente terminata. Per lui non si può parare nemmeno di una “prima volta” in crociato, al massimo di pochi giorni di allenamento. La sua carriera ricomincia lì da dove era incominciata: sarà di nuovo una stella del Mjällby.

LE PRECEDENTI PUNTATE DE “I METEORISMI DI LORENZO FAVA” 2014

1. ARTEAGA (01.06.2014)

2. PERNA (08.06.2014)

3. SICIGNANO (15.06.2014)

4. CAMARA (22.06.2014)

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

22 pensieri riguardo “I METEORismi di Lorenzo Fava / LO SVEDESE LOFQUIST: DI LUI SI RICORDERANNO SOLO I BIONDI CAPELLI E L’UNICO GOL D’AUTORE IN ITALIA CON LA MAGLIA DEL GUBBIO

  • 29 Giugno 2014 in 00:30
    Permalink

    Fai paura.
    Ricordo che ne parlavano come ottimo tiratore..
    Seguo il sito da circa un anno e magari te ne sei già occupato ma, visto che si prendono in considerazione le proposte, ti segnalo matteini, ne trovi delle belle 🙂

    • 29 Giugno 2014 in 11:13
      Permalink

      Io avrei una chicca da proporre…indovinello…attaccante con un passato al Milan, soprannominato lupetto….arriva a Parma voluto fortemente da Nevio Scala per il primo anno di serie A…sarà una meteora con qualche presenza e 0 goal…..

      • 29 Giugno 2014 in 18:39
        Permalink

        va be dai troppo facile, e’ una chicca della nonna !

        piuttosto dimmi un po che fine ha fatto zicu

  • 29 Giugno 2014 in 09:35
    Permalink

    Off Topic: intanto e’ stato riscattato Acquah. Ottimo colpo.
    Sarebbe bene che il direttore lo segnalasse

    • 29 Giugno 2014 in 10:34
      Permalink

      La notizia è stata prontamente riferita ieri sera da alessandro dondi. Io sono in vacanza. Fino a domani… approfittando del matrimonio di angella ho fatto um weekend di relax…

      • 30 Giugno 2014 in 13:38
        Permalink

        Beato

  • 29 Giugno 2014 in 10:38
    Permalink

    per dovere di cronaca mi sembra che non abbiamo riscattato un bel niente,trattasi di rinnovo di prestito con eventuale diritto di riscatto,se no ditemi prima dove li prende due o tre milioni di euro una societa’ in ammoinistrazione autofinanziata

    • 30 Giugno 2014 in 13:40
      Permalink

      Per dovere di cronaca sbagli della grossa. Il parma ha offerto 2mln€ per il riscatto lasciano l’hoffenehim libero di mantenere il presrito con diritto di riscatto

  • 29 Giugno 2014 in 11:19
    Permalink

    Ciao, Gabriele. Grazie innanzitutto, purtroppo è stato un argomento già trattato. Circa 12 mesi fa si rincorrevano varie voci su Matteini e quindi, a buon diritto, era stato uno dei protagonisti della passata edizione (se vuoi vedere tutti gli altri basta che scrivi nel motore di ricerca “METEORismi” e salteranno fuori in ordine cronologico): l’ex Parma addirittura era finito nel “team” di Maria De Filippi!!
    Il buon Löfquist, invece, mi sembrava uno dei migliori METEORismi da poter catalogare. Per eventuali segnalazioni e spunti di approfondimento, rimango sempre a disposizione.
    Grazie ancora e buona domenica.
    Lorenzo Fava

    • 29 Giugno 2014 in 11:58
      Permalink

      Mi riferivo infatti in primis a uomini e donne.. Calcisticamente sono invece rimasto al tuttocuoio.. Andrò a leggermelo, grazie.
      Bella anche la proposta lupetto mannari di Alessandro.

      • 29 Giugno 2014 in 19:28
        Permalink

        Grande Gabriele! E’ proprio lui!! una puntata ci sta!

  • 29 Giugno 2014 in 11:35
    Permalink

    @ASSIOMA
    Infatti la società nel suo comunicato non fa riferimento ad alcun riscatto, si limita ad affermare che “Acquah rimane a Parma”.
    http://fcparma.com/news/afriyie-acquah-rimane-al-parma?lang=it

    Nello spazio commenti all’articolo su Piovani-Cairo, dove ho riportato ieri sera la notizia, ho anche provveduto a citare due fonti come PARMA LIVE e Gazzetta di Parma, le quali forniscono due versioni totalmente differenti circa i contorni dell’operazione.
    Non ci resta che aspettare i dettagli ufficiali, nel frattempo partiamo dalla certezza che Acquah vestirà la maglia crociata anche la prossima stagione.

    • 29 Giugno 2014 in 18:35
      Permalink

      beata te che vivi di certezze,tipo chibsah insomma

      • 29 Giugno 2014 in 22:42
        Permalink

        ps :adesso corro a fare l’abbonamento

      • 30 Giugno 2014 in 13:42
        Permalink

        Sfortunato te che vedi sempre nero.
        Fatti fare un esorcismo

  • 29 Giugno 2014 in 12:11
    Permalink

    A me la voce due milioni per il riscatto puzzava parecchio, troppo pochi vista l età e un contratto non prossimo alla scadenza.
    È vero che l importante è che giochi qui ma se non si riscatta un giocatore del genere, bravo e potenziale futura plusvalenza, in un mercato in cui soldi ne arriveranno da altre cessioni è un segnale preoccupante, da mercato del prestito e del baratto manco fossimo in amm.straordinaria.
    La spiacevole sensazione post comproprietà riaffiora, per ora pare si pensi più a monetizzare subito che al futuro della squadra.
    Non si pretende mica di tenere parolo e paletta e di riscattare Gargano..

  • 29 Giugno 2014 in 18:11
    Permalink

    il famoso mercato random di questi ultimi anni,poi ti trovi a giocare con una mediana jadid-nwanko e magari ti chiedi come mai abbiamo perso a novara

    • 1 Luglio 2014 in 15:29
      Permalink

      Matteini è quello che aveva rifiutato i soldi del Brunei per le discoteche.
      Jadid, come Lunardini, a me piacevano perché erano dei discreti rincalzi.

      Qualche nome per Luca (e per noi tutti): Alex Gibbs, Fabio Vignaroli e Alfonso De Lucia

      • 1 Luglio 2014 in 16:32
        Permalink

        Su de lucia fava non ti accontentera’ mai… era il suo mito. E taccio gli altri… piuttosto è andata bene che non ci avesse proposto Contini che pare stia tornando in orbita Parma…

  • 29 Giugno 2014 in 20:27
    Permalink

    Per me a parte l anno di marino e marques il mercato è sempre stato complessivamente positivo. L inizio di questa sessione mi lascia alcune perplessità. In mezzo ci sono vicende societarie che non possono essere considerate un fattore trascurabile.

  • 30 Giugno 2014 in 23:08
    Permalink

    beh!un turista piu’ che un calciatore….nn male (e come di tanti se ne parlava beeeeenissimo!)

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI