domenica, Luglio 21, 2024
News

TESSERE DEL TIFOSO: PER ABBONARSI SERVE LA CLASSICA “Y BLU” E NON LA AWAY “PARMA 100” UTILE SOLO PER ANDARE IN TRASFERTA (SALVO NOVITA’ DAL NUOVO PACCHETTO GOVERNATIVO)

tessera tifoso(gmajo) – C’è chi sogna di poter veder caricato l’abbonamento al Parma F.C. anche sulla Tessera del Tifoso away “Parma 100”, quella di color azzurrino, emessa nella seconda parte della scorsa stagione, sfruttando il traino della affascinante trasferta a Reggio Emilia per il derby atipico con il Sassuolo: ma questo sogno, ahilui o ahiloro, temo che resterà irrealizzabile. La tesserina light, infatti, come ben specificato quando è stata lanciata, è e resterà valida solo ed esclusivamente per poter viaggiare in imagetrasferta, visto che non è stato modificato in alcun modo l’apposito regolamento. Anzi: non è difficile prevedere ulteriori giri di vite, come preannunciato ieri, ad esempio, da Repubblica, secondo cui il Governo, “dopo la morte di Ciro Esposito starebbe studiando un pacchetto di nuove misure per la sicurezza”, e in pratica “vietare le trasferte”. Insomma, c’è il rischio che quella tesserina, costata un po’ di quattrini al generoso Ghirardi – quando bastava sottoscrivere la sorella quasi gemella, ovvero la classica “Y Blu”, che però è di colore giallo, ma sapete com’è l’ideologia… – possa diventare un inutile pezzo di plastica… Peccato perché, secondo indiscrezioni raccolte da StadioTardini.it, la società, sempre pronta a coccolare e vezzeggiare i propri fedelissimi tifosi della Curva Nord, obiettori della Tessera tradizionale, avrebbe avuto in animo di render più semplice la vendita dei “voucher” (ovverosia il pacchetto di 9-+10 gare tra andata e ritorno), smaterializzandoli e appunto inserendoli nella “Parma 100”, utile così non solo per viaggiare (sempre fino a prova contraria), ma anche per entrare più comodamente all’Ennio. Operazione per la quale sarebbe stato allo studio da parte della società, sempre secondo indiscrezioni raccolte da StadioTardini.it, una apposita richiesta da formulare alle autorità, ma forse sarà meglio aspettare tempi migliori, senz’altro dopo che sarà uscito questo nuovo pacchetto dell’esecutivo, che però, sempre secondo quanto scritto ieri da Fulvio Bianchi di Repubblica “potrebbero riguardare soprattutto i tifosi della Roma ma anche quelli del Napoli. Di sicuro non quelli di Samp (gemellati con il Parma), del Sassuolo e di altre società.” Insomma, salvo generalizzazioni, se gli interventi saranno particolari i nostri tifosi potrebbero non avere conseguenze dal nuovo giro di vite. Sicuramente, però, la tesserina azzurra, non potrà (come qualcuno erroneamente ha capito) servire per potersi abbonare normalmente al Parma F.C. attraverso la campagna abbonamenti partita lunedì (e che, secondo gli exit poll di StadioTardini.it, starebbe procedendo un po’ a rilento): per sottoscrivere l’abbonamento, infatti, serve essere in possesso della Y Blu (la zuppa o pan bagnato di colore giallo). Lo stesso dicasi per poter usufruire della lodevole, sia pure un po’ ingarbugliata, promozione “Porta un Crociato”. A meno che non venga studiata (tanto ci sarà qualcuno pronto a questuare e qualcuno pronto nella sua munificenza ad acconsentire) una “Porta un Crociato Voucherizzato”, ad hoc per gli Obiettori della Tessera. Chi si fosse pentito di aver sottoscritto la depotenziata Tessera del Tifoso away “Parma 100”, poiché desideroso di abbonarsi normalmente, senza dover star lì a far dei voucher, può richiederne l’annullamento e optare per la Gialla “Y Blu” classic, poiché le due tessere non possono essere contemporaneamente intestate alla stessa persona.

CLICCA QUI PER TUTTE LE INFO SULLA CAMPAGNA ABBONAMENTI 2014-15 DEL PARMA FC

image

ARTICOLI E CONTRIBUTI MULTIMEDIALI CORRELATI

I TRE GIORNI DELLA AWAY, LA NUOVA TESSERA DEL TIFOSO CHE CONSENTE AGLI OBIETTORI DI ANDARE IN TRASFERTA. Il video integrale della conferenza di Stefano Perrone e tutte le info

CAMPAGNA ABBONAMENTI, LA PARTENZA E’ SOFT E CON QUALCHE ATAVICO PROBLEMINO DI LOTTOMATICA. L’AGGIORNAMENTO DEL CEN DI NAPOLI “FRENA” PORTA UN CROCIATO

