mercoledì, Luglio 24, 2024
NewsVideogallery Amatoriale

INTITOLATO A MARCO FEDERICI IL CAMPO COMUNALE DI SALA BAGANZA ALLA PRESENZA DI BONINSEGNA. I VIDEO DELLA CERIMONIA

DSC01928(gmajo) – Il campo sportivo comunale di Sala Baganza da ieri, domenica 8 giugno 2014, è intitolato a Marco Federici, giornalista della Gazzetta di Parma tragicamente scomparso un anno fa vittima di un incidente stradale a bordo del suo scooter, mentre si stava recando il redazione, ed ex capitano dell’AC Sala Baganza. Presente alla cerimonia di intitolazione, con scoprimento della targa, assieme al sindaco Cristina Merusi, il campione di calcio Roberto Boninsegna. E’ stato il vice sindaco Carlo Leoni a tracciare un commovente ricordo di Federici, che aveva conosciuto anni fa quando era segretario dell’A.C. Sala Baganza. Come esplicitamente richiestogli dall’assessore allo sport Gabriele Carpena, Leoni ha ricordato come il campo precedentemente aveva solo la denominazione DSC01916di "Comunale" e non era intitolato a Bruno Mora, che era solo ricordato con una targa posta nell’impianto, quale abitante di Sala. Tanti amici (tra cui Fabio Giarelli), conoscenti e parenti hanno assistito alla cerimonia di intitolazione stringendosi all’amata madre Cipriana, l’inconsolabile moglie Chiara Cacciani e la figlioletta Anna. Anche il direttore della Gazzetta di Parma Giuliano Molossi ha ricordato il suo vice-capo-servizio: "Chi rimane nel cuore degli amici non muore mai. Marco è qui con noi”. DSC02052Contestualmente sul campo di Sala Baganza si è giocata la Partita del Cuore e il Memorial Federici, un quadrangolare (Amici di Marco, Giornalisti, Vecchio Sala Baganza, Sala Baganza Terza Categoria, che si è aggiudicato il torneo vincendo la finale per 2-1) per festeggiare la promozione del Sala Baganza in Seconda Categoria. Al termine grande abbuffata sotto il tendone con le specialità locali preparate dalle resdore di Sala. Nel pomeriggio sul "Federici" si è disputato il Dilettanti Day.

I VIDEO DELLA CERIMONIA DI INTITOLAZIONE

1.

2.

CLICCA QUI PER GUARDARE LA FOTOGALLERY AMATORIALE

CLICCA QUI PER LEGGERE IL RACCONTO DEL QUADRANGOLARE SCRITTO DA ALBERTO MONGUIDI

image

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".