SU INSTAGRAM LA GIOIA DI PEDRO MENDES PER IL RITORNO A PARMA E IL GRAZIE AL SASSUOLO. INTANTO IL MILAN RISCATTA SAPONARA E I CROCIATI BIABIANY E BELFODIL

image (8)(Lorenzo Fava) – La risoluzione delle comproprietà (le ultime news ufficializzano che Saponara è tutto del Milan e Biabiany tutto del Parma – ULTIMA ORA, aggiornamento ore 14: secondo Sky anche Belfodil è ora interamente del Parma) è ormai vicina alle conclusione e le operazioni di ieri con i cugini del Sassuolo sono andate a buon fine, ancor prima di arrivare alle drastiche delle buste. La notizia era comunque nell’aria da diversi giorni, ma – come annunciato anche dai siti delle due società – da ieri ha assunto i crismi dell’ufficialità: Sansone e Chibsah sono stati riscattati dal Sassuolo, mentre Pedro Mendes – che a gennaio si era trasferito in compartecipazione nel modenese – fa ritorno a titolo definitivo nel Ducato, per prendere probabilmente il posto del partente Paletta, sia nei cuori dei veri tifosi (quelli che stanno uniti nelle difficoltà e incoraggiano i propri beniamini) sia nell’undici titolare della prossima stagione.

E la notizia, una volta resa ufficiale, non poteva non fare il giro dei social network, proprio grazie a uno dei diretti interessati, lo stesso Pedro Mendes, che si è reso protagonista sui propri profili Instagram e Twitter.

image (6)Il figliol prodigo ha esternato tutta la propria gioia per il ritorno nella sua “futura ex squadra”: «Comunque sono felice di tornare a Parma ci vediamo presto». Tornerà dunque a Parma, dove questa volta dovrebbe svolgere non più un ruolo da comprimario, anzi da assoluto protagonista: il suo compito sarà, con ogni probabilità di non far rimpiangere Paletta e di confermarsi sui livelli che aveva lasciato intravedere in quei pochi mesi in cui aveva indossato la casacca Crociata, da settembre a dicembre 2013. Tuttavia, è sembrato prevalere lo scoramento per il commiato definitivo dalla piazza neroverde: l’ex Sporting Lisbona ha salutato la società, i compagni di squadra e il pubblico del Sassuolo, rivolgendo loro un sentito «grazie» per «6 mesi di grande lavoro e sacrificio» che non dimenticherà mai. Lorenzo Fava

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 57 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società.

20 pensieri riguardo “SU INSTAGRAM LA GIOIA DI PEDRO MENDES PER IL RITORNO A PARMA E IL GRAZIE AL SASSUOLO. INTANTO IL MILAN RISCATTA SAPONARA E I CROCIATI BIABIANY E BELFODIL

  • 20 Giugno 2014 in 15:45
    Permalink

    Qualcuno che viene volentieri ancora c’è, bene.
    E’ presto per dirlo ma mi pare che salvo rarissimi casi i buoni o i probabili futuri buoni li abbiano riscattati gli altri e che la fretta di risolvere le comproprietà abbia fatto perfezionare accordi poco convenienti.
    Considerato che biabiany verrà venduto insieme a paletta e parolo (nulla da ridire) e che arriveranno soldi dai diritti tv direi che l’iscrizione al campionato e l’adempimento dei vari oneri è certo, sul disavanzo (il cui ammontare non sono in grado di calcolare) vedremo quanto verrà reinvestito e quanto rimarrà nel portafoglio di ghirardi

    • 20 Giugno 2014 in 16:52
      Permalink

      Concordo con il tuo discorso, sarà interessante vedere i dettagli della cessione di Saponara e dei riscatti di Belfodil e Biabiany per poter esprimere un opinione più precisa.
      Quel che conta è non essere più vincolati a comproprietà spinose,
      siamo proprietari di cartellini pesanti quali quelli di Paletta, Biabiany, Parolo, Mirante, Cassano e Belfodil che venduti al miglior offerente permetteranno di porre le basi per un nuovo progetto tecnico. Personalmente nutro dei dubbi che Parolo e Paletta siano già della Lazio infatti dubito che Lotito possa spendere 17 mln per i 2 cartellini senza prima vendere Candreva oppure Lulic. Da lunedì immagino comincieranno le danze.

  • 20 Giugno 2014 in 17:47
    Permalink

    clap clap clap standing ovation,saponara preso per 2,5 milioni di euro in comprprieta’ e venduto per un milione di euro,ottimo

    • 20 Giugno 2014 in 18:15
      Permalink

      Ne hanno rinnovate non so quante non capisco perché quella no, dopo un anno fermo normale si sia svalutato anche se credevo meno

    • 20 Giugno 2014 in 18:18
      Permalink

      Non credo che le cifre di acquisto e di vendita di saponara siano esatte, bisogna vedere eventuali contropartite tecniche. D’altronde il giocatore ha rifiutato parma diverse volte, quindi era controproducente tenere liquidità ferma per saponara. Come dicevano i nostri nonni … piuttosto di niente è meglio piuttosto!

  • 20 Giugno 2014 in 20:10
    Permalink

    nessuna contropartita tecnica a meno che consideri vergara una contropartita tecnica,clap clap clap

    • 20 Giugno 2014 in 21:09
      Permalink

      Tu quindi avresti preferito investire 1, 5 mln + un altro 1, 6 mln di stipendio ad un calciatore che non ha dimostrato nulla in serie A? E per di più soggetto a numerosi problemi fisici? Torno a ribadire che piuttosto che niente è sempre meglio piuttosto … il giovanotto inoltre snobba la piazza di parma.

      • 20 Giugno 2014 in 21:35
        Permalink

        Vorrei porre una domanda al sig.Majo. per non avvalorare la tesi di Leonardi circa le esagerate critiche rivolte a Paletta nella partita vinta con l’Inghilterra perché giocatore del Parma, che voti prevede sui giornali sportivi di domani dopo la sconfitta del Costa Rica relativamente a Chiellini? Paletta è arrivato sino a 4, 5 in una partita vinta, in una partita persa il voto equo di Chiellini non può che essere inferiore. Cosa ne pensa sig.Majo?

        • 20 Giugno 2014 in 23:37
          Permalink

          Per me Paletta era da 5 e Chiellini è da 5, indipendentemente dai risultati ma come tenore di prestazione. Poi, però, giustamente c’è chi considera anche il contesto della gara. Non faccio previsioni sui voti: domani leggeremo e semmai chioseremo. A me non è piaciuto neanche Buffon sul gol. Insufficiente anche Abate. Oltre a Cerci e soprattutto Insigne. Cassano 6 – -, penalizzato dalle scelte impulsive di Prandelli (5) di buttar subito altri attaccanti dentro. Io avrei tolto Candreva (e non Thiago Motta) per Cassano e aspettato almeno 15-20′ alla Donadoni, prima di altri cambi offensivi.
          Cordialmente
          Gmajo

      • 20 Giugno 2014 in 21:46
        Permalink

        Io mi rimetto al milione che si vocifera. Poi è chiaro che da casa sia tutti bravi.. Prima intendevo dire che si poteva rinnovare e riparlarne tra un anno, lo so che qua non vuole venire ma a Empoli, dove pare andrà, potrebbe rivalutarsi molto o comunque non diminuire granchè..
        Diranno che il Milan si è opposto a tale possibilità ma secondo me non andava bene a noi perché oggi il milione lo prende Ghirardi e tra un anno magari potrebbe esserci un altro..

  • 20 Giugno 2014 in 21:21
    Permalink

    Riscattati Biabiany e Belfodil (che tra l’altro ce lo ritroviamo in squadra dopo averci guadagnato Cassano e dei soldi) ma non va bene lo stesso. Il lettore medio di questo blog infatti nega persino l’evidenza. Poveri rosiconi.

    • 21 Giugno 2014 in 09:34
      Permalink

      Ottimi riscatti, ma quello che lei scrive non è così scontato. Cassano rimane, siamo sicuri? E quanto guadagna, visto che la prossima stagione lo stipendio è tutto a carico del Parma?

  • 20 Giugno 2014 in 21:58
    Permalink

    Per favore non fare più articoli sulle comproprietà altrimenti mi prende fuoco la tastiera o il telefono (a seconda di dove sono)

  • 20 Giugno 2014 in 22:14
    Permalink

    io ti dico solo che siamo rimasti col cerino in mano,come gia’ detto a gennaio, dopo che il milan aveva preso l’altra meta’ dall’empoli per il doppio,che il giovanotto snobbi la piazza di parma e’ un aggravante.

  • 21 Giugno 2014 in 00:06
    Permalink

    L evidenza è che biabiany lo riscattava anche mia sorella perché con la Samp aveva solo un anno di contratto. Poi lo vendi domani mattina. belfodil, il preferito di Donadoni, gli hai dato crisetig e un altro ragazzo, belfodil mazzarri non lo vuol vedere neppure in cartolina.
    Che cassano è stato un affare lo dico da un anno ma nelle comproprietà sono stati tutelati tanti interessi, tutti leciti e rispettabili, ma quelli del Parma fc sono venuti in subordine.
    Sono sicuro che leonardi, che è un ottimo uomo mercato, saprà investire quanto a disposizione per rinforzare la squadra anche grazie a ottime intuizioni.
    Oggi si parla di comproprietà non di tifoso medio, chi ha argomenti li tira fuori, chi rompe i maroni a prescindere commenti altri utenti

  • 21 Giugno 2014 in 00:13
    Permalink

    Resto comunque in attesa di capire da qualcuno come mai defrel è stato rinnovato e perché x 10 giocatori non è stata presentata alcuna busta.
    La mia idea ce l ho ma da tifoso medio attendo lumi dall alto

  • 21 Giugno 2014 in 02:22
    Permalink

    Io sono moderatamente soddisfatto delle comproprietà.Che Sansone e Chibsah sarebbero stati riscattati dal Sassuolo era cosa nota e probabile.Mendes torna alla base, giocatore che può essere utile e aveva fatto intravedere un potenziale interessante.
    Mi lascia un po’ perplesso il milione per Saponara (era stato pagato 1.75 a detta del ds dell’Empoli) a meno che ci sia un accordo per smollarci qualche esubero milanista a gratis (tipo Zaccardo).

    Il riscatto di Biabiany è stato ottimo sia in caso di permanenza (non sono cosi convinto che andrà via) sia in caso di cessione.
    La sorpresa positiva è stata Belfodil, se dovesse rimanere avremmo già in casa un attaccante forte che ha dimostrato di far bene anche se è stato disconitnuo e arriva da un’annata disastrosa.Se poi lo vuoi vendere ci fai cassa x andare altrove.
    L’unico rammarico personalmente è quello di Crisetig, mi sarebbe piaciuto vederlo con la maglia crociata.

  • 21 Giugno 2014 in 10:21
    Permalink

    Biabiany riscattato ad un milione, ho detto tutto. Zidane Saponara l avevamo preso x 750 mila..quindi ci abbiamo guadagnato. Belfodil altra opera da genio di Leo..

  • 21 Giugno 2014 in 12:14
    Permalink

    Sansone e chibsah sono stati venduti bene, anche parolo verrà venduto bene, niente da dire, l importante è prenderli subito.
    Non inventiamoci le cifre di saponara per trovare delle scuse, ha avuto la pubalgia mica il crociato o il tendine d Achille.
    Il Parma dell anno scorso avrebbe agito diversamente, su defrel, ceppitelli e le 10 buste attendo ancora lumi.
    Poi ricordiamoci che non sono nostri Gargano acquah felipe e cassani, vediamo se almeno acquah lo riscattiamo e lo teniamo

  • 21 Giugno 2014 in 14:15
    Permalink

    mi spiace contraddirti gio ma per la meta’ di saponara abbiamo sganciato 2,5 milioni,per quato concerne belfodill ti dico che a volte i pacchi in contrassegno tornano al mittente anche perche’ il compratore ha diritto di recesso

I commenti sono chiusi.

Questo sito web utilizza i cookie di terze parti come ad es. Google Analytics per migliorare e personalizzare la vostra esperienza di navigazione e anche a fini statistici. Continuando ad utilizzare il sito accettate l'utilizzo dei cookie. Nel caso non desideriate l'utilizzo dei cookie potrete effettuare l'opt-out uscendo dal sito o seguendo le istruzioni nella pagina delle informazioni. PIU' INFORMAZIONI...

COOKIE, PRIVACY, TERMINI E CONDIZIONI D'UTILIZZO
Relativi ai domini/siti Stadiotardini.it, Stadiotardini.com, GabrieleMajo.com e Parmacalcio.com di proprietà di Gabriele Majo

>> LA PRESENTE PAGINA NON CONTIENE COOKIE O CODICE DI TRACKING <<

COOKIE
I cookie sono piccoli frammenti di testo archiviati sul suo browser attraverso il sito web che visita. I siti web utilizzano i cookie per memorizzare informazioni sulla sua navigazione, sulle sue preferenze o per gestire l'accesso ad aree a lei riservate.
I gestori dei siti web e i soggetti che attraverso i medesimi siti li installano possono accedere esclusivamente ai cookie che hanno archiviato sul suo browser. Qui può trovare maggiori informazioni sui cookie: http://it.wikipedia.org/wiki/Cookie
Cookie tecnici che non richiedono consenso
Gabriele Majo, nel corso della sua navigazione sulle pagine dei siti internet del Gruppo, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel browser di navigazione alcuni c.d. cookie, ovvero informazioni che ci consentono di memorizzare alcuni dati utili a: riconoscere che attraverso il suo browser sono già stati visitati i Siti del Gruppo, e registrare e ricordare qualsiasi preferenza che possa essere stata impostata durante la navigazione su tali siti.
Per esempio, Gabriele Majo potrebbe salvare le sue informazioni di accesso, in modo che non debba effettuare la procedura di accesso ogni volta che accede al sito o siti del gruppo collegati; analizzare i Siti del Gruppo e il loro utilizzo e per migliorarne i servizi; memorizzare la sua scelta relativa al consenso all'installazione di cookie di profilazione. L’utilizzo da parte di Gabriele Majo di tali cookie ed i trattamenti ad essi correlati – per sé e/o per le altre società del Gruppo - sono necessari per consentire alle società del Gruppo di renderle disponibili i contenuti pubblicati sui nostri siti in modo efficace e di facile consultazione.
L’utilizzo di tali cookie e lo svolgimento dei trattamenti ad essi connessi, non richiede, ai sensi della disciplina vigente, il suo consenso.

Gabriele Majo, inoltre, installerà sul suo dispositivo e, in particolare, nel suo browser o lascerà installare a terzi alcuni cookie che ci sono necessari per acquisire o far acquisire a nostri partner informazioni statistiche in forma anonima e aggregata relative alla sua navigazione sulle pagine dei siti del Gruppo.
Si tratta, in particolare, dei cookie relativi ai seguenti servizi di analisi statistica per i quali forniamo maggiori informazioni anche per la disattivazione:
Google Analytics
https://support.google.com/analytics/answer/2763052?hl=it
Youtube
Anche per l’utilizzo di tali cookie e per i trattamenti di dati personali ad esso connessi non è necessario, in forza di quanto previsto dalla disciplina vigente in materia di privacy, il suo consenso. Cookie per cui è richiesto il consenso Qualora, inoltre, lei presti il relativo consenso attraverso una delle modalità semplificate descritte nell’informativa breve che le è stata presentata al momento del suo primo accesso su un sito del nostro Gruppo o seguendo le istruzioni che seguono, Gabriele Majo potrà installare e/o lasciar installare a società terze ulteriori cookie, c.d. di profilazione, che hanno lo scopo di aiutare Gabriele Majo – nel suo interesse e/o in quello di altre società del Gruppo - e/o aiutare le società terze qui di seguito elencate a raccogliere informazioni sui suoi interessi ed abitudini così da proporle comunicazioni commerciali, per quanto possibile, di suo interesse o, comunque, coerenti con i suoi interessi.
Come le è già stato fatto presente attraverso l’informativa breve che le è stata proposta all’atto del suo primo approdo su uno dei siti del nostro Gruppo, attraverso le modalità ivi riportate può prestare un consenso unico a che Gabriele Majo e le società terze installino sul suo dispositivo i predetti cookie e pongano in essere i conseguenti trattamenti di profilazione o negare tale consenso a Gabriele Majo ed ogni altra società non utilizzando i servizi dei siti del gruppo.

L'accesso alle pagine dei siti web realizzati e mantenuti da Gabriele Majo (di cui fanno parte i siti indicati sopra) implica per l'utente l'accettazione dell'utilizzo dell'uso dei cookie e delle seguenti condizioni secondo la vigente normativa sulla privacy. In caso l'utente non accetti l'utilizzo dei cookie da parte di Gabriele Majo potrà effettuare l'opt-out abbandonando le pagine dei nostri siti.

Copyright
La documentazione, le immagini, i marchi e quant'altro pubblicato e riprodotto su questo sito è di proprietà della, oppure concesso da terze parti in uso alla Gabriele Majo, così come alle aziende che hanno concesso in licenza software e materiale grafico e multimediale e ne è vietata la riproduzione al pubblico.

Responsabilità di Gabriele Majo
Nessuna responsabilità viene assunta in relazione sia al contenuto di quanto pubblicato su questo sito ed all'uso che terzi ne potranno fare, sia per le eventuali contaminazioni derivanti dall'accesso, dall'interconnessione, dallo scarico di materiale e programmi informatici da questo sito.
Pertanto Gabriele Majo , non sarà tenuta per qualsiasi titolo a rispondere in ordine a danni, perdite, pregiudizi di alcun genere che terzi potranno subire a causa del contatto intervenuto con questo sito, oppure a seguito dell'uso di quanto nello stesso pubblicato così come dei software impiegati.
Le eventuali informazioni comunicate spontaneamente da parte di soggetti terzi al sito potranno essere liberamente usate da Gabriele Majo

Trattamento dei dati personali
L'accesso ad alcune sezioni del sito e/o eventuali richieste di informazioni o di servizi da parte degli utenti del sito potranno essere subordinati all'inserimento di dati personali il cui trattamento da parte di Gabriele Majo (di seguito “Gabriele Majo”), quale Titolare del trattamento, avverrà nel rispetto del D.Lgs. 196/2003 “Codice in materia di protezione dei dati personali” (di seguito il “Codice”) .

La presente informativa ha lo scopo di consentire agli utenti di conoscere, anche prima di accedere alle varie sezioni del sito e di conferire i propri dati, in che modo Gabriele Majo tratta i dati personali degli utenti e sarà comunque necessario che l’utente ne prenda visione prima che egli conferisca propri dati personali compilando gli appositi spazi nelle varie sezioni del sito.

Finalità del trattamento
Secondo le esigenze di volta in volta manifestate dall’utente che accede alle varie sezioni del sito, le finalità del trattamento dei dati personali conferiti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on-line potranno essere le seguenti:

a) consentire la registrazione sul sito, che è necessaria per l’accesso a particolari sezioni del sito stesso e per erogare e gestire i vari servizi offerti;
< b) previo consenso dell’utente e fino alla revoca dello stesso, effettuare attività di marketing (quali, in via meramente esemplificativa ma non esaustiva, invio di materiale promozionale e pubblicitario, svolgimento di connesse analisi sugli utenti registrati, che consentano a Gabriele Majo di migliorare i servizi e prodotti offerti alla propria clientela); e ciò anche a mezzo di e.mail, fax, mms e sms, previo specifico consenso e fino alla revoca dello stesso;
c) inviare newsletter per ricevere aggiornamenti su tutte le novità del sito, ricette, menu, consigli del nutrizionista, e tante altre notizie sui servizi Gabriele Majo (sezione “Abbonati alla newsletter” del sito);
d) rispondere alle richieste degli utenti in relazione a prodotti e servizi Gabriele Majo, alla pubblicità, ovvero al sito (sezione “Contattaci” del sito).

La registrazione degli utenti sul sito non è richiesta per la prestazione di alcuni servizi offerti da Gabriele Majo (ad es., quelli di cui ai precedenti paragrafi c) e d)). Tuttavia, al fine di evadere le eventuali richieste degli utenti riguardanti tali servizi e ordini, essi saranno invitati a conferire dati personali, che saranno trattati per le sole relative finalità e per il tempo strettamente necessario al completamento delle suddette operazioni.
Modalità del trattamento
I dati personali saranno trattati in forma prevalentemente automatizzata, con logiche strettamente correlate alle predette finalità.

Natura del conferimento dei dati personali degli utenti
Il conferimento dei dati personali è facoltativo, ma esso è in parte necessario (cioè per quei dati le cui caselle sono contraddistinte da un asterisco) affinché Gabriele Majo possa soddisfare le esigenze dell’utente nell’ambito delle funzionalità del sito. Il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali contrassegnati da un asterisco, in quanto necessari per l'esecuzione della prestazione richiesta, non rende possibile tale esecuzione; mentre il mancato, parziale o inesatto conferimento dei dati personali facoltativi non necessari non comporta alcuna conseguenza.
Categorie di dati personali oggetto di trattamento
Oltre ai dati personali conferiti direttamente dagli utenti (quali nome, cognome, indirizzo postale, di posta elettronica, ecc.), in fase di connessione al sito, i sistemi informatici e le procedure software preposte al funzionamento del sito stesso acquisiscono indirettamente alcuni dati personali la cui trasmissione è implicita nell’uso dei protocolli di comunicazione di Internet.
Tali dati vengono trattati al solo fine di effettuare indagini statistiche anonime.

Categorie di soggetti che potranno venire a conoscenza dei dati personali degli utenti
I dati personali potranno essere portati a conoscenza di dipendenti o collaboratori che, operando sotto la diretta autorità di quest’ultimo, sono nominati responsabili o incaricati del trattamento ai sensi degli artt. 29 e 30 del Codice e che riceveranno al riguardo adeguate istruzioni operative; lo stesso avverrà – a cura dei Responsabili nominati dal Titolare - nei confronti dei dipendenti o collaboratori dei Responsabili.

Ambito di comunicazione o diffusione dei dati personali degli utenti
I dati personali forniti direttamente dagli utenti mediante la compilazione dei moduli on line non saranno comunicati a terzi o diffusi, salvo il caso di inserimento nel sito di nomi di vincitori di eventuali concorsi od operazioni a premio promossi da Gabriele Majo tramite il sito.

Titolare e Responsabili del trattamento
Titolare del trattamento è Gabriele Majo

Responsabili del trattamento sono:
1) Il Sig. Gabriele Majo, titolare del sito
Fornitori di servizi:
Gabriele Majo si avvale di aziende specializzate per quanto riguarda la gestione dei propri server, la connettività, la realizzazione e gestione di software stand alone e web. Gli addetti alla gestione dei suddetti servizi potrebbero entrare in contatto con dispositivi contenenti i dati memorizzati sui nostri server:
1) Gruppo Pegaso di Rodia Maria Teresa, via Abbeveratoia 27a, 43126 Parma, per quanto concerne l’amministrazione e la gestione del sito, e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
2) Euromaster di Roberto Cirianni, Via Agostino Valiero 12, Roma (Rm), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso.
3) OVH Srl Via Trieste, 25 - 20097, San Donato Milanese (MI), per quanto concerne la fornitura e la gestione della connettività internet e la gestione dei server sui quali è ospitato il sito stesso o porzioni di sito.

CHIUDI