Gabriele Majo

Gabriele Majo, 60 anni (giornalista pubblicista dal 1988 e giornalista professionista dal 2002), nel 1975, bambino prodigio di soli 11 anni, inizia a collaborare con Radio Parma, la prima emittente libera italiana, occupandosi dei notiziari e della parte tecnica dei collegamenti esterni. Poi passa a Radio Emilia e quindi a Onda Emilia. Fonda Radio Pilotta Eco Radio. Nel 1990, dopo la promozione del Parma in serie A, è il responsabile dei servizi sportivi di Radio Elle-Lattemiele, seguendo l'epopea della squadra gialloblù in Italia e in Europa, raccontandone in diretta agli ascoltatori i successi. Contemporaneamente è corrispondente da Parma per Tuttosport, Repubblica, Il Messaggero, L'Indipendente, Paese Sera ed altri quotidiani. Dal 1999, per Radio Capital è inviato sui principali campi della serie A, per la trasmissione "Capital Gol" condotta da Mario Giobbe. Quindi diviene corrispondente e radiocronista per Radio Bruno. Nelle estati dal 2000 al 2002 è redattore, in sostituzione estiva, di Sport Mediaset, confezionando servizi per TG 5, TG 4 e Studio Sport. Nel 2004 viene chiamato al Parma F.C. quale "coordinatore della comunicazione" e direttore responsabile del sito ufficiale www.fcparma.com. Nel 2009, in disaccordo con la proprietà Ghirardi, lascia il club ducale. Nel 2010 fonda il blog StadioTardini.com di cui nel 2011 registra in Tribunale la testata giornalistica (StadioTardini.it) divenendone il direttore responsabile. Il rifondato Parma Calcio 1913, nel 2015, gli restituisce l'incarico di responsabile dell'ufficio stampa e comunicazione. Da Luglio 2017 a Dicembre 2023 si occupa dello sviluppo della comunicazione e di progetti di visibilità a favore di Settore Giovanile e Femminile della società. Dal 2010, a conferma di una indiscussa poliedricità, ha iniziato un percorso come attore/figurazione speciale di film e cortometraggi: l'apice l'ha raggiunto con il cammeo (parte parlata) all'interno del pluripremiato film di Giorgio Diritti "Volevo Nascondermi" (con presenza nel trailer ufficiale) e partecipazioni in "Baciato dalla Fortuna", "La Certosa di Parma", "Fai bei sogni" (del regista Marco Bellocchio), "Il Treno dei bambini" di Cristina Comencini, "Postcard from Earth" del regista Darren Aronofsky, "Ferrari" del regista Michael Mann. Apparizioni anche nei cortometraggi nazionali "Tracce", "Variazioni", "L'Assassinio di Davide Menguzzi", "Pausa pranzo di lavoro"; tra i protagonisti (Ispettore Majo) della produzione locale della Mezzani Film "La Spétnèda", e poi nei successivi lavori "ColPo di Genio" e "Franciao".

3 pensieri riguardo “TESSERE DEL TIFOSO: PER ABBONARSI SERVE LA CLASSICA “Y BLU” E NON LA AWAY “PARMA 100” UTILE SOLO PER ANDARE IN TRASFERTA (SALVO NOVITA’ DAL NUOVO PACCHETTO GOVERNATIVO)

  • Secondo me se il Parma vuole, sarebbe possibile caricare l’abbonamento sulla tessera del tifoso Parma 100, xkè l’Away voluta dai Boys (e poi x il Sassuolo fatta da tanti altri) è una tessera del tifoso come la nostra (Yblu).
    La limitazione per comprare solo i biglietti x le trasferte non mi pare sia fissata da alcun regolamento ma sia solo una caratteristica commerciale, per cui il Parma mi pare possa cambiarla come vuole, rendendola di fatto uguale a Yblu (ma mantenendo il nome e il colore diverso).
    Da zuppa e pan bagnato a pan bagnato e pan bagnato? 😀
    Visto ke oltre i Boys l’hanno fatta anche tanti altri e visto ke il Parma ci ha già smenato dei soldi x farla (cosa senza senso, visto ke c’era già Yblu e a quel punto ad immissione immediata) permettere a chi ce l’ha di caricare l’abbonamento, invece di dover disdire Parma 100 per fare Yblu…. mi pare semplificherebbe la vita al Parma e a qualche centinaio di tifosi. E inoltre si eviterebbe anke di fare i vaucher x i Boys.
    Ovviamente tutto ammesso e non concesso ke non cambi qualcosa a livello di leggi dopo le violenze di Roma.

  • Il problema è che si concepiscano due tessere identiche rese diverse solo dalle assurdità.
    Che senso ha una tessera per le trasferte ma non per fare l abbonamento? Mah..
    Quando leggevo tessera y-blu non ho vergogna di dire che sono andato a controllare se era la mia (la gialla), bisogna farla per rispettare le regole ma nessun problema è stato risolto, solo disagi

  • A livello di numeri di sottoscrizioni si sa qualcosa?

I commenti sono chiusi